Giovedì… gnocche! Un libro introvabile: “Sei più bella della mia capra. Cento lettere ad Angela Cavagna”.

https://i1.wp.com/i.imgur.com/dNhvi.jpg

Non è stato facile scovare una foto della Cavagna, nel senso che ne cercavo una vestita. Se vi state chiedendo chi sia questa siora così ben balconata, probabilmente avete meno di trentanni. Meglio allora fare un breve sunto delle doti artistiche di Angela Cavagna – doti ben visibili e mai nascoste – grazie a Wikipedia.

La siora Cavagna appare in tv – mirabilmente sana – tra gli anni ‘80 e ‘90, decenni di roba buona e roba tanta. La siora – già corista di Sabrina Salerno (gulp!) – partecipa a diversi programmi televisivi: a Trisitors, programma di dubbia intelligenza condotto dai Trettré, è in compagnia di Tinì Cansino (altra tizia che a svestirsi non è mai morta), mentre a Striscia la notizia dà il meglio come infermiera sexy. Le proteste non tardano ad arrivare, i medici si lamentano perché in ospedale gnocca così non ne gira. Di quegli anni anche la litigata con la Salerno a suon di tette rifatte: le tue sì, le mie no. Finirono anche in tribunale, eh… erano altri tempi.

https://i2.wp.com/i.imgur.com/rxt6i.jpg

Dopo Striscia la notizia, passa al TG delle vacanze condotto da Gigi e Andrea, lo spessore culturale è sempre piuttosto alto.

Non contenta, la siora Cavagna si dà anche alla musica. Nel 1992 incide Io vi curopiù che un disco… una minaccia ai timpani sani.

https://i2.wp.com/i.imgur.com/VMLYR.jpg

Se siete interessati alla tremenda carriera musicale di Angela Cavagna, potete consultare l’articolo di Orrore a 33 giri.

(Stendiamo un velo… di calcestruzzo).

Avendo intuito – ché la siora mica è scema! – d’essere piuttosto fotogenica, si concede alle copertine e ai paginoni centrali di mezzo mondo. Portate pazienza, ho messo un ops! sulla foto per non procurarvi un infarto mattiniero. La siora Cavagna non è siora timida!

https://i1.wp.com/i.imgur.com/pi1Q0.jpg

La ricordiamo con simpatia anche per la sua presunta e sbandierata verginità, custodita con cura fino al matrimonio. Qui trovate l’articolo da “Cronaca verità” del 1996.

Negli anni ‘90 fa l’inviata per il programma Detto tra noi, con Marta Marzotto e si dà al cinema: è Genuflessa nel film Chiavi in mano.

https://i1.wp.com/i.imgur.com/HTfLB.jpg

Be’, certo, la classe non è acqua!

Ma veniamo finalmente al libro di oggi, per “Giovedì gnocche” vi propongo l’introvabile – mannaggia, sarebbe un gran regalo di Natale! – Sei più bella della mia capra. Cento lettere ad Angela Cavagna.

Adnkronos – vergognandosi ancora adesso – ne riporta l’uscita in libreria, era il 1993: «Quasi 7.000 lettere in due anni e ora le missive della serie “Cara Angela, sei bellissima…”, condite da emozioni, richieste, fantasie varie, dirette all’infermiera più famosa d’Italia diventano un libro», il titolo – ma tu pensa! – è tratto da una delle dichiarazioni d’amore rivolte alla siora Cavagna. Non state a fare battute su pecora e pecorina, non sta bene.

Il blog della Cavagna gonfia il numero delle missive ricevute – «oltre trentamila lettere» – e sbandiera «una tiratura di 37.000 copie». Siamo sicuri? O qui gonfiamo tette e numeri?

Trovare la copertina è stata una vera impresa.

https://i1.wp.com/i.imgur.com/p0F2A.png

Fortunatamente la siora Cavagna si ricorda di questo libro – e siamo già in due –, e lo aggiunge alla biografia nel suo sito ufficiale. In caso lo trovaste a un mercatino, vi prego… voglio recensirlo.

Tag:, ,

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

7 responses to “Giovedì… gnocche! Un libro introvabile: “Sei più bella della mia capra. Cento lettere ad Angela Cavagna”.”

  1. Stranoforte says :

    Credo ne esista ancora qualche copia con le pagine incollate.

    "Mi piace"

  2. Daniela says :

    Gaia, adoro quando fai l’archeologa antropologa!

    "Mi piace"

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: