“La lettrice” di Annie François.

Poteva essere una lettura piacevole, tradotta da Francesco Bruno, un libricino da regalare agli amici bibliofili: poteva essere molte cose, poi l’autrice ha deciso che il suo ombelico era davvero interessante e occorreva parlarne. Con la scusa dei libri.

La siora Annie lavora in una casa editrice e non fa niente per nasconderlo, francese che più francese non si può – non odio la Francia, che avete capito?, semplicemente detesto i francesi in maniera bonaria – e amante dei libri. In maniera patologica. Ma va bene, eh? Anch’io ho tutte le turbe libresche possibili e immaginabili, ma evito di scriverci sopra un libro per svelarvi quanto sono figa. La siora Annie lo fa.

Mi sono imbattuta in un passaggio che un pochino ci riguarda, parla di un libro recensito da Giramenti: «Trovato Il palio delle contrade morte, di cui mi ero sbarazzata; lo riprendo: ha qualche limite, letterariamente, ma sul Palio non c’è niente di meglio» (pagina 29). E dunque anche la siora ci ha scovato delle pecche, qualcuno dovrebbe dirlo al Signor G.

Ah!, ovviamente la siora bibliofila non ci svela il nome del traduttore francese di Il palio delle contrade morte. Ma che je frega!, lei ama i libri e le gite attorno al suo ombelico. Il resto è roba da sfigati e addetti ai lavori. Roba per noi, insomma, che ci teniamo a scoprire chi ha tradotto il libercolo in francese: trattasi di Jean-Claude Zancarini. Dirlo ci sembrava importante.

Annunci

Tag:, , ,

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

23 responses to ““La lettrice” di Annie François.”

  1. Francesca says :

    Dopo avere letto Il danno non mi stupisco più di nulla… eppure ho l’impressione che questo pezzo di letteratura – ora, letteratura… parola grossa – potrebbe stupirmi…

    Mi piace

  2. impossiball says :

    Il Signor G.! Bei ricordi! 😀

    Mi piace

  3. moloch981 says :

    Oh, sì! Non è un libro orribile, ma alcune parti erano proprio irritanti.

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      Troppo irritante. Ma è poi vero che io mi irrito con niente, ecco perché non bisogna mai dare retta alle mie recensioni. Be’, recensioni… ‘ste robe qui, ecco.

      Mi piace

  4. mosco says :

    seflbellybuttonwatchers. suona figo eh? sono tanti tanti, han diritto all’ufficializzazione del loro nuovo (vecchio?) genere. ti pare?

    Mi piace

  5. minty says :

    [Mode Batman 1966: ON] Oh, per tutti i guardatori di ombelichi con lanugine! [Mode Batman 1966: OFF]
    Sento di poter sottoscrivere questo post riga per riga! Ho avuto anche io la malaugurata idea di misurarmi con la libritudine della signora François, e di uscirne odiando la sua infinita spocchia e il suo rimarcare quanto è figa con la scusa di raccontarti la letteratura. Irritante come l’ortica, ma più inutile: ché almeno con l’ortica, se la bolli, ci fai i ravioli, con la François lessata non saprei proprio…

    A proposito, spero davvero di non essere stata io a ‘passarti’ questo male: ricordo distintamente quando ‘cestinai’ il libro nello scatolone dei “via-da-qui!”, da cui poi innumerevoli (due o tre :P) conoscenti hanno ‘pescato’ a proprio gusto, e da cui ho io stessa attinto più volte per trovare i libri orridi da portare ai pranzi di Giramenti. Però ero convinta che il libro della siora Spocchia se lo fosse accattato una mia amica professoressa. O l’ho malauguratamente appiccicato a te? ?__?

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      Stai tranquilla, e non sentirti in colpa: questo libro l’ho comprato. Forse quel giorno non stavo bene. 😉

      Mi piace

      • minty says :

        Un reato in meno sulla mia fedina, allora! XD
        Che poi, conoscendoti, tu l’avrai almeno preso usato. Io credo di averlo comprato (o essermelo fatto regalare?) proprio nuovo, o forse sfruttando un buono acquisto.

        Non è questione di star male, è che ‘da fuori’ pareva davvero interessante. Non come quei libri che ti urlano ‘BUFALA!’ già dalla 4a di copertina. Bisognerebbe avere la palla di vetro per non buttare soldi in ‘ste sòle, alle volte… -_-

        Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: