Immensola, i classici in txt e pdf (gratis!)

 

Classici italiani ma vedo che stanno spuntando anche libri in lingua originale da scaricare in txt, pdf o da leggere online.
Incuriosita mi sono registrata al volo, vediamo un po’ se funziona…

Basta un attimo per effettuare la registrazione, in mail arriva l’attivazione: clicchi e ci sei.

Al momento la scelta non è vastissima, mi procuro quindi un libro, uno dei miei preferiti, tanto per vedere come procede la faccenda.


Bene, adesso Svevo è nella mia libreria virtuale (quella riga orizzontale è una mensola, si capiva, no?).
Cosa ne faccio di questo bel librozzo?

Il sito mi chiede come voglio scaricarlo, io sono curiosa come una scimmia e quindi provo le tre versioni, quella online è molto carina: ordinata e con un utilissimo segnalibro.
Nessun problema nemmeno con le altre versioni, il txt e il pdf  sono completi e gratuiti

Direi che Immensola è da tenere d’occhio, è possibile iscriversi alla pagina facebook per conoscere i nuovi libri in download e per fare richieste librarie.

Annunci

Tag:,

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

8 responses to “Immensola, i classici in txt e pdf (gratis!)”

  1. Iannozzi Giuseppe says :

    Non riuscirei mai a leggere un libro in formato elettronico. Non che non ci abbia provato, ma dopo un paio di pagine ho mollato. Ho bisogno del libro, del contatto fisico con la carta. Ma non è una questione meramente legata alla fisicità. Il rapporto che si instaura fra lettore e libro è qualche cosa di intimo, in taluni casi molto profondo. Leggere a video e leggere un libro che puoi toccare e sfogliare porta il lettore ad un approccio interpretativo sicuramente diverso nei confronti dello scritto. Sono molteplici i fattori che intervengono, per cui se leggo La noia a video porterò una interpretazione, se lo leggo in formato cartaceo ne porterò una diversa e non di poco. Perché accade questo? E’ un po’ come essere di fronte alla riproduzione della Gioconda, o di una qualsiasi altra Opera d’Arte: dici che è bella, ma sai bene che è solo una riproduzione, per cui non vai di certo soggetto alla sindrome di Stendhal.

    Il discorso sarebbe lunghissimo, e si dovrebbe entrare nel campo della pura semiologia per evidenziare quanto è diversa la lettura a video rispetto a quella operata su un libro cartaceo. Ne consegue che scrivere a video è cosa molta diversa dallo scrivere su carta, o con la macchina per scrivere…

    Mi piace

  2. Iannozzi Giuseppe says :

    In ogni caso gli ebook possono servire, e questo non lo nego, per farsi un’idea del libro, soprattutto quando si è di fronte a sì tante novità editoriali. C’è poi da tener conto della traduzione, e oggi come oggi mi par di ravvedere che le traduzioni già non sono brillanti per il mercato cartaceo. Il discorso è lungo, molto, temo. 😉

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      Ciao Giuseppe, ti leggo sempre con piacere (anche a video, ma puoi sempre decidere di mandarmi un biglietto d’auguri natalizi). 🙂

      Leggere a video mi dà problemi, di vista e concentrazione; se mi imbatto in un ebook degno di nota, lo stampo (lo so, non sono moderna) e me lo gusto con calma. Devo però dire che le anteprime digitali dei libri sono piuttosto utili, finisco sempre per scartare l’idea di comprare il romanzo (fossi in un editore ci starei attento alle anteprime!).

      La carta ha ancora un suo fascino, amo soprattutto i libri usati, è una cosa più forte di me. Da ragazzina avevo la stessa passione per i jeans usati, vestire i panni di un altro (e leggere i libri altrui) è forse roba da impiccioni… 😉

      Per quanto riguarda la scrittura, ormai l’abitudine di scrivere a video ha preso il sopravvento, per praticità e velocità di riscontro. Scrivere su carta è sicuramente una pratica intimista, ma io sono una che predilige il mettersi in piazza, una linguaccia come la mia forse riesce meglio in un blog che in un noir. Chissà… 😀

      Mi piace

  3. Claudio Guiduccio jedi Spega says :

    Mi sembra un buon consiglio…
    Male che va mi arriverà della spam sull’email farlocca !

    Mi piace

  4. Giacomo says :

    Ciao a tutti, ho scoperto immensola questa sera. Non capisco peró dove siano tutti i libri di cui si parla, io sto cercando per mio figlio Simone (9anni) ” gli spaventevoli egizi” in versione PDF, serve per un lavoro in classe e sinceramente comprare 23 libri uguali…….. Qualcuno gentilmente puó darmi una mano?
    Grazie mille Giacomo

    Mi piace

Trackbacks / Pingbacks

  1. Immensola, i classici in txt e pdf (gratis!) - 15 dicembre 2011
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: