“Hotel d’Alsace e altri due indirizzi” di Kazimierz Brandys.

Bello ma difficilmente raccontabile, vedrò di darvi qualche dritta… poi fate voi, ecco.

Trattasi di libricino – centoquaranta pagine e sbrisga – denso come la nebbia padana. Avete presente quei nebbioni a cui puoi appoggiare la bicicletta? Ecco, un libercolo così. Non lo diresti mai, e invece ti frega.
Un po’ come ti frega la copertina: l’edizione e/o – con traduzione dal polacco di Giovanna Tomassucci – sfoggia il faccione di Oscar Wilde.
Ora, una cosa bisogna dirla, Oscar Wilde non lascia mai indifferenti. E anzi, un consiglio spassionato, se volete citare qualcuno – soprattutto se a sproposito –, citate lui o Jim Morrison. Due tizi che stanno bene ovunque e che, a leggere gli status di Facebook, hanno detto le cose più fighe del mondo.

Ma due parole sul libro? Ecco, appunto, ci stavo arrivando…

Hotel d’Alsace è uno di quei libri che sono finiti a casa mia quasi per caso, direttamente dal banchetto dell’usato sicuro. Per tre euro mi lascio sempre tentare.
L’ho cominciato senza troppa convinzione e poi mi sono lasciata prendere. È un libro pieno di cose curiose: «Gli episodi che Brandys racconta divertono. Valga per tutti la descrizione della “mostruosa” famiglia creata da Gide e composta da una moglie cattolica, da alcuni amanti omosessuali, da una convivente con cui non ha rapporti sessuali, dalla figlia di questa e del di lei marito (un omosessuale impostole da Gide), una ragazza, quest’ultima, da cui lo scrittore (noto moralista) avrà una bambina…» (dalla quarta di copertina). Cacchio, è meglio di una telenovela!

Nel libro trovate vite, misfatti e paturnie di Oscar WildeAndré GidePaul Léautaud. E a leggere di loro, credetemi, vi sentirete finalmente normali.

Annunci

Tag:, , , , ,

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

3 responses to ““Hotel d’Alsace e altri due indirizzi” di Kazimierz Brandys.”

  1. minty says :

    Gossip letterario, eh? Fa sempre bene. Preso nota del titolo.
    Gracias! 😀

    Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: