Strani tramisti in transito.

Anno nuovo, tramisti vecchi. E la caccia continua!

Ok, armiamoci di pazienza e vocabolario adatto.

L’immagine l’ho scovata sul web, segno che qualcuno si era già armato in precedenza.

E dovresti leggere le altre!
La mia preferita è questa, in entrambe le versioni. Diamo spazio al topotramista, via col teatrino!

Morso topo di fogna? Aiuto!!!?

È il topo a dover chiedere aiuto? Chi ha morso chi? Tramista fatti capire, siamo preoccupati. Per il topo.

Due giorni fa stavo andando a funghi nel greto del torrente della mia città.

Dove crescono funghi allucinogeni e le caprette ti fanno ciao.

All’improvviso mi sono trovato davanti un ratto di grosse dimensioni (li ne girano parecchi), ho tentato di accarezzarlo

Come farebbe chiunque dotato di un quoziente intellettivo a una sola cifra.

[Perdonatemi quei puntini due per due, l’immagine è precotta].

ma quel ******** mi ha dato un bel morso alla mano. Li per li non mi sono preoccupato più di tanto, ma oggi la mia ferita è diventata viola, mi brucia e me la sento come pulsare.

E chissà quanto sta male il topo!

Cosa mi consigliate di fare? Per favore aiutatemi perché sto andando in paranoia. Grazie ancora

Questa era la prima versione, vediamo la seconda. Metti sia migl… ma no, ma figurati!

Morso ratto di fogna?

È il topastro di prima, lo chiama “ratto” per trarci in inganno. Furbissimo d’un tramista!

Stamane mi trovavo nel greto del torrente della mia città (pieno di topi di fogna enormi) a fare yoga.

Ecco, stavolta è più credibile: l’andare a funghi risultava davvero improbabile.

Ad un certo punto mi sono trovato davanti un topo enorme

e ho cercato di prenderlo in braccio,

Avendolo già accarezzato in precedenza, prenderlo in braccio era la mossa più intelligente da fare. Al prossimo quesito deciderà di fargli una proposta di matrimonio.

solo che quel ******** mi ha morso al braccio. Sul momento non ci ho fatto troppo caso ma adesso la ferita mi brucia molto ed è leggermente viola, per favore sapete se devo usare un particolare tipo di disinfettante? Grazie mille, sono veramente preoccupato.

Anche noi siamo preoccupati. Per il topo.
Ma non è finita qui! A sorpresa scovo la terza versione di questa tristissima vicenda di maltrattamento di topi di fogna.

Stamane mentre portavo a spasso il cane nel greto del fiume della mia città

Mentre col cane andavi a funghi facendo yoga, ché quelli bravi fanno così…

sono stato morso alla mano da un topo di fogna (presumo)

Magari era un topo di campagna, un topo di città… un topo d’appartamento no, o t’avrebbe rubato il cane e pure i funghi.

mentre stavo cercando di accarezzarlo.

Ma la pianti di mettere le mani addosso a ‘sta povera bestia???

È pericoloso il morso?

Non più della compagnia di un cretino.

Forse è necessario fare qualche vaccinazione?

Illuso! A te serve qualcosa di più forte. Vieni che ti spiego…

 

Tra l’altro la ferina è diventata un po scura e sento una specie di irritazione,

Forse è la stessa irritazione che provo io, nei tuoi confronti. Pensa a quanto può odiarti il topo!

sto iniziando a preoccuparmi. Grazie mille.

Pure noi siamo molto preoccupati, temiamo di ritrovarti con la quarta versione di ‘sta balla immonda.

Per favore, cercate di rispondere seriamente, non sto passando un buon momento. Grazie

Secondo me non guarisci.

Aiutiamolo! Non sta bene e un po’ si nota.

Blocco dello scrittore?

O gomito del tramista?

Il mio problema non è la msncanza di idee, bensì il non riuscire a metterle per iscritto.

Guarda, volevo dirtelo io.

Ho tante idee in testa ma mi sento impossibilitata a scrivere. Trovo sempre una scusa per procrastinare. È come se avessi paura, come se fossi già sicura che quello che scriverò farà schifo, quindi non mi ci metto neanche.
Cosa posso fare?

Altro.

E abbiamo l’utente rispondente che ne sa a pacchi!

Il tramista la sceglie come miglior risposta e poi le appioppa una sola stellina. Peccato, perché meritava almeno un Nobel.

Stavolta, invece, arriva l’utente rispondente che crede di sapere. E crede male, malissimo.

Aristo – che abbiamo già incontrato in questa puntata e pure lì ha fatto la sua degna figura – così spiega:

Prima devi trovare la Casa Editrice disposta a valutare positivamente il testo da te ideato,

Disposta gratis o disposta pagando?

e, di conseguenza, intenzionata ad offrirti un regolare contratto per la pubblicazione e la distribuzione del libro.

Attenti che adesso arriva il bello…

Se non sei una Scrittrice conosciuta, dunque alla prima esperienza, molto difficilmente ti offriranno detto contratto.

E quindi?

Al limite, l’Editore potrà essere favorevole alla stampa del libro … ma a tue spese (al contempo dovrai pensare tu ad offrirlo nelle varie Librerie).

Ah, ok, l’editore decide di fare il tipografo.

Prova a contattare la nota Casa Editrice ALBATROS di Roma, solitamente rischia sulle/sui giovani Autrici/Autori …

Rischia? Ma come fa a rischiare qualcosa – qualsiasi cosa – se la pubblicazione la paga l’autore?

editando ad un prezzo accessibile le prime uscite ed offrendo alcune promozioni librarie.

Certamente, un prezzo accessibile. Fanno pure sconti agli allocchi, vai tranquillo.

Per diventare un autore di libri di vario genere(Horror,Fantastico,Roman… liceo mi consigliate di fare?

Che liceo fanno le veline, i calciatori e i tronisti? Ecco, devi fare quello lì. Funziona alla grande.

Beh,per diventare un autore,so che il classico mi indirizzerebbe su questa strada,ma non sono convinto di volerlo fare e poi mi insegnerebbero più lingue del tipo latino,greco ecc..

Tutta roba che non serve a niente. Oggi, per scrivere libri, anche l’italiano è superfluo.

Esistono anche altri indirizzi?

Cerca quello di Lourdes, ma non credo che là qualcuno voglia rimetterci la faccia.

Annunci

Tag:, ,

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

26 responses to “Strani tramisti in transito.”

  1. sedcetta says :

    Buon 2015 Gaia! Mi domando… ma qualcuno ha risposto alla faccenda del topo? Qui si tratta di evidenti molestie, almeno la protezione animali dovrebbe intervenire.

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      Ciao Cetta, buon 2015.
      Per scoprire cosa succede ai quesiti, occorre cliccare sulle immagini di Yahoo.
      I quesiti sono sempre cliccabili, perché Giramenti è come Disneyland: il divertimento non finisce mai. 😀

      Mi piace

  2. LFK says :

    Qualcuno spieghi al tizio che se il greto del fiume è pieno di topi di fogna, è meglio starci lontano dal fiume, perché tanto pulito non è.

    Mi piace

  3. ilcomizietto says :

    Spero non abbia figli, l’aspirante al premio Darwin e molestatore di topi. La specie umana potrà solo migliorare senza la sua progenie. Noi, a scanso di equivoci, stiamo dalla parte del topo di fogna, reale o immaginario che sia.

    Il dizionario bimbominkiese lo metto nella lista dei desideri di anobii. 🙂

    Mi piace

  4. chiaralorenzetti says :

    Io adesso vorrei proprio sapere del topo; dove vado a chiedere?
    Sai Gaia, io un po’ li amo tutti questi aspiranti scrittori; proporrei di raccoglierti tutti e poi darli alla befana che se li tiene per una settimana, sia mai che poi scompaiano per sempre 🙂
    Buon Anno!

    Mi piace

  5. Daniele says :

    Non capisco il perché delle balle sul topo – forse cercava di dare vita a un nuovo creepypasta, vai a sapere, ma se non se lo sono filati al primo giro… Slenderman batte topo infetto 3 a 0.

    Stupendo il tizio che spiega i vari stadi del lutt… del diventare scrittori! XD

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      Eh, poverino, lui è convinto: il fatto del topo, e racconta e racconta, per lui è già un’esperienza da mettere in curriculum.
      I tramisti sono fatti così, senza cura e senza speranza. 😀
      Poi, per fortuna, all’orizzonte spunta anche un anti-tramisti degno d’applausi. Ma gente così è sempre troppo poca!

      Mi piace

  6. mozart2006 says :

    Ahimè, qui mancano i topi di biblioteca… razza estinta direi, a leggere sta roba!
    Buon 2015 a tutti tranne che a questa banda di fulminati!

    Mi piace

  7. minty77 says :

    La domanda è sempre quella: perché qualcuno dovrebbe inventare una balla e scalmanarsi a raccontarla urbi et orbi se, in quella fola, passa da cretino patentato?
    O dobbiamo credere che tante differenti versioni della stessa mentecatta storia si debbano al veleno tremendo del ratto di fogna che ha già raggiunto il cervello del malcapitato?
    Ma poi, soprattutto, ci vuole precisione nelle cose: si trattava di un topo, di un ratto o di una nutria (che in molti, erroneamente, scambiano per mega-ratti)?
    Ché le cose cambiano, eh! Anche nel veleno terribile che tali belve ti propinano! 😛

    Mi piace ‘sta idea della scuola superiore che ti fa scrittore di default. Mi pare pure giusto: fai Geometri ed esci Geometra, fai Ragioneria ed esci Ragioniere, fai il Classico ed esci…

    http://it.wikipedia.org/wiki/Liceo_classico_statale_Giulio_Cesare#Allievi_celebri

    Sì, cioè… Sabina Ciuffini, Maurizio Costanzo, Moccia, er Piotta, Willwoosh… ok, per fortuna che ho fatto lo Scientifico! °_°

    Per il resto, qualcuno denunci Aristo. Mi pare ormai chiaro che sia un inviato Albatros addetto alla pesca di allocchi su YA.

    Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: