Asociali sui social ma socializzanti se si twitta con l’hashtag #SalTo14.

«Quello dei social network è un mondo di solitari che gridano nella vana speranza che qualcuno li ascolti». Lo ha detto Ernesto Ferrero, direttore del Salone del libro di Torino, durante la conferenza stampa di presentazione dell’edizione 2014. «Al Salone invece – ha aggiunto – ci si parla, si discute e ci si guarda negli occhi» (fonte SIAE).

E fa davvero piacere sapere che al prossimo Salone, dove il filo conduttore è il Bene – con la b maiuscola, roba da lacrima all’occhio – tutto il male starà dalla parte dei social. Lo dice il sior Ferrero, direttore editoriale del Salone del libro, reputando gli internauti dei poveri sfigati. Urlanti e speranzosi d’essere notati.

Su Il Giornale, Alessandro Gnocchi fa notare che «il Salone stesso è presente nei social» e nelle giornate del salone «gli utenti di Twitter si raccoglieranno intorno all’hashtag #SalTo14 per commentare libri, acquisti e incontri». Gli stessi utenti – aggiungo io – che il resto dell’anno sono solitari e incazzosi, sbraitanti il niente ad altri solitari della stessa pasta, nella speranza che qualcuno se li fili.
Gnocchi ricorda al sior Ferrero, casomai servisse a riportarlo sano e salvo tra noi, che questo scambio di tweet è «un’ottima pubblicità (gratuita) per il Salone stesso e per il mondo della lettura in generale». Anche se il twittante deve poi pagare il biglietto d’ingresso. L’entrata costa dieci euro, qui riduzioni e offerte.

Quindi twittare con l’hashtag figherrimo è un bello spot a gratis per il Salone, ma il sior Ferrero si permette di pigliarci a pesci in faccia. Tanto noi solitari mica ci andiamo al Salone, mica siamo gente da Salone, magari non sappiamo nemmeno leggere…

Prima Online ribadisce – ribadiamolo, dai!, facciamoci del male – che il sior Ferrero ha parlato del Salone come di un luogo vivace dove “si discute, si parla, ci si confronta e ci si guarda negli occhi” in perfetta antitesi con i social network “un mondo di solitari che gridano in solitudine nella speranza che qualcuno li ascolti”.

Allora – almeno per quanto mi riguarda – andrò a Torino, sarò al Salone – il sabato e la domenica – ma di twittare “che bello e che figo il Salone del libro” non se ne parla proprio. Mi volete – solitaria e urlante – a ingrassare il vostro hashtag? Perfetto, allora pagatemi il disturbo.

Annunci

Tag:,

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

13 responses to “Asociali sui social ma socializzanti se si twitta con l’hashtag #SalTo14.”

  1. LFK says :

    E io quest’anno neanche ci sarò. Sarà per l’anno prossimo, quando mi consegneranno lo Strega direttamente al salone. Di casa mia. Infatti l’ho ordinato per berlo in compagnia.

    Mi piace

  2. mozart2006 says :

    In ogni caso, Twitter è una cosa per bimbiminkia e/o tramisti 🙂

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      Non sopravvalutare i tramisti! 😀

      Mi piace

    • impossiball says :

      Twitter in realtà è un ottimo strumento, sono semmai i bimbiminkia che lo intasano, ma non infastidiscono: ti permette di aggregare le cose che postano persone o società di cui ti interessa (dal vip al giornalista, dal blogger al portale). La stessa cosa la fa anche Facebook ma Twitter è molto meno dispersivo. Inoltre, essendoci meno gente, è più semplice interagire con i “vip” (di qualunque tipo siano) visto che sono meno subissati di commenti. Inoltre, non essendoci il concetto di amicizia, non devi essere amico di qualcuno per poterci interagire. Questo significa anche che, a meno che non metti il tuo account come privato, tutto quello che posti è pubblico, quindi la gestione della privacy sta all’accortezza del singolo.

      Mi piace

  3. impossiball says :

    cmq, questa affermazione, pregna di qualunquismo spicciolo, denota un fatto incontrovertibile: ‘sto tizio non ha capito una ceppa di come funzionano i social network. La gente convinta che i social network siano il male perchè sono in antitesi col contatto umano mi dà veramente fastidio. E’ tanto difficile capire che, invece, si integrano senza sostituirlo?

    Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: