Carrellata natalizia: zucchero & arsenico!

Eccoci di nuovo a proporvi “pacchi” e roba da infilare nei pacchi di Natale. Un po’ di tutto per accontentare lettori pro e lettori contro: il Natale, si sa, è come il Festival di Sanremo!

“A casa per Natale” di David Baldacci Ford è uscito anni fa con Mondadori, probabilmente in qualche mercatino lo trovate, a noi risulta fuori catalogo e poco recensito online. Questione di sfiga o il libro si può tranquillamente saltare a piè pari?

La Biblioteca Comunale di Empoli ce ne parla così: Tom Langdon è un uomo solo: a poco più di quarant’anni, con un matrimonio finito alle spalle e i genitori ormai scomparsi, sente il bisogno di rallentare il ritmo e ripensare alla propria vita. Sono ormai lontani i tempi in cui faceva l’inviato in zone di guerra, e amava sentir scorrere l’adrenalina nelle vene, quasi fosse l’unica droga in grado di farlo sentire vivo.
L’occasione per ritrovare se stesso arriva quasi per caso, quando affronta una nuova avventura, apparentemente innocua ma destinata a cambiargli la vita per sempre: un viaggio in treno da Washington a Los Angeles, per raggiungere la fidanzata che lo aspetta per trascorrere assieme le vacanze di Natale.
Il magnifico Capitol Limited da Washington a Chicago e il superbo Southwest Chief da Chicago a Los Angeles sono lo straordinario microcosmo nel quale si intrecciano le speranze, le paure, le gioie e le passioni dei viaggiatori che attraversano gli Stati Uniti da un capo all’altro, in un caleidoscopio di accenti, caratteri, storie personali che si compongono in un affresco coinvolgente, drammatico e anche bizzarro.
Chiamato a partecipare alla realizzazione di un documentario sui treni a lunga percorrenza, Tom scopre la straordinaria vitalità del personale di bordo della Amtrak, la compagnia ferroviaria più importante degli Stati Uniti: persone capaci di usare creatività e astuzie inimmaginabili per far fronte ai desideri e ai capricci dei passeggeri, riuscendo a farli sentire tutti un po’ speciali.
Ma soprattutto Tom ha l’occasione di incontrare di nuovo la donna di cui era un tempo innamorato e che si è lasciato sfuggire per orgoglio, paura e stupidità.
Un sorprendente romanzo di viaggio, che appassionerà in modo particolare gli amanti di treni e ferrovie, e che sarà sicuramente apprezzato da chi pensa che – almeno sotto Natale – nella vita ci possa essere spazio per un piccolo miracolo.

Noi, ovviamente – sentendo parlare di miracoli – abbiamo già i peli dritti!


“Una sorpresa sotto l’albero” di Donna VanLiere

Robert è un avvocato rampante e ha tutto quello che un uomo di successo potrebbe desiderare: carriera, appartamento di lusso, famiglia dorata e perfetta. Ma gli manca tutto quello di cui un uomo ha veramente bisogno. Nathan ha otto anni, una famiglia povera ma che sa dare calore, e una tragedia imminente che non lo risparmierà: sua madre sta per morire di cancro. I due si incontrano per le vie del centro: Robert è in cerca di anonimi regali per i figli che neanche conosce, Nathan alla ricerca di un dono ben preciso, l’ultimo per sua madre. Il loro sarà un incontro casuale, ma fondamentale per le vite di entrambi.

Miss Fontanellato, in questa intervista, rispondendo alla domanda “Qual è il libro che ti è rimasto nel cuore?” dice Un libro che avevo letto da adolescente, “Una sorpresa sotto l’albero” di Vanliere Donna.[...]

Se il libro non vi piace, tenete presente che non siete Miss!

La “trilogia” natalizia di Jonathan Snow:

E uno! “Il regalo più bello”

L’opinione di Rojking su Doooyou è estremamente positiva: Impossibile non amarlo, anche se, aggiunge, per la sua brevità non è sicuramente regalato. […] Sulla carta il libro sembra detestabile: un concentrato di zucchero e melassa, uno storia che gronda buoni sentimenti da ogni singola riga: il protagonista è un bambino che raccoglie il primo fiocco di neve dell’inverno e decide di donarlo alla persona che, nel suo quartiere, saprà farne l’uso migliore. Per giunta il libro è brevissimo, a stento degno di essere chiamato “libro” e più vicino semmai allo status di racconto (nemmeno tanto) lungo. Però poi lo cominci a leggere e la diffidenza comincia a sciogliersi piano piano… lo stile è perfetto, i personaggi stereotipati funzionano però alla perfezione. E alla fine ci si ritrova conquistati malgrado tutto dalla trama, pur sapendo di essere caduti in una trappola ben congegnata. Fin troppo facile segnalare il libro come regalo di Natale a un bambino ma anche […] agli adulti.

E due! “La stella degli angeli”

Per chi ha amato Il regalo più bello, [...] ecco ritornare gli stessi personaggi ne La stella degli angeli, una nuova favola per i lettori di tutte le età. Sono passati due anni dalle vicende narrate nel primo romanzo: il piccolo Mark, asciugate le lacrime per la scomparsa del caro nonno Gus, decide di consolarsi modellando una stella di creta come addobbo natalizio per l’abete del giardino. Una notte, più buia e sinistra delle altre, la stella viene rubata. Chi può essere stato? Qui comincia l’avventura del bambino: trasportato come in un sogno nel mondo dell’aldilà, rivedrà l’adorato Gus, deciso ad aiutarlo nella ricerca di chi ha sottratto lo stupendo tesoro. Nonno e nipote, nuovamente uniti, viaggeranno dal Purgatorio al Paradiso, incontrando angeli, anime e ombre in attesa del giudizio, fino a scoprire un’incredibile verità… Ricco di dolcezza e tenerezza, un romanzo imperdibile per chi ancora crede nel trionfo dei sentimenti più duri e nella vittoria del vero amore sulla morte.

Ho trovato interessante il fatto che Silvano – su CamperOnline (sì, capisco, le mie ricerche a volte mi portano un po’ fuori tema…) – abbia scritto: La scelta del mio nick è prevalsa dopo la lettura di un romanzo di Snow Jonathan, “La stella degli Angeli” pubblicato nel 1996, un romanzo molto dolce, molto tenero che mi ha fatto addirittura sognare, viaggiare con l’immaginazione come ad esempio l’angelo Camolino, l’addetto ai fiocchi di neve, che secondo me esiste davvero. Visto che ogni viaggio lo associo ad un sogno ed i suoi relativi e conseguenti ricordi ecco la scelta di questo mio nick.

Silvano è un camperista e magari non gli frega un accidente di fare la recensione di questo libro, però un’idea ce l’ha data. Grazie Silvano… e buon viaggio!

E tre! “Un regalo dal cuore”

Natale. Mark – il protagonista de “Il regalo più bello” – ormai ventenne, ritorna alla natia Spring Valley con un pensiero fisso: donare alla ragazza da lui amata qualcosa che venga dal cuore. Una ricerca difficile che lo porterà ad incontrare vecchi amici (dal dottor Lands all’angelo Camolino …) e a fare nuove conoscenze assolutamente inaspettate… Questo libro è l’ultimo capitolo della “Trilogia di Spring Valley” (comprendete “Il regalo più bello” e “La stella degli angeli”).

Secondo la recensione di miagolio77 [...] la lettura è brevissima, 120 pagine che si leggono in un lampo, [...] e’ davvero scorrevole e gradevole, fresco e giovanile. La storia è poca cosa, buone le intenzioni. Tutto sommato si merita la sufficienza, più per una sensazione d’insieme che per quello che realmente possiamo assorbire dal libro, ma comunque l’idea e’ tutto sommato carina. In conclusione direi che si può tranquillamente leggerlo ma non vale la pena di acquistarlo.

Per scrollarci di dosso un po’ di zucchero, concludiamo la carrellata giornaliera con Vigilia di sangue” di Phillips Scott.

Charlie Arglist è un uomo dai molti talenti. Ha fatto l’avvocato e sa come aggirare la legge. Ha un debole per le signore e soprattutto per le spogliarelliste. Da anni, con Vic Cavanaugh, che gestisce una serie di locali sexy, stanno preparando il colpo che cambierà le loro vite. Ma la vigilia di Natale, tra una visita a un sexy bar e un salto alla cena degli ex suoceri, quello che doveva essere un gioco da ragazzi, pianificato fin nei minimi dettagli, si trasforma in un incubo. E il primo cadavere, ritrovato per caso, spalanca le porte dell’inferno.

Da questo libro è stato tratto il film The Ice Harvest: assolutamente godibile e natalizio in stile Giramenti!


Tag:

About Gaia Giramenti

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

Che fai? Commenti?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 4.522 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: