La Pubblica Bettola di Stranoforte: sempre più pubblica e ora quasi reale… ma serve l’aiuto di tutti.

Mario lo racconta qui: «Ho deciso […] di aprire una sede della Bettola e per questa impresa ho aperto due raccolte fondi, l’importo globale da raccogliere che ho inserito è indicativo, ma per tutti quelli che vorranno concorrere a questa impresa ci sarà una piccola ricompensa». La Bettola aprirà in Sardegna e voi mi direte che non siete sardi, che in Sardegna non ci andate nemmeno d’estate e che, tutto sommato, vi siete rotti i coglioni delle associazioni culturali. Ok, non avete tutti i torti, ma Mario Borghi lo conoscete, la Bettola pure e sapete che l’oste e Giramenti condividono da anni una comune battaglia: sì alla cultura e no alla fuffa. No ai concorsi letterari truffaldini, alle case editrici a pagamento, alle marchette e ai bidè editoriali…

Insomma, io i miei soldini li ho donati volentieri. Pochini, mica uno stipendio, quelli che mi sembrava di poter dare. E sento d’averli spesi bene perché di Mario Borghi mi fido. Lui ci mette la faccia, noi mettiamoci un click su Paypal.

Qui i link per aderire alla raccolta fondi. Daje, gente!

Annunci

Tag:, , ,

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

One response to “La Pubblica Bettola di Stranoforte: sempre più pubblica e ora quasi reale… ma serve l’aiuto di tutti.”

  1. Mario Borghi says :

    (grazie)

    Valgono sempre le stesse regole: là dentro saremo inclementi vieppiù.

    Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: