Andar per concorsi: i bandi che amiamo.

Quante volte abbiamo suggerito ai concorsari neri di rileggere i propri bandi di concorso prima di metterli online? Tante. Troppe. Eppure, nonostante l’averlo ribadito – e nonostante il buonsenso lo suggerisca –, scovare bandi approssimativi è ormai la normalità.

Capita quindi che «Il concorso […] destinato a tutti coloro che amano la poesia e che vogliono cimentarsi nell’arte di scrivere», gara all’ultimo afflato poetico rivolta a «Chiunque» – o, specificando per i più distratti, «( studenti, lavoratori, impiegati, pensionati ecc… )» –, abbia qualche problema col T9.
Ma è aperto a tutti ed è gratuito, e di questo occorre rendere merito, visto come butta il periodo. Per partecipare «E’ sufficiente inviare una poesia o un pensiero, a tema libero, indifferentemente in rima o in prosa, in lingua italiana o francese». Il problema, però, si mostra in tutta la sua complessità poco dopo:

E allora diciamolo nuovamente, senza fare polemiche e senza voler passare per tipetti puntigliosi: i bandi di concorso sono il biglietto da visita di ogni manifestazione. Occorre proporli in maniera chiara e corretta, per il bene di tutti. Aiuta a incentivare le iscrizioni, semmai qualcuno non l’avesse ancora inteso.

Tra i tanti premi messi in palio dai vari concorsi, inutile dire che la pubblicazione resta la preda più ambita. Questo concorso, ad esempio, ne promette una di ben 32 pagine.

È poi il caso di ricordare ai concorsari neri che la promessa di far pubblicare il vincitore con una grossa casa editrice, senza specificare quale, è pratica che rasenta l’appuntamento al buio.

E fa sorridere il bando che, anche per la categoria «Poesia inedita ragazzi» chiede una «breve biografia» dell’autore. O quello che specifica: «I partecipanti devono avere da 6 a 90 anni».

Tralasciamo tutti i concorsi dai nomi ottimistici quali “Scrivi con noi”, “Tutti scrittori”, “Scrivi anche tu”. Spendere dieci euro per ricavarci una targa è il modo peggiore di cominciare. Volete cimentarvi per scoprire quanto valete? Bene, perfetto. Ma sappiate che targhe e coppe prendono polvere. E pigliano un sacco di spazio.

Interessante invece il concorso che, per soli dieci euro, mette in palio la «Coroncina donata da S.S. Papa Francesco». Certo sa un pochino di regalo riciclato…

Per oggi è tutto. Ed è pure troppo.

Annunci

Tag:

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

27 responses to “Andar per concorsi: i bandi che amiamo.”

  1. LFK says :

    Credo che il primo anCrà bene per me. Mi chiedo cosa ci sia sotto. Parteciperò per capirlo. Tanto possono partecipare tutti, mandando qualsiasi cosa. Potrei mandare una delle mie poesie dell’anima de li mortacci tua, chissà che non vinca. Però insisto: mille euro per una poesia? Mi pare una sparata grossa e CI DEVE essere qualcosa sotto. Non è per essere sospettosi, è per esserlo (sospettosi). Piuttosto, devo aspettare primavera. Credo che la fregatura stia tutta lì: da qui al 21 marzo me ne sono già dimenticato.
    Ma se tanto mi dà tanto, credo che lo annulleranno. Ho il sospetto che sia solo un modo come un altro per attirare visite al sito, ma sono una persona cattiva io. Sotto sotto lo sono, checché ne dica Impossiball. Dopotutto, come regolamento mi pare scarsino, anche se bisogna dire che siamo già alla quarta edizione (credo) e pare che le altre siano andate a buon fine. Ma insisto, DEVE esserci la fregatura e mi immolerò, se me lo ricorderò.

    Se vai a vedere il sito, inizia così la presentazione:

    “Giulia, Gina per gli amici”

    Come dire che mi chiamo Luca, Possanzio per gli amici. Mi ricorda mio zio Mario, che ho scoperto solo all’età di trent’anni che il suo nome, all’anagrafe, era ed è (ciao zio!) Pietro. Quindi siamo a tema. Saluto ancora mio zio Pietro, noto Mario.

    Mi piace

  2. Liam says :

    «E’ sufficiente inviare una poesia o un pensiero, a tema libero,

    partecipo a questo dove basta un pensiero. Sai com’è, la pigrizia…

    Mi piace

  3. livingmovies says :

    Che ne pensi di questo? mi è arrivato oggi via mail… non sembra malvagio, ma io non me ne intendo di concorsi 😀
    http://it.20lines.com/bigjump

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      Direi che questo si può fare.

      Mi piace

    • LFK says :

      Questo è un ottimo concorso secondo me. Ha un solo difetto: non devi aver pubblicato niente (o puoi aver auto pubblicato) dopo il 31/12/2012. Peccato, stavo preparando il malloppo da rifilargli. Ma potrei andare di pseudonimo, ne ho una decina. 😀

      Mi piace

      • livingmovies says :

        Io non potrei cmq perche’devo ancora rimetterci mano e non rientra comunque in nessuna di quelle categorie 😦

        Mi piace

        • LFK says :

          Sarò schietto: se devi rimetterci mano è un problema. Ma se fosse pronto lo manderei ugualmente. Se riesci a farlo passare per uno di quei generi (io lo farò) almeno hai visibilità e magari decidono di pubblicarti lo stesso. O al massimo ti nota qualche talent scout. Sognar non costa nulla.
          Io manderò e verrò squalificato. Il concorso è gratuito, e la squalifica non costa niente. Mi hai proprio convinto (non so se sto parlando con te o se mi sono auto convinto, scusa ma sono strano).

          Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: