Tramisti maestosi e malmostosi (prima parte).

Lieti di riavervi qui. Voi ci siete, noi ci siamo e i tramisti di certo non mancano. Ok, possiamo partire.

Oggi cominciamo parlando di creazione.

I soliti esagerati! Non quella Creazione, una creazione più in piccolo: la creazione di un romanzo.

Un autore emergente potrebbe mai avere il diritto di copiare una grossa idea o uno spunto appartenente ad un manga, ad un altro film o ad un’altra storia già famosa ed inserirla nel suo libro senza copiare le frasi o gli avvenimenti precisi? Intendo copiare solo uno spunto principale ed inserirlo in una storia simile, ma diversa?

Il sacrosanto diritto di copiare. Amen.

Ma sì, dai, l’importante è leggere.

Evitando di firmarti, magari…

Noi siamo internazionali: abbiamo i somari ferraresi.


Vi piace la trama di questa storia? in cosa la correggereste?
Allora in questa storia c’è un hacker giapponese che vive a napoli. Ha un half-brother che è proprio un figlio di puttana. Questo qui, pazzo suonato vuole far esplodere la sua classe con una bomba se non ottiene dei soldi dal preside.

Il quesito non esiste più e il tramista è già nell’album di figurine della Postale.

Arriva l’utente rispondente, e arriva da Marte mica dall’America. Me lo dice il suo idioma.


e bisogna vedre com ‘ questa filastrocca, se è bella, o meno
inzia a pubblicarla o su delle pagie di FB dove pubblicno le poesie, pagine di poesie e su alcuni siti di internet sempre dove pubblicano le poesie.

Mitico il commento dell’autore, autore del quesito e della filastrocca.


Caro lui!, dormi tranquillo.

Devo scegliere il titolo per un “libro”

Libro tra virgolette fa sempre la sua porca figura.

che parla di una ragazza che come migliori amici ha quattro ragazzi di una band e…beh insomma la sua vita (c’è anche un lato drammatico). Voi leggereste un libro con un titolo come: “vita a ritmo” o: “rock nel sangue”?

Gentile tramista anonima, qui il titolo è il minore dei mali. Io, semplicemente, non leggerei un libro con questa trama.

A quel punto leggerò solo il titolo.

Se no, avreste titoli da consigliarmi? Ah, io scrivo con un tono ironico.

Che qui non si nota.

Di: “Il mondo fa paura, la musica no” che ne pensate? Troppo lungo?

Troppo e basta. Troppo titolo, troppo libro… occorre levare qualcosa. Il titolo e il libro, magari.

PLIN PLON: Ricordiamo al gentile tramista che anche la ditta che si occupa di manutenzione del verde alla sede della Mondadori lavora, a suo modo, nell’editoria.

Aiuto! cerco un testo letto qualche tempo fa, spiegava perchè bisogna farsi pagare per il lavoro fatto e non bisogna mai farlo gratis?
Spiegava perchè bisogna sempre farsi pagare altrimenti la gente crede che il lavoro che fai non ha valore e cose del genere

E cose del genere, certo. Vediamo cosa consiglia l’utente rispondente…

Cosa c’è da spiegare, che non capiresti da solo?
Fatti dare del prosciutto dal salumiere e quando vai alla cassa prova a non pagarlo, vedrai che ti sapranno spiegare benissimo tutta la faccenda.
Non se ne uscirà mai finchè resisterà una mentalità che induce a dover ‘giustificare’ una prestazione.

Sì, ok, ma stai tentando di spiegarlo a un tramista.

Dello stesso autore anche…


Un tizio destinato a “fare in proprio” solo sfogliando riviste hard.


Purtroppo anche questa domanda è andata persa.

Quali servizi posso offrire a qualcuno io senza essere iscritto in nessun albo senza nessun pezzo di carta?
Per esempio: Suonare per qualcuno Prestare soldi a qualcuno Scrivere un libro per qualcuno Dipingere un quadro per qualcuno Altre idee?

Nessun albo, nessuna laurea, nessun diploma. In effetti l’idea di prestare soldi a strozzo non è malaccio, occorre tenerla in considerazione.


Dello stesso autore anche…


A forza di dire che molti libri sono scritti col culo, poi qualcuno fa confusione. E parecchia.

Ancora lui:

Ebbene, da tempo esiste un sito – che non linkerò – che spiega come fare soldi in questo modo. Stranamente i tizi dell’immagine sono tutti vestiti.

Sempre lui…


Idem…

A questo punto l’idea di fare lo strozzino continua a sembrarmi la più attuabile.

Annunci

Tag:,

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

15 responses to “Tramisti maestosi e malmostosi (prima parte).”

  1. LFK says :

    Scusa, è tutto molto chiaro tranne questo passaggio: “che come migliori amici ha quattro ragazzi di una band e…beh insomma la sua vita”.
    Ha come migliori amici quattro ragazzi e la propria vita? Certo che, a parte i quattro bandisti, ha scelto un amico di merla…

    Mi piace

  2. sandraellery says :

    O lo strozzino o li strozziamo. Buon venerdì Gaia, non è venerdì senza tramisti. Ieri ho saputo di dover togliere un altro neo. Non so se il protocollo prevede anche sta volta che la sera prima si ceni insieme 😀 un neo all’anno: occorre capirse se ho più nei o anni davanti a me, domanda degna di un tramista.
    Bacione

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      Ciao cara, non so se riusciremo a cenare prima, ma magari riusciremo a pranzare poi. Il 22 a Modena. 😀
      In bocca al lupo per il piccolo – ma rompe le balle comunque – intervento.

      Baci 🙂

      Mi piace

      • sandraellery says :

        Per rispettare la regola chiederò di fare il piccolo ma rognoso intervento, sta volta è in zona tibiale, il giorno dopo il pranzo Giramenti. modenese. Lunedì ho già appuntamento telefonico con la dermatologa che avrà già parlato col chirurgo, farò presente la cosa 😀

        Mi piace

  3. mozart2006 says :

    Spieghiamo all’ ultimo tizio come ci si suicida in modo rapido e con poche sofferenze?

    Mi piace

  4. Daniele says :

    Il tizio che cerca lavoro aspira a più carriere della Barbie! Mancano solo il pappone e il cacciatore di topi col flauto – tempo fa ne cercavano uno a Hamelin…

    Mi piace

  5. minty77 says :

    Un autore emergente potrebbe mai avere il diritto di copiare una grossa idea o uno spunto appartenente ad un manga, ad un altro film o ad un’altra storia già famosa

    MABBASTA CON ‘STI SCAPPATI DAI SITI DI FANFICTION!!! Quando la capiranno che farsi le seghe mentali (e non) su manga e tv non equivale a creare una struttura valida per un romanzo?! E no, E.L. James non è un contro-esempio consono: non mi risulta siano romanzi, quelli. Schiuma editoriale, magari, marchetta, pure, ma romanzi… non esageriamo! -_-

    Come posso inviare una lettera d’amore anonima?

    Ed ecco a voi il D-I-S-A-G-I-O. Il disagio delle nuove generazioni che ignorano completamente che esiste qualcosa oltre Facebook e Whatsapp, e che sì, in questo mondo puoi ancora (non si sa bene per quanto, ma intanto…) facilmente mandare messaggi cartacei, con carta e penna, e ‘dimenticando’ di firmarli.
    Anche l’utente rispondente ignora questo straordinario progresso umano chiamato ‘posta’, e infatti gli consiglia di usare… Ask.
    Sacchettooooo! -___-

    c’è un hacker giapponese che vive a napoli. Ha un half-brother che è proprio un figlio di puttana. Questo qui, pazzo suonato vuole far esplodere la sua classe con una bomba

    Mi sfugge perché un hacker giapponese debba vivere a Napoli, ma ancor di più perché abbia un half-brother e non un fratellastro. Poi c’è tutta la storia della bomba e… l’hacker giapponese che fine ha fatto? Aiut! °_°

    una ragazza che come migliori amici ha quattro ragazzi di una band e…

    Altre fanfiction? -__-

    A quello che cerca “lavoro”: ecco, sì, la legione straniera mi pare qualcosa di adatto, in effetti.

    Sul giardiniere che fa il correttore di bossi ho fatto la ola! ^____^

    Mi piace

  6. mosco says :

    Si impara anche dai tramisti, avresti detto?
    conoscevo i cowboy, i camboy mi mancavano (anche se sempre in area vacche lavorano…)

    Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: