Tramisti a tribordo. E due!

Arieccoci coi tramisti, se siete sopravvissuti alla prima puntata… adesso vi tocca subire la seconda.


Tante volte con quest’aria fresca e la musica tintinnante mi viene tutto un romanzo in mente e penso di riscrivere (meglio) i Malavoglia ma poi preferisco rimanere fissa in quella sensazione finchè tutto non si dilegua
Faccio la cosa giusta (non facendo)?

Cara tramista, se non stai facendo niente, allora stai facendo la cosa giusta.

Chi di voi ha pubblicato un libro?

Persino loro.

Mi spiegate come dovrei fare ? ad esempio per la copertina o il copyright?
E come funziona il fatto di spedirlo ad un’editore o pubblicarlo in proprio?

Gentile tramista, qualcosa mi dice che dovresti lasciar perdere.

Mi parlate di un personaggio?
O anche di voi stessi, va bene lo stesso, però vorrei che mi descriveste qualcuno. Non importa chi, se esiste o meno

Il dottore lo sa che hai smesso di prendere le pastiglie?

Posso utilizare un dizionario elfico gia esistente ho ne devo inventare uno?

Ti stai già inventando l’italiano, non ti basta?

voglio scrivere un libro

Tocchiamo ferro!

Tiziano, tutte le volte… ebbasta, su!

ma mi è sorto un dubbio volevo mettere gli elfi ma non so se posso utilizare

Lui è certo di questo «utilizare» quindi torniamo a toccare ferro.

un dizionario elfico (per la loro lingua madre) gia in uso? o ne devo inventare uno mio?

Scrivi in elfico e abbiamo risolto.

C’ho tutto un libro in testa, che però mi stanco a mettere giù?

Nel senso i pensieri van troppo veloci, devo rallentare per poter mettere tutto per iscritto.

Ah, ok, sei un genio. Scusa, non avevo capito.

Sono due velocità incompatibili.

Ma certo, tutto un libro in testa e solo due mani sulla tastiera…

Come faranno gli scrittori? Beati loro se hanno due velocità allineate.

O pensano più lentamente di te – che sei un genio – oppure hanno altre due mani di scorta.

E adesso mandate a letto i bambini, è il momento del siparietto hard.

Gli elfi hanno il pene?

Quesito scottante…

Abbastanza.

Sto cercando di convincere la mia ragazza che gli elfi di Tolkien non siano pene-dotati. Tipo Ken, insomma. Fatemi una mano

Non ti facciamo proprio niente, ci mancherebbe!
Per fortuna in suo soccorso accorrono gli utenti rispondenti…

Polipo concorda: «Hai ragione a loro basta uno sguardo..più intenso del normale…Quindi se ne vedi uno distogli lo sguardo tuo e della tua ragazza u.u». Eleonora ha qualche dubbio: «Ha ragione lei. O secondo te come si riproduco? Per scissione binaria? Mitosi? O spuntano dai fiori?».
Syd Barret sembra saperla… ehm… lunga: «invece hanno dei peni enormi (se rapportati alla loro stazza.). su youtube ci sono pure dei documentari».

Lo.Lola spiega: «Mi dispiace ma devo dare ragione alla tua ragazza, gli elfi come tutti gli esseri viventi (anche se gli elfi non esistono) hanno un pene». Ma Nicoladc89 non è convinto: «A me vengono in mente una quantità impressionante di esseri viventi privi di pene, i fiori, gli alberi, l’erba, i batteri, i virus ecc…. Per quanto riguarda gli Elfi credo che abbiano il pene, almeno gli Elfi maschi». Occorreva specificarlo.

Ebbene sì, Fabio è l’autore della domanda.

Fabio piace proprio a tutti.

Il caso dei baby-scrittori,che ne pensate?

Qui ne facciamo volentieri a meno.

Ciao a tutti,
è da un po’ di tempo,che mi pongo questa domanda.
Voi cosa n’è pensate dei baby-scrittori?

Attendiamo crescano.

Io sinceramente,penso,che le casi editrici accettino il manoscritto di molti,solo perché sono giovani,ed sono argomenti che a tutti noi,interessano!

Se le case editrici accettassero roba scritta così, favorirebbero l’analfabetismo di ritorno.

Però molti,non sono neanche interessanti,anzi,sono scritti malissimo:tipo quello di Elisa Rosso.
Che d’altronde,il contenuto è già visto e rivisto,scritto male e per lo più lei si sente “famosa”.
Dopo aver fatto cosa?

Un libro adatto ai bambini di cinque anni,che non sanno ancora cos’è il vero fantasy.

Non conosco questa Elisa Rosso, ma immagino sappia premere la barra spaziatrice dopo la virgola.

Andando,al punto,la domanda è:
Ma per quale motivo,le case editrici italiane,famose,o che abbiano un pò’ di visibilità,non aiutano gli esordienti?

Senza che loro debbano pagare cifre immense,ma manoscritti scadenti,e senza senso,li pubblicano?

Tu non pensi di scrivere un libro, dico bene?

Io,non,pretendo che loro aiutano gli esordienti,ma che dicono almeno sinceramente cosa ne pensano,del manoscritto.

Andrà bene un semplice “Che schifo!”.

Sì, ok, anche maialata è consentito.

Io sto scrivendo un libro,penso che sia originale,non la solita storia.
Il mio è un manoscritto,non solo urban fantasy ma anche dark e horror.

Già, perché al peggio non c’è limite.

Ed il mio racconto,non è copiato da libri,e mio personale,scritto con passione,perché la passione manca in questi giorni,ed io penso che pur di non farlo pubblicare adesso,e non lo leggono,lasciandolo li in disparte solo perché non attira,i ragazzi della mia età (essendo che anch’io sono una baby-scrittrice) ma quelli più grandi.
E pur di non farlo mai pubblicare,perché non è una copia,lo terrei li come trofeo!

Ecco, brava: fai così.

Annunci

Tag:,

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

28 responses to “Tramisti a tribordo. E due!”

  1. sandra says :

    Ci sarebbe, cara Gaia, da commentare ogni singola riga dei tramisti odierni, tuttavia mi limiterò all’ortografia malata dell’ultima: il trionfo della D eufonica “ed sono” e nell’estrema indecisione “pò'” con accento e apostrofo, così accontentiamo entrambi. Lasciamoli crescere questi baby tramisti, poi, se non se riusciranno a terminare i capolavori che hanno in mente, li manderanno alla Siora Mazzotta.
    Bacione

    Mi piace

  2. Tenar says :

    Impagabile come sempre. Io sono quella con l’amica che ha fatto la tesi sull’elfico, come non sentirmi tirata in causa? La questione della riproduzione elfica è stata più volte dibattuta e sviscerata peggio di una trota da fare al forno. L’unica certezza è che non funziona un gran che bene, dato che gli elfi sono immortali e pur tuttavia sono anche pochi. L’ipotesi che va per la maggiore è che si riproducano per talea. Nel caso incontrassi un elfo gli chiederò se per favore posso tagliargli una mano per metterla in un vaso e vedere se fa le radici…

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      Non mi sono mai occupata di elfi ed elfico, mi sa che mi sono persa roba interessante.
      Dunque la diceria dell’elfo che si esibisce su YouPorn non corrisponde al vero… 😀

      Mi piace

  3. Daniele says :

    L’ultima tramista sembra una persoa con un po’ di buon senso, ma cielo, che uso apocalittico delle virgole! È come se guidasse senza saper usare la frizione…

    Mi piace

  4. Alessandro Madeddu says :

    “Donne, è arrivato il virgolaio. Mettiamo virgole nelle vostre frasi…”

    Mi piace

  5. minty77 says :

    Tante volte con quest’aria fresca e la musica tintinnante mi viene tutto un romanzo in mente e penso di riscrivere (meglio) i Malavoglia

    Occhi sgranati e grande inarcata di sopracciglia: O_O

    Posso utilizare un dizionario elfico gia esistente ho ne devo inventare uno?

    Orrore e raccapriccio: :-O

    Gli elfi hanno il pene?

    Trasecolo per la sorpresa: !_!

    Voi cosa n’è pensate … ed sono … molti,non sono … un pò’ di … Io,non,pretendo che loro aiutano … lo terrei li

    O_O :-O !_! °_° é__è +_+ ;__; è__é

    E anche per oggi, la ginnastica per il viso è fatta! 😛

    Mi piace

  6. ilcomizietto says :

    Su una cosa sono sicuro: il pene enorme dell’elfo NON era su YouTube. (Una trasposizione de “Il Signore degli Ani”?)

    Il lato porn del tramista mi mancava! Ne voglio ancora! 😛

    Mi piace

  7. Andrea says :

    “Tante volte con quest’aria fresca e la musica tintinnante mi viene tutto un romanzo in mente e penso di riscrivere (meglio) i Malavoglia ma poi preferisco rimanere fissa in quella sensazione finchè tutto non si dilegua”

    Premesso che la musica tintinnante mi mancava, premesso che se un’idea ti rimane in testa dieci minuti e poi si dilegua non doveva essere ‘sta grande intuizione (e come aspettarsi qualcosa di diverso da una ragazza del genere?) io rimango veramente colpito dalla mancanza di umiltà: “Penso di riscrivere meglio i Malavoglia”. Sarei tentato di consigliare alla nuova Jane Austen di andare a lavorare (e dico solo lavorare perché non voglio trascendere) ma spero vivamente realizzi il suo progetto e poi, all’ennesimo rifiuto degli editori, inizi a ragionare. Chissà, forse capirà che la Terra gira intorno al Sole e non a questa nuova promessa della letteratura.

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      Abbiamo tentato di spiegare ai tramisti che scrivere non è così semplice e pubblicare non rientra tra i bisogni primari. Ci abbiamo provato in tutti modi, fino a stabilire che esiste una sola via. Una e una soltanto. Perculare i tramisti.
      Loro non capiranno comunque, ma almeno noi ci facciamo due risate. 😉

      Mi piace

  8. milly says :

    Oddio! Mi, è, venuto, il, singhiozzo, a, leggere, con, tutte, quelle, virgole, hic!

    (Ciao Gaia, è la prima volta che commento ma i tramisti non me li perdo mai e il venerdì si ride come pazzi in ufficio.)

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      Ehilà, Milly!
      Passa a trovarci quando vuoi. Se poi dovesse servirti un tramista, ti propongo una comoda adozione a distanza.
      Ci aggiungo una mountain bike e un piumone in regalo. Insomma, non puoi dirmi di no. 😉

      Mi piace

  9. spaventapassere says :

    Non ci posso credere. Vi seguo da mesi e sono (quasi) certo che i tramisti non esistono. Fate parte di una setta segreta – La Giovane Tramista – e ve li inventate. Comunque grazie, almeno rido

    Mi piace

  10. Nessuno says :

    È mezz’ora che rido per Tiziano Ferro 😀
    Ma io non capisco una cosa, se gli elfi non hanno il pene, come mai ce ne sono così tanti in giro?!

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      Tiziano Ferro fa contatto, mettiamola così. Tutte le volte che occorre toccare – non dico cosa -, lui spunta fuori.
      Poteva andarci peggio, ti immagini l’espressione “Toccare Moccia”?

      Per quanto riguarda gli elfi, comincio a dare credito all’ipotesi che l’organo riproduttivo elfico sia il cappello. Questo spiegherebbe il “testa di cazzo”, ma non mi sbilancio. E soprattutto non tocco ferr… ops! 😀

      Mi piace

      • Nessuno says :

        Hai ragione! Dev’essere assolutamente il cappello (meglio non cercare di immaginare come si riproducano).
        Non avevo idea che il fenomeno del tramismo fosse così diffuso! La gente deve sapere, servirebbero un paio di pubblicità progresso!

        Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: