“Orsacchiotto mamma Corallina” di Solange.

Ci sono libri che non ti spieghi: non mi spiego quelli di Pupo, quelli di Corona… e figuriamoci se riesco a dare un senso a quello di Solange!

Me lo ritrovo nella home di facebook e non posso trattenermi dall’indagare su quali passi avanti abbia fatto l’umanità grazie a questo libro. La sezione Cultural Book di Acar Edizioni risulta interessante e degna del libercolo. Inizio già a capirne di più.

Accanto a Orsacchiotto mamma Corallina troviamo perle come El Strasciaball.

Perchè cazzo non si vende questo libro? (Il copia-incolla è fedele, non chiedetemi perché…).

E Il lato buono della morte (evviva!).

Fermiamoci qui, prima di diventare troppo cultural.

Che racconta il libro di Solange? Facciamocelo dire da Una vita per il cinema, e non è una canzone di Elio.
Massimo Boldi – attenzione, non è facile beccare Boldi e Solange in una botta sola – si è prestato a farne la prefazione. Si è spinto oltre, definendo questo libro «straordinario».

Il libro di Solange è come un diario di viaggio – non vi sfugga il “come” – che inizia dal Castello di Sorci (Anghiari) – ovviamente a colpo d’occhio ho letto “sorci amari”, abbiate pazienza – residenza del principe Primetto Baralli e termina nello stesso luogo con quei portoni che si chiudono a raccogliere (come nel libro) i messaggi e le magie buone che si possono leggere e rileggere. Mi ricorda vagamente l’Agenda casa di Suor Germana.

Nel libro troviamo la prefazione di Massimo Boldi […] e una frase nel retro della copertina di Patty Pravo che recita: “Lo scopo della vita è l’evoluzione”. E il libro di Solange che ci azzecca?

Ma vediamo di approfondire il messaggio dell’opera. L’orsacchiotto è per Solange la sua mamma che rivive nel profumo, nella morbidezza e nel calore del peluche e che nella mente dell’autore ha il potere di rinnovare, quotidianamente, la sensazione di serenità e benessere che gli deriva dall’averla ancora al suo fianco.

Solange – che Wikipedia mi racconta essere sensitivo, conduttore televisivo, cantante e attore italiano – è nato nel 1952. E passa il suo tempo con un orsetto. Ora, pur capendo l’amore spassionato per la mamma – che ci sta, eh? la mamma è sempre la mamma – come può questa faccenda diventare un concetto esportabile al resto del mondo?

No, scusate, era una domanda seria. Smetto subito.

Il filo conduttore tra passato e presente è fondamentale per l’uomo, dice Solange. Oh, finalmente scopriamo l’acqua calda! Nel libro ci sono anche ricette, esperienze, consigli zodiacali e un messaggio del filosofo Angelo Nizzo che sottolinea il pericolo delle guerre e dell’odio, sempre incombenti, da contrastare con il grande potere della poesia e della musica. Acqua calda che va scoperta e riscoperta, non si sa mai che uno debba buttare su la pasta.

Insomma, il libro di Solange è un inno alla vita, alla gioia, un compagno di viaggio divertente, dove annotare impressioni, emozioni, un regalo da mettere sotto l’albero e un modo, il suo modo, per dire che la vita è bella. E già lo diceva Benigni.

Grazie al sito della Feltrinelli scopro che questo è un «libro a 360° per tutti, con fiabe e con immagini colorate che porteranno il lettore a valutare completamente la nostra esistenza aiutato dalla mano esperta di Solange». La mano esperta di Solange meriterebbe un dibattito: esperta in cosa? Ehm… lasciamo perdere.

Tag:, , ,

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

13 responses to ““Orsacchiotto mamma Corallina” di Solange.”

  1. Antonello Iannoni says :

    Uhmmmmm…quanto m’attizza stò Solange!
    Come faccio a perdermi il suo libro!
    Sarebbe un delitto contro l’umanità!
    Specie con la prefazione di “cipollino”!

    Scherzi a parte, torniamo sempre al punto di partenza.Come si fa a dare
    alle stampe i pensieri di uno che non ha una mazza da dire e, per dirlo,
    spreca 2/300 pagine di buona carta?
    Sarà, per caso, uno dei misteri irrisolti del cosmo? O la conferma della
    teoria, secondo la quale, essendo l’uomo arrivato al culmine del suo
    cammino, non può far altro che regredire?

    "Mi piace"

  2. minty says :

    Io credevo che Solange fosse truccatore e parrucchiere delle dive. Per quello pensavo fosse ‘mano esperta’ in permanenti. E invece, è tutta un’altra cosa.
    Tu pensa…

    "Mi piace"

  3. Daniela says :

    Non scelgo i libri dalla copertina, mai fatto…ma in questo caso dovrei veramente sforzarmi di andare oltre l’apparenza. Poi rileggo il titolo: orsacchiotto mamma corallina, non so perché ma m’inquieta peggio di IT. Mia mamma tanti anni fa (quando seguiva il Costanzo show) adorava Solange. Una sera si gira e mi fa: sai che volevo chiamarti Solange? Rimango impietrita. Meno male che quel famoso giorno le avevano dato una dose da cavallo di anestesia che la stese per intere ore dopo il cesario, e quel grandissimo tesoro del mio fratellone mi chiamò Daniela. Vedi un po’ te cosa ho rischiato! (che poi Solange è bello come nome intesi è il binomio che da italiana faccio che…ecco!)

    "Mi piace"

  4. Sonsierey says :

    Ora mi spiego come mai ci sono così tanti aspiranti tramisti in giro…

    "Mi piace"

  5. sarapintonello says :

    ecco…io avevo già problemi con il titolo!!! ho letto 2 volte “orsacchiotto corallina mamma” ok, non è che cambi molto dall’originale…però

    "Mi piace"

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: