Ops, ho pestato una merla! Paperblog… e se io me ne volessi andare? (Rilancio il post della siora Beretta Mazzotta, che se ne vuole andare ma non può).

Leggo questo post della siora Beretta Mazzotta e mi dico che qualcuno deve imparare a stare al mondo: aggregare notizie va bene, ma se ti dico che non voglio più essere aggregato alla famigliola dei paperblogger, tu devi darmi retta. E invece pare proprio che stare su Paperblog sia una scelta di vita: una volta fatta, non si torna più indietro. E a me ‘ste cose rompono.

Sembra anche che non sia soltanto la siora Beretta Mazzotta ad avere questo problema, altri che vogliono mollare l’aggregatore non riescono ad avere udienza dallo staff. Ahhhh… come mi rompe ‘sta faccenda! Eccomi allora a decidere che pure io me ne voglio andare: se questo è il modo di trattare i blogger che ti danno da campare coi loro post, allora voglio levarmi da Paperblog. Ché io devo rompere i coglioni alla gente che lavora alla razzo di rane, alla gente che non risponde, alla gente che si fa i cazzi propri e ti aggrega pure se non vuoi, devo. È una missione.

Ho riempito il modulo che sta su Paperblog e ho proprio detto così: voi trattare male chi vuole lasciarvi, voi non rispondete a chi se ne vuole andare… e allora me ne vado pure io. Occorre pestare una merla per decidere di dare ascolto anche a chi, per un motivo o per l’altro, ha deciso che non vuole più collaborare a Paperblog? Ok, bene, merla pestata. Vediamo che succede…

Annunci

Tag:, ,

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

15 responses to “Ops, ho pestato una merla! Paperblog… e se io me ne volessi andare? (Rilancio il post della siora Beretta Mazzotta, che se ne vuole andare ma non può).”

  1. LFK says :

    Io sono stato molto più carino: al posto del mio blog ho messo il loro indirizzo. Ora vanno in loop…

    Mi piace

  2. chiaralorenzetti says :

    Mi sono sempre chiesta se qualcuno legge paperblog.

    Mi piace

  3. minty77 says :

    L’utilità (per modo di dire) di quei così lì, tipo Paperblog, la si riscontra solo nel caso dei blogger che vogliono fare i furbetti e ‘lavarsi’ la reputazione dopo aver pestato qualche merla: ai tempi dello ‘scandalo’ sui litblog che avevano segnalato/recensito tutti lo stesso libro nello stesso momento per dimostrare che… ecco, scoppiato il bubbone, alcuni si erano affrettati a cancellare tutto dai propri blog, sperando di far dimenticare molto velocemente il loro coinvolgimento nell’ “esperimento”. Peccato per loro che Paperblog non fece sparire quei contenuti altrettanto velocemente… *evilgrin* 😀

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      Quell’esperimento resta memorabile e da quell’esperimento ho imparato parecchio: un blog seguito da utentAmici – che sono ben diversi dagli “utenti e basta” – può tenere a bada novanta blog. Contemporaneamente.
      Ma io già lo sapevo, eh? Me lo sentivo che Giramenti con voi avrebbe tenuto botta. Quella faccenda “spinosa e spiritosa” ha definitivamente sancito il passaggio di Giramenti da blog a ultimo avamposto. Qui teniamo botta sempre, teniamo botta a tutto. 😉

      Mi piace

  4. Mario Borghi says :

    C’era un periodo in cui Paperblog non pubblicava più i miei post, presumo a seguito di qualche segnalazione. Poi sono tornati. Ho provato anche io a Scancellarmi, vediamo.

    Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: