Sfott the spot: Superenalotto, “Lasciatemi sognare” e voi andate pure a cag… ops!

E sono le solite belle palle quando arriva un nuovo spot del gratta e spingi, del lotto per mille e del superANALOTTO. Come convincere la gente a spendere di più, sempre di più, tentando la fortuna che è pure la fortuna delle casse statali? Serve l’atmosfera rassicurante, l’italiano – cojone – come noi, il karaOCHE e la musichetta italiota che tutti conoscono.

Largo che arriva Toto Cutugno, ché al peggio non c’è mai fine!


Cos’è che cantano?
Aspetta che ti caccio lì anche il testo, su Canzoni e musiche delle pubblicità si sono presi la briga di trascriverlo (grazie, poi vi pago da bere!).

Lasciatemi sognare, con la schedina in mano.

Con la vanga non era poetico. Nel frattempo sono tutti lì a non fare un razzo e a guardare per aria…

Vorrei una vigna per produrci il vino,

Ma non mi dire, pensavo la volessi per darti all’ippica!
Lo racconta il tizio in autobus, uno che a prima più del Tavernello non conosce..

io sogno un parco per il mio bambino,

La casa col giardino l’è roba da puvrìt.
Lo canta la fringuella spaccatimpani, una che il marito l’ha perso a causa del fumo: “tesoro, esco a prendere le sigarette”.

di un grande film sarò il produttore,

Dicono tutti così e poi si danno al porno.
Nel frattempo lavora nel cinema di provincia e caccia su i cinepanettoni…

voglio champagne ghiacciato a tutte le ore,

E la fame nel mondo? Che crepi.
Così cinguetta la fancazzista in vasca da bagno.

darò ai miei figli un futuro splendente,

E nel frattempo ti giochi pure la loro paghetta…

della mia squadra farò il presidente,

Il Bar Sport è sempre in agguato.

con un sistema in ricevitoria si sistema la mia compagnia.

Perché il gioco è come la rogna, bisogna attaccarlo a qualcuno.
Ma invece di fare sistemi e sistemini, non potete andare a donne come fanno tutti?

Un milione a Giulio, un milione a Maria,

Un Giulio e una Maria a caso, potete mettervi in coda.

voglio fondare la mia scuderia,

Nel frattempo fa il gommista e se non si dà una mossa lo mettono a casa.

faccio una follia, ti prendo e ti porto via.

Sta partendo un aereo e loro rimangono lì, con una cinquecento… ma metti che decidano di giocarsi pure quella…

Lasciatemi sognare, con la schedina in mano. Lasciatemi sognare… sono un italiano.

Finalone strepitoso con un sacco di gente dedita al gioco, un caravanserraglio di boccaloni, una schiera vorticosa di sognatori da schedina.

Gioca il giusto, sì, tua nonna!

Beh, mettiamola così, non mi sento rappresentata. Sono italiana, non gioco a ‘sti magnadineros e quando mi imbatto in una zdora – la tipica casalinga ferrarese – che si sputtana i soldi della spesa in queste minchiate vorrei tanto prenderla a legnate.

Ecco, sì, nello spot manca il castigamatti che sbraita “branco di pecoroni!” all’allegra compagnia, piglia le schedine e fa un falò. Bene, se aggiungono quel personaggio lì allora sì, grazie, sono un italiano.

Tag:,

Informazioni su Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

11 risposte a “Sfott the spot: Superenalotto, “Lasciatemi sognare” e voi andate pure a cag… ops!”

  1. Claudio Guiduccio jedi Spega dice :

    Avrei dei commenti diseducativi da inserire…

    Ma siccome non voglio essere diseducativo, non li metto !

    "Mi piace"

  2. moloch981 dice :

    Spot visto poco fa per la prima volta e stessa tua sensazione sgradevole.

    "Mi piace"

  3. fibonax dice :

    Ho visto anche io lo spot e sono rimasto offeso dall’ultima frase: “Lasciatemi sognare sono un italiano” … perchè devo giocare, perchè sono un italiiano? io non gioco, credo che la lotteria sia come diceva Cavour “La tassa degli stolti”, e perchè sono un italiano devo farlo per forza?

    Credo sia meglio cambiare un po’ il testo della canzone.

    "Mi piace"

  4. Rosalba dice :

    Oddio ,mi vergogno da morire.Non ho mai giocato al lotto ,mai comprato un gratta e vinci ,mai comprato un biglietto di qualsivoglia lotteria.Allora io non rappresento l’Italia.Be…. menomale !

    "Mi piace"

  5. sarapintonello dice :

    beh..non nego di aver sprecato qualche euro nel corso dei miei 30 anni per tentare la fortuna…ma decisamente stiamo cadendo sempre più in basso…
    Il problema enorme è che con sta crisi c’è un sacco di gente che butta i pochissimo soldi che gli rimangono in sti cazzo di giochini!!!
    E come diceva il buon Gaber…”o non mi sento Italiano..ma per fortuna o purtroppo lo sono…”

    "Mi piace"

    • Gaia Conventi dice :

      Qualche euro al gioco non sono la morte di nessuno! 😀
      E’ quando ci si fa prendere la mano – e quando gli spot ti inducono a farlo – che la cosa inizia a stonare. Noi lo capiamo al volo, molti altri no… e quelli lì sono i piccioni che questi spot stanno cercando di impallinare. Non mi pare etico e nemmeno elegante.

      "Mi piace"

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: