7 febbraio 2014 alle 19.30: Giramenti e Giallo di zucca con Trampled Art a Milano.

Ve lo dico adesso e poi metterò nella colonna di destra il simbolo del Movimento: venerdì 7 febbraio 2014 sarò a Milano, alla Galleria d’Arte Deodato, con Trampled Art, arte calpestata.

E sarebbe? Be’, l’evento è una faccenda grossa e Trampled Art alzerà un bel polverone. Ecco il Manifesto e adesso vi spiego anche perché io e Trampled Art siamo parecchio imparentati.

 Giramenti e Giallo di zucca sono con Trampled Art

Un blog e un giallo comico per ridere e zittire un’editoria sull’orlo della crisi di nervi. Un mondo che si alimenta delle proprie bugie e degli autori che sbrana e sputa, una favola senza lieto fine fatta di case editrici a pagamento, concorsi letterari dai bandi truffaldini e recensioni di scambio.

In questa giostra dai cavalli dopati circola di tutto, un tutto che spesso va a discapito degli autori emergenti, buttati nell’arena senza sapere a cosa vanno incontro. Un sistema in cui mi sono gettata a capofitto da diversi anni e che ho subito imparato a riconoscere per quello che è: un gioco pericoloso dove le capacità d’ognuno perdono di valore, dove ciò che conta è sapersi vendere al meglio e dove gli editori hanno smesso di fare cultura. Gli editori vendono, e spesso nemmeno sanno cosa. Editing poco curati e traduttori poco pagati, vetrine di librerie cedute a caro prezzo e pile di bestseller che sorgono a oscurare il resto: la bibliodiversità va morendo e l’editoria se ne infischia.

Eccomi allora a scrivere un giallo alla vecchia maniera, senza parolacce, senza donnette nude. Un romanzo comico ambientato a Ferrara, piccola città di provincia, tentando di scansare le soluzioni facili e i meccanismi già fin troppo oliati. Nel testo e nei metodi di pubblicazione.

Giallo di zucca esce con una piccola casa editrice, senza che io mi sia vista chiedere alcun contributo in denaro e senza la pretesa di farmi acquistare copie del mio romanzo. Il libro riflette quanto racconto e quanto invito a fare su Giramenti: mai cedere alle richieste di un’editoria malata e mai recensire un libro per ottenere buoni contatti. Perché i mali dell’editoria non nascono da soli, l’autore compiacente e pagante dà il suo devastante contributo a quanto accade.

A questi autori voglio dire, ancora una volta, che la pubblicazione ottenuta a proprie spese non è un traguardo. Il sentirsi scrittori dopo aver pagato è la chimera di chi ha perso il rispetto per la propria arte.

E sono cose che ci diciamo da tempo, no? Ebbene, roba così non succede solo in editoria. Proposte indecenti non te le senti fare solo quando hai un manoscritto da piazzare. Quindi, onorata d’essere stata inclusa tra gli ospiti della serata e ben lieta di fare una capatina a Milano.

Seguite la pagina Facebook di Trampled Art per essere aggiornati sulle tante – e continue – novità. Ci vediamo a Milano!

Annunci

Tag:, , , , , , ,

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

26 responses to “7 febbraio 2014 alle 19.30: Giramenti e Giallo di zucca con Trampled Art a Milano.”

  1. sandra says :

    Io ancora più lieta visto che sono una milanese doc. Vai che ci si vede finalmont.

    Mi piace

  2. livingmovies says :

    Da Parma non ci si mette molto, io ci sarò!!! bella idea! 😀

    Mi piace

  3. nony1975 says :

    io mancherò giusto perché Sulmona è un tantino più lontana! ;))))))

    Mi piace

  4. sandra says :

    scusa ho lasciato gli occhiali a casa… ma tu a che ora sei circa? Sia chiaro che per te prendo pure ferie dall’ufficio (sei pure meglio delle scuse su eventuali cani moribondi) baci

    Mi piace

  5. ilcomizietto says :

    Io speriamo che ce la faccio. Domanda idiota: ma a che ora?

    Mi piace

  6. Liam says :

    Se mi riesce farò un salto. Hai già studiato la cofana da Trampled Art?

    Mi piace

  7. impossiball says :

    Noto con piacere che hanno messo una foto con cofana e bicchiere di vino già praticamente svuotato: un perfetto biglietto da visita, insomma 😀

    Mi piace

  8. Tenar says :

    Non potrò esserci, ma mando fin da ora un applauso virtuale

    Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: