Aggiornamenti al volo e rapido sondaggio…

Gentilissimi utentAmici, qui il problema degli anonimi e cojoni continua. A dire il vero, qualcuno l’abbiamo riconosciuto: trattasi di siora bionda, spesso incazzosa e convinta che tutto il mondo le remi contro. Poverina, ci fa pena. Alla sua età, poi…

Dunque, per tentare d’arginare lei e le turbe mentali dei suoi colleghi anonimi, qui si sta valutando l’iscrizione al blog: solo iscrivendosi si potrà commentare.
Sì, lo so, è una scocciatura, lo so benissimo. Porta via tempo e toglie spontaneità. È che ci piacerebbe fare uno scherzo a ‘sta gente con l’hobby dell’offesa anonima. Un piccolo dispetto che li metta davanti alla loro inutilità: dei vaffa non ci frega niente, li sistemiamo comodamente dove abbiamo parcheggiato gli altri. Ma tu, anonimo e anonima, ci devi mettere la faccia. È ora che cresci.

Ecco quindi il sondaggio. Terremo conto delle vostre risposte, state tranquilli. Nonostante qualche matto, sempre anonimo, ci abbia dato dei fascisti…


Cogliamo anche l’occasione per ricordare ai gentili amici che mettono il “mi piace” alla pagina Facebook del blog che noi non siamo soliti andare a raccattare “mipiacciamenti” sul web. Quel “mi piace” serve soltanto a seguirci tramite Facebook, se si tratta di un favore… be’, è un favore che noi non pretendiamo. Abbiamo l’insana abitudine di non andare a spasso per il web a rompere le scatole.

Gentile amica, l’unica cosa che chiediamo è di non essere infilati in questa giostra di “mi piace”. Detestiamo la spam, da sempre.
Se il blog “ti piace”, ne siamo contentissimi. Se dobbiamo ricambiare la cortesia, hai sbagliato blog.

Annunci

Tag:, ,

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

51 responses to “Aggiornamenti al volo e rapido sondaggio…”

  1. Mario Borghi says :

    E proprio lì volea abbaiare, il cagnolin della ziettaaaAaAaaAa

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      La zietta ha colpito ancora, ma dice sempre le stesse cose, racconta sempre le stesse panzane… Ecco perché risulta piuttosto riconoscibile.
      Aveva promesso di levarsi dal mondo alla dipartita del cane, invece sta ancora qui. Non che a qualcuno interessi saperla in salute o meno, ma se prometti e poi non mantieni… 😉

      (Ehi, zia, andiamo avanti a percularti o decidi di commentare con nome e cognome?).

      Mi piace

  2. LFK says :

    Ciao, ho messo il “mi piace” all’articolo. Potresti ricambiare nel mio articolo sugli Helicoplatters, gruppo emergente che fa cacare?

    Mi piace

  3. Gaia Conventi says :

    Niente da fare, l’utentessa anonima non ci arriva: se decidiamo per le iscrizioni, l’email di riferimento deve essere reale.
    Ah, visto che ci siamo, usa un pochino di fantasia… le tue email farlocche si assomigliano tutte.

    Mettici la faccia, una volta tanto. Che problemi ti fai?
    Se devi dire qualcosa d’intelligente, prego, accomodati. Ma se il tuo passatempo è infastidire il prossimo, poi non lamentarti se stai sulle palle all’universo.

    Mi piace

  4. mosco says :

    maaaa… ehm… la siora bionda incazzosa è piena di riccioli e li sbattacchia urbi et orbi?

    cmq, quarta risposta (non rientro mai nelle definizioni dei sondaggi): sinceramente mi rompe i cabasisi ma il blog è tuo, capisco i motivi, e vuoi che ti privi dei miei sagaci commenti solo a causa di un’iscrizione? giammai!

    Mi resta il dubbio: se si ircrive mr giuseppe.verdi@sailcavolo, lo cassi perché sospetto? e rosa.culetto@genitoricriminali.romagna ? come pensi di collegare email a una faccia? (la mia merita, peraltro :P)

    altra domanda: cosa piffero ci faccio davanti a un PC col sole là fuori?

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      *Niente riccioli, ma sbatacchia comunque le chiome.
      *La quarta risposta (tua) forse può essere accorpata alla terza (mia).
      *Se dell’email non trovo traccia sui social e sul web – ovviamente vale per le nuove email, quelle degli utentAmici le conosco – il tizio potrebbe ritrovarsi tra i cattivi. Pure a torto, eh? Ma il mondo è cattivo, molto cattivo.
      *Non so tu, io ho la febbre. Credo uscirò comunque, mi sto perdendo l’inaugurazione della nuova sede della mia contrada e mi scoccia parecchio. Più dei commentatori anonimi.

      😀

      Mi piace

  5. ilcomizietto says :

    Dico la mia come si conviene al mio allonimo…

    A naso direi che più dell’anonimità ti stiano sulle palle i troll, che creano aria puzzona senza aggiungere nulla alla discussione. Per esempio io ti ho sempre scritto, mi hai sempre pubblicato i commenti e, fino al 3 maggio di quest’anno, avrei potuto essere la tua vicina di casa. Il fatto di avere un blog e una mail valida non aggiunge molto alla mia rintracciabilità fisica che su internet è molto difficile raggiungere con certezza. (Un IP invece fa già subito un sospetto.)

    Fermo restando che sei a casa tua e le regole le fai tu e chi vuole dire scempiaggini lo faccia col suo account e il suo IP, detto in altre parole nazismo e fascismo non c’entrano, io ti porto all’attenzione il fatto wordpess consente di approvare automaticamente i commenti di chi si è comportato bene la prima volta e consente di creare una blacklist di utenti antipatici. È comunque uno sbattimento e una rottura di rotule, però forse è un compromesso fra “tutto aperto” e “solo iscritti”.

    Altri hanno deciso di conviverci, fino a quando non insultano terzi, e se hai una platea di commentatori scaltri, non rispondendo mai ai troll di solito dopo un po’ si stufano.

    Altri ancora hanno chiuso tutti i rubinetti e al diavolo i commenti.

    Sono scelte difficili.

    Ma numericamente quanti pensi che siano i troll?

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      *Mi stanno sulle palle le personcine che non ci mettono la faccia. Troll o non troll.
      *Il fatto di avere un blog e una mail valida non aggiunge molto alla mia rintracciabilità fisica che su internet è molto difficile raggiungere con certezza. Avere un blog e una email esistente faceva di te un commentatore raggiungibile in qualche modo. Uno che sul web ci sta davvero. Non ero interessata a conoscere il nome della tua mamma o il colore dei tuoi calzini. Ho un blog, non sono la Postale.
      *wordpess consente di approvare automaticamente i commenti di chi si è comportato bene la prima volta e consente di creare una blacklist di utenti antipatici. Giramenti funziona così più o meno da due anni.
      *Ma numericamente quanti pensi che siano i troll? Troppi per i miei gusti, e dopo un anno intero passato tra questura e quella buonanima del mio stalker, anche un solo troll mi crea già un certo disgusto. Come dicevo, detesto la gente che non ci mette la faccia, la trovo inadatta a respirare ossigeno.

      Detto questo, valuterò attentamente tutti i consigli. Poi deciderò come procedere.

      Mi piace

      • ilcomizietto says :

        Gaia, mi rendo conto che le nostre considerazioni pratiche sono di poco conforto e che la maggior parte le hai già testate… Sono veramente dispiaciuto della situazione e immagino quanto possa dar fastidio.

        Qualsiasi decisione tu prenda, ti leggerò sicuramente, magari commenterò un po’ meno.

        Per ogni altra esigenza sul tema sai come contattarmi.

        PS: il 90% dei miei calzini sono neri. Per non sbagliare. 🙂

        Mi piace

  6. impossiball says :

    Io amo perculate i troll per cui se li lasci liberi do commentare sono felice 😀

    Mi piace

  7. minty says :

    Sono un po’ perplessa all’idea. Non tanto per noi frequentatori abituali, quanto perché l’iscrizione obbligatoria rischia di bloccare un incolpevole commentatore occasionale che volesse lasciare un suo pensiero, ma che potrebbe farsi passare la voglia davanti alla “burocrazia”.
    Del resto, il blog è tuo, e solo tu sai quanti rompico**ioni ti tocca filtrare ‘evridei’. Valuta tu i pro e i contro ^^

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      *l’iscrizione obbligatoria rischia di bloccare un incolpevole commentatore occasionale, anche sentirsi dire che uno stalker abita troppo lontano per prenderti a sprangate è ingiusto. Difatti mi sono dovuta sorbire lui e la questura di Ferrara. E per simpatia li metto sullo stesso piano. Poi mi sono trincerata sui social e adesso sto valutando se metterci questa “burocrazia”, se non fare niente o se levare i commenti.
      Il mondo è brutto e cattivo, non vedo perché Giramenti dovrebbe farsene un problema. Mi spiace per vecchi e nuovi commentatori, ma vecchi e nuovi commentatori non passavano con me il due di gennaio in questura. Il mio 2014 è cominciato così, vorrei finisse meglio.

      Mi piace

      • mosco says :

        “Mi spiace per vecchi e nuovi commentatori, ma vecchi e nuovi commentatori non passavano con me il due di gennaio in questura. Il mio 2014 è cominciato così, vorrei finisse meglio.”

        Eh, capisco. Se una qualsiasi alternativa al chiudere i commenti funziona, adotta quella, chi ci tiene a te si adegua, gli altri amen.
        Hai raccolto attorno a te diverse persone interessanti, sarebbe un peccato disperderle chiudendo le loro voci.

        Capisco anche che ti stia divertendo un po’ meno, anche il mio di blog sta arrancando. Son fasi della presenza in rete, non sei la prima né sarai l’ultima. Però non sentirti in obbligo di postare ogni giorno, non sei “la Repubblica” in fin dei conti, fallo quando ne hai voglia, alleggerirsi dal dover postare a volte serve.

        PS: se dopo la questura si va a bere, l’anno prossimo ti accompagnamo in comitiva*

        * scherzo perché non è capitato a me, ma ci sono andata vicino

        Mi piace

      • minty says :

        Mi spiace per vecchi e nuovi commentatori, ma vecchi e nuovi commentatori non passavano con me il due di gennaio in questura.

        Gaia, ripeto, sei tu la proprietaria del blog, e sei tu che devi stabilire quale spazio di libertà lasciare ai “passanti”. A me, come frequentatrice abituale, in fin dei conti, cambia davvero poco. Se iscrizione dev’essere, che sia.
        Tu filtri a monte molti commenti molesti, quindi noi non abbiamo bene il polso della situazione. Io non ho idea di cosa succeda “là dietro”. Ma se ciò che accade è tale da toglierti tranquillità, entusiasmo, serenità o anche solo una marea di tempo che potresti riservare ad altro, o da provocarti grane anche più gravi, è sacrosanto che tu scelga di tutelarti, visto che ne hai i mezzi. Non ci vedo niente di male ^^

        Per il resto, quoto in toto il messaggio di Carlotta, qui sotto: prendi tutte le precauzioni necessarie, ma non sognarti neanche di mollarci, sai! è_é

        😛 ;D

        Apprò, buona guarigione! 🙂

        Mi piace

  8. sandraellery says :

    Bionda, alla sua età. AHHH ho temuto di essere io! : ) Guarda considerato che non so proprio come ci si iscrvia a un blog, e lo si nota dal mio blog che è molto piatto e poco social senza pulsanti bottoni e collegamenti, non so, però capisco che se la scocciatura continua e soprattutto scivola fino alla questura, occorre un rimedio forte e questo dell’iscrizione potrebbe essero, certo come una cattiva medicina con un certo numero di controindicazioni.
    Anonima bionda, dai il mondo non ce l’ha con te, abbiamo tutti le nostre grane, sai? Un bacione solidale Gaia, io ci sono, anche se per iscrivermi mi toccherà fare un corso tipo radio elettra lo faccio.

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      No, per carità!, nemmeno io amo le cose difficili.
      E certo non si può dare la colpa alla bionda attempata, non sarebbe giusto.
      Mettiamola così: si scrive “a gratis” finché è divertente. Se cala il divertimento, occorre guardarsi in giro. Gli utenti anonimi non sono il Male, poverini. Sono soltanto una scocciatura, ma scocciatura su scocciatura – e impegni che richiedono un pochino più d’attenzione – mi stanno portando a fare delle considerazioni.
      E mi prenderò tutto il tempo per arrivarci in fondo, senza fretta e senza che la programmazione dei prossimi giorni ne risenta. Poi valuterò. Senza spartire colpe e senza tirare in causa bionde a caso.

      Se deciderò che Giramenti mi diverte, Giramenti resterà quello di sempre. Se scoprirò che mi diverte meno del previsto, toccherà mettere l’iscrizione per commentare.
      Dovessi stabilire che Giramenti non mi diverte per niente, lo metterò in pausa. E andrò a fare altro. Il web funziona così, le cose durano finché sono simpatiche.
      Magari mi prendo i mesi estivi per combinare qualcosa di buono. Ancora non lo so.
      Nel frattempo il sondaggio è aperto, i commenti pure. Io mi godo la mia febbre, e penso a cosa mi conviene fare.

      Mi piace

  9. sandraellery says :

    sulla blog stufezza in particolar modo ne sto soffrendo parecchio anch’io. Ottima l’analisi sul web. Vado a scrivere all’editore il lungo elenco di refusi trovati nel suo/mio libro. Roba barbosa ma necessaria. Curati e mantieni alto il morale.

    Mi piace

  10. follettina747 says :

    Io sono d’accordo per la faccenda dell’iscrizione. Facciamola e santa notte, come si dice dalle parti mie 😀 Non ho problemi a metterci faccia e indirizzo mail, quindi se devi farlo per arginare i post di gente che soffre di malsane abitudini (perché rompere il cazzo agli altri è una malsana abitudine 😀 ) fallo pure 🙂
    Ps: buona guarigione!
    Esther

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      Grazie cara, vedo che hai capito il problema: metterci la faccia. Che non vuol dire poi dover commentare in maniera buonista o evitare lo scontro. Ma per carità! Se il post racconta cretinate o se la si pensa diversamente, è giusto dirlo. È già capitato diverse volte e nessuno si è fatto male.
      Quello che proprio non va è l’utente cazzeggiante, spesso molesto, che arriva qui e mi dice che sono una cattiva persona (no, non dice così, magari mi dà della baldracca). E non perché io non sia una cattiva persona – ma posso assicurare al mondo di non essere una baldracca -, e il fatto che tutti i giorni non vi riporti la top ten dell’insulto non vuol dire che la top ten non esista.
      Mi piacerebbe semplicemente – e direi che “semplicemente” rende l’idea – che a darmi della baldracca fosse tizio, proprio lui, con nome e cognome.
      Caro tizio, dimmi perché mi ritieni in affari, in quel genere d’affari, e magari posso spiegarti perché ho deciso di fare altro. Insomma, tizio, mettici il tuo bel faccino. Potrebbe saltare fuori che sei quel tale che insulta il primo che passa, o quell’altro che insulta perché ho detto male del concorso che organizza. Le motivazioni sono importanti. Poi io mi prendo comunque della baldracca, ma almeno so da chi. E posso rispondere in maniera corretta, senza sbraitare all’aria che tira.

      Tutto qui, ma magari domani mi passa, eh?
      Tanto, a forza di prendere dei nomi, la scorza è dura.

      Mi piace

  11. Carlotta says :

    Io la penso pressapoco come Minty anche se ho dato l’ok all’iscrizione. Persone che potrebbero divenire corrispondenti interessanti sarebbero magari dissuase dal lavoro burocratico da compiere. Certo riempire poche righe di dati non è come scalare una montagna camminando all’indietro ma la gente è così pigra! E sarebbe un peccato. Ma se è il tuo unico modo di difenderti dalla signora bionda e dai suoi compari, che iscrizione sia! Ti prego però di non farti venire in mente di chiudere tutto e darti alle presine o in alternativa al viaggio intorno al mondo. Hai tanti amici, fra i quali anche me e tutti noi apprezziamo il tuo umorismo corrosivo.
    .
    Mi permetti di scivolare un attimo nel patetico ( e non si ripeterà) ?
    Mi mancheresti moltissimo! ( sigh)

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      Carlotta mia, mi manchereste moltissimo anche voi, dallo per certo!
      Io nel frattempo ci penso, eh? Valuto la cosa più comoda per tutti – anonimi esclusi – e decido come muovermi.
      In caso mettessi in pausa il blog, sarebbe solo una pausa, niente di più. Devo essere sincera, sono indietro con un paio di lavori, devo valutare anche quello. Non che qualcuno mi sgridi – be’, ecco, qualcuno forse dovrebbe… -, ma devo certamente risolvere anche questo.
      Mosco giustamente mi consigliava di diradare un pochino i post. Tutte le mattine mi trovate qui, e mi fa piacere trovare voi. E se scovate qualche refuso, è perché i post li scrivo di notte. Qualche volta dormendo.
      Mosco ha ragione, forse dovrei prendermela con più calma. Meno spesso ma più sveglia mentre scrivo. Riuscendo anche a scrivere altro. E qui l’editore dovrebbe certamente sgridarmi, per fortuna è una brava persona… e mi sgrida ridendo. 😀

      Mi piace

  12. sandraellery says :

    In effetti non tutti i blog sono aggiornati ogni giorno ogni giorno ogni giorno, il tuo è figo anche per questo, una certezza ecco. E sugli anonimi io che c’ho sempre messo la faccia anche a dire cose assai scomode, non sull’editoria ma su una piaga chiamata infertilità, raccontando la mia storia, come rubrica in un blog, poi arrivavano i commenti anonimi, non tanto a me, ma verso blogger con trascorsi “peggiori” anche se va be’ non è che siam qui a far la classifica del dolore, dicevo commenti anonimi sull’accanirsi a volere un figlio “che se Dio a deciso che non puoi averli ci sarà un motivo”, cose di una cattiveria allucinante e ovviamente sempre anonimi. E io ogni volta a intervenire dicendo solo semplicemente come dici tu: “ma porca bindella se credi così tanto in quel che dici metticela sta faccia, firmati, dicci chi sei sul serio!!” Non se ne esce vivi, sono dei poveretti.
    Abbraccione

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      Ecco, i commenti anonimi in una faccenda parecchio seria come l’infertilità vanno ad aggiungersi ai reati per cui, a mio modesto avviso, il taglio di mani e lingua sarebbe indicato. Così il cojone tace, così il cojone smette di pigiare tasti. Troppo cattiva? 😉

      Mi piace

  13. tibi says :

    Ho votato per l’iscrizione obbligatoria. Gli utenti anonimi non li sopporto neanche io, almeno abbi il coraggio di metterci la faccia in quello che dici, altrimenti l’unica parola che mi viene in mente è codardia. Solo, se lo fai in questi giorni potrò sicuramente iscrivermi, altrimenti ci si ribecca la prossima settimana che giovedì parto e niente pc dietro 😉

    Mi piace

  14. sarapintonello says :

    Voto per l’iscrizione, anche se concordo con quanto ha detto minty, il rischio è di perdere qualche avventuriero di passaggio, ma come hai replicato, giustamente, il gioco non sempre vale la candela. Certo è che i fastidi li hai avuti tu e non pochi, quindi tuo legittimo diritto quello di mettere una iscrizione. I ci sono (anche se ultimamente commento poco)! Basta che non chiedi soldi ahahahahah

    Mi piace

  15. beltane64 says :

    Personalmente non sempre concordo con quanto scrivi, ma dal momento che mi piacciono i pareri intelligenti, leggo volentieri quasi tutti i post del blog (quelli che non leggo mi sfuggono per mancanza di tempo e non per mancanza di volontà). Se mi dite dove devo andare a iscrivermi, lo faccio più che volentieri. Ci metto anche il codice fiscale e il numero di scarpe, se serve.

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      Concordare su tutto non è facile, io devo accordarmi su ciò che penso al mattino e ciò che penso alla sera. Solitamente mi trovo a metà strada, verso le cinque del pomeriggio. 😉

      Mi piace

  16. PlatinumV says :

    Mi sono persa tutto l’accaduto e ci ho capito ancora meno. Due domande:
    1) mi fai un riassunto?
    2) toccherà mica essere iscritti a quell’orrore di fb per poter commentare/leggere il tuo blog? Dimmi di no, ti prego :-s

    Mi piace

    • mosco says :

      “2) toccherà mica essere iscritti a quell’orrore di fb per poter commentare/leggere il tuo blog? Dimmi di no, ti prego :-s”

      su questo ti rassicuro io: Zuckerberg non mi avrà. Eppure, come vedi, commento 🙂

      Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      Riassunto: per evitare la comparsa – ormai quotidiana – di utenti commentanti anonimi, è il caso d’inserire un modulo d’iscrizione al blog per poi poter commentare?
      Un modulo che non ha niente da spartire con Facebook, non ti preoccupare.

      Io ci sto ancora pensando, eh? Nel frattempo ho avuto qualche rogna più urgente, quindi i commentatori anonimi sono passati tra gli eccetera.

      Mi piace

  17. Simona says :

    Ho votato a favore dell’iscrizione, anche se con il congruo ritardo che da sempre contraddistingue me (soprattutto) e i miei ritmi di lavoro 😛
    Ho seguito da vicino tutta la vicenda del dementalker e sono del parere che un minimo di filtro più a monte del tuo a monte sia necessario.
    Non essendo blogger, non so nulla di nausee mattutine o serali da figliuol virtuale, ma non accetto l’idea che un manipolo di cazzoni possa togliere a te o a chiunque altro la serenità e l’allegria che stanno alla base di una passione, si tratti di lettura/letteratura, culinaria o pesca d’altura.
    Un abbraccio,
    Simona

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      Sto ancora decidendo come procedere, me la prendo comoda perché in questi giorni gli anonimi hanno preferito non farmi sapere cosa ne pensano.
      Ma gli ultimi arrivati sono trollini piccoli piccoli, niente di preoccupante. Era più fastidioso LUI, il tizio, ma non abbastanza per interessare la questura estense.
      Immagino sia questione di gusti. 😉

      Comunque sia, al momento l’opzione “iscrizione sì” è in netta maggioranza.
      Ringrazio comunque tutti quanti, pure i ni e i no. Vi siete presi la briga di votare, commentare, consigliare… insomma, vi siete presi la briga, ecco.
      Per il momento tutto procede come al solito. Dovessi incappare in qualche molestatore più folle degli altri, deciderò che fare e vi avvertirò per tempo.
      Come sempre e come è giusto.

      Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: