Andar per concorsi (a volte ritornano, come i peperoni).

Da qualche settimana non ci occupavamo più di concorsi letterari, diciamo che magari si stava bene anche senza.

Cosa vi proponiamo oggi? Un po’ di tutto, come al solito. Si può partecipare a un premio di «poesia poetika», alla sfilza di concorsi di Umbria Estate – dove «Sono richiesti i seguenti contributi per ogni concorso: 15,00 euro per una poesia, 25,00 euro per due poesie, 30,00 euro per tre poesie, 30,00 euro a libro edito, a racconto, a saggio e a silloge» ma «Non si accettano assegni inferiori a 30,00 euro» – o al concorso di poesie d’amore per precisini«Il concorso si articola in dieci sezioni: 1) Amore Puro; 2) Amore Sacro; 3) Amore Platonico; 4) Amore Felice; 5) Amore Infelice; 6) Amore Materno; 7) Amore Paterno; 8) Amore Filiale; 9) Amore Appassionato; 10) Amore Proibito» –  che premia anche con targhe «in Silver plated».

Non può mancare il concorso «sul tema della spiritualità e delle possibilità di esprimere la visione di ciò che ci attende dopo la morte» e che – da vivi – chiede dai venti ai trenta euro a sezione. E ricordate che «l’invio di un secondo racconto o libro comporta il raddoppio della quota». In questi casi preferisco tirare a Campari.

Tra le tante cose un po’ così e un po’ colà, troviamo anche l’annuncio di CasaSirio Editore, una nuova casa editrice che non promette mari e monti, e parla come magna. Ci è piaciuta subito. E ci piace anche la pagina Facebook«Siamo giovani. Anzi, siamo appena nati, sulla nostra carta d’Identità c’è scritto 2014. Siamo viziati, perché dopo anni di stage gratuiti o vergognosamente sottopagati abbiamo deciso che il nostro lavoro ci avrebbe dovuto dare da mangiare. Siamo politicamente scorretti, perché ci siamo rotti i coglioni di questo finto buonismo che pervade tutti. Siamo pop, perché ci si è dimenticati da troppo tempo da cosa deriva questa parola. Siamo sboccati, e ci crogioliamo nella nostra lingua. Siamo attenti, che a pubblicare 6000 libri all’anno son buoni tutti, a trovarne uno che funziona no. Siamo competenti, guardare per credere. Siamo unici, perché non c’è nessun over 30 tra di noi».
Be’, ragazzi, ancora non vi conosciamo… ma il vostro stile ci piace. Buon lavoro e buone pubblicazioni!

E finiamo in bellezza segnalando un concorso a cui diamo subito il nostro ambitissimo Premio del Grande Boh, eccolo qui, il concorso «OH BABBO!».
A noi è piaciuto moltissimo il pistolotto introduttivo: «IL PAPA’ è una figura centrale nella vita di ogni persona, complementare a quella materna. Il babbo ci sostiene, ci da forza, ci protegge; del papà abbiamo timore e riverenza, ma anche spirito di emulazione e ribellione». Il concorso è gratis ed è indetto da una casa editrice semi-EAP.
«Non siamo strutturati in modo tale da pubblicare gratuitamente: tutto questo presupporrebbe una struttura, con dei costi, che non ci possiamo permettere. Promozione, distribuzione, personale…E’ un passo troppo lungo per me, non me la sento di rischiare. Stiamo pubblicando gratuitamente i vincitori, questo è già importante», così racconta l’editore in questa intervista.
L’onestà paga sempre. Un po’ come noi…

 

Annunci

Tag:

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

8 responses to “Andar per concorsi (a volte ritornano, come i peperoni).”

  1. danven76 says :

    I “cari” concorsi letterari. Ché dico, meglio scrivere tre poesie tutte di fila così senza respirare ma nemmeno senza pensare e sganciare i 30 eurini piuttosto che 15 per una. Eh diamine è un affare.

    Mi piace

  2. ilcomizietto says :

    “Poesia poetika”: come già dissi altrove, il mio pacifismo estremo a volte mi pone dei problemi di coscienza. Chissà se su amazon vendono lanciafiamme… (liberamente ispirato da Calvin & Hobbes)

    Mi piace

  3. tibi says :

    L’ultima parte proprio non riesco a concepirla. Se non ci si sente di rischiare, se non si hanno le possibilità, ma perché aprire un’attività allora?

    Mi piace

  4. Natascia Mameli says :

    cavoli, e io adesso le mie dodici poesie sull’amore ‘fraterno’ dove le mando??!!

    Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: