Ti presento un tramista: il geGNo della lampadina.

Gentili amici, stamattina la puntata dei tramisti sarà dedicata al tramismo da laboratorio. Occasione ghiotta per conoscere da vicino il nostro nuovo soggetto degno di studio: il geGNo della lampadina. Gli abbiamo persino dedicato un tag, sulla fiducia.

Esiste una biblioteca comunale che regala PDF anziché prestare libri cartacei da restituire ?
Perché fare il viaggio di ritorno, mi disturba non poco.

All’inizio stavo per assegnare una pensione e una badante a questo caso umano per poi passare oltre. Per fortuna il mio fiuto tramistico mi ha ben consigliato di saperne di più: così ho scovato le perle che vado a proporvi.

Lo scopo di tassare i libri cartacei solo al 4% e le altre cose 22%, serve per privilegiare la chiesa cattolica la quale vuole vendere tante bibbie cartacee?

Avete presente la chiamata alle armi di “un libro è un libro” e conseguente “grazie al cazzo” degli editori? Ecco, parlatene col vostro parroco: potrebbe sapere qualcosa che sfugge a molti, ma non alla kasta della kiesa kattolica.

Non sarebbe meraviglioso andare da quello che **** gli alberi, e tassare a MONTE i fogli di carta 100 euro ogni metro quadrato di carta ?
io dico che sarebbe meraviglioso !

Per prima cosa occorre capire chi è il tizio in questione e cosa fa a questi benedetti alberi. Stabilito questo bisogna tassare a monte, nota località geografica e cartaria, i fogli ricavati non si sa come e da chi: cento euro a metro quadro. E tutto questo è certamente meraviglioso, ma mai quanto un TSO aggratis. Provare per credere!

Perché il pellet è tassato con IVA al 22% ed invece le riviste cartacee solo al 4% ? Non sono ambedue provenienti dal legno ?

Hai provato a farti una cultura leggendo il pellet? Probabilmente sì, e questo è il risultato.

Anzi !
Il pellet serve per scaldare le famiglie povere, mentre invece le riviste cartacee servono per sostenere le bugie dei poteri forti.

Certo, ci mancherebbe! Guarda, fai così: caccia le riviste nella stufa. E continua a leggere il pellet.

Anche per agevolare la chiesa cattolica che vende la Bibbia in formato cartaceo e non in formato PDF.

Ancora con questa storia, ma non sarai un po’ fissato? E poi, scusa, ma dove lo vedi tutto ‘sto smercio di Bibbie? Sì e no nei fantalibri di Dan Brown.

Ma di lui, ammettiamolo, ci piace soprattutto la raffinatezza e la lucidità.

Voi ambientalisti ignoranti che fate tanto casino per la deturpazione del paesaggio da parte di pale eoliche.?

È il caso di dire: che palle ‘ste pale!

Che ne dite di fare casino perché non va bene segare alberi per fare libri cartacei ?

No, niente, ormai non ci dorme più la notte.

Lo sapete che i libri cartacei hanno una tassazione IVA che è soltanto il 4% contro le altre cose che è 22 % ?

Tipo il pellet, certo.

Questo non invoglia ad acquistare tanti libri cartacei e di conseguenza segare tanti alberi. ?

Caro geGNo, non so quale sia il tuo problema, ma tu sei un tizio che va seguito. E non intendo dire che devono correrti dietro per infilarti una camicia di forza, non intendo dirlo perché mi sembra fin troppo evidente. Quindi mi abbono al tuo profilo, sento che puoi darci grandi soddisfazioni!

E poi arriviamo all’apoteosi, sedetevi perché rischiate di farvi male…

Cosa è che impedisce di estrapolare il codice fiscale dal DNA della persona maggiorenne ?

Magari l’Iva sul pellet e la Bibbia su carta?

So che il codice DNA è lungo centinaia di milioni di caratteri, si tratta quindi di prendere solo alcuni dati in posizioni prestabilite per comporre un codice lungo massimo 1000 caratteri, e non utilizzare più lo stupido codice fiscale di adesso che è lungo solo 16 caratteri puzzolenti.

Pensate sia finita qui? Eh, illusi!

Dunque, come già vi annunciavo, questo tizio d’ora in poi avrà il suo tag: il geGNo della lampadina. Lo rivedrete ancora, statene certi.

Annunci

Tag:, ,

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

35 responses to “Ti presento un tramista: il geGNo della lampadina.”

  1. sandraellery says :

    Il codice fiscale dal DNA sto malissimo! 😀 😀 😀 😀 😀 😀 Buona giornata.

    Mi piace

  2. LFK says :

    Ma che gli è preso a questo? Sarà un parente dell’AIE?
    Comunque l’idea che il pellet serva ai poveri per il fuoco, considerando il costo dello stesso e il costo di una stufa a pellet, mi lascia perplesso.

    Mi piace

  3. Daniele says :

    La questione è complessa.
    Con l’IVA al 4% le case si riempono di libri, ma con l’IVA al 22% sul pellet, la gente sarà costretta a buttare le vagonate di libri che ha comprato nella stufa!
    È un gombloddo per trasformarci tutti in nazisti!!1!1

    Mi piace

  4. Maio Borghi says :

    Quella delle bugie dei forti però, ammettiamolo, è geGnale.

    Mi piace

  5. sarapintonello says :

    ma il pellet questo lo usa al posto del tabacco O.o

    Mi piace

  6. Simona says :

    Una strenua battaglia contro l’abbattimento inconsulto di alberi… per risparmiargli la fatica di tornare dalla biblioteca carico (see, come no!) di libri???
    Ma questo è fuori più di una piccionaia (cit.)!

    Mi piace

  7. mozart2006 says :

    Mancava solo il tramista complottista. Prevedo un futuro roseo per i produttori di spigoli 😀

    Mi piace

  8. tibi says :

    Il codice fiscale dal DNA. Stavo per cadere dalla sedia. Questa me la salvo.

    Mi piace

  9. Bia says :

    Ma se i 16 caratteri del codice fiscale, invece che puzzolenti, fossero profumati al gelsomino? Eh? Io quasi quasi glielo propongo, al geGno…

    Mi piace

  10. minty77 says :

    [Adam Kadmon mode: ON]
    Di tutte le cose che si fanno con un albero abbattuto, costui se la prende solo con la carta stampata? Qual è il motivo? Perché non avvia anche una campagna contro l’uso di armadi in massello e tavoli in noce? Eh? Eh? Cos’è, lo paga la lobby dei costruttori di mobili per caso? Cosa c’è, davvero, dietro?
    [[Adam Kadmon mode: OFF]

    Certo, un codice fiscale di 1000 caratteri estratto dal DNA in cambio di uno ‘puzzone’ da 16 caratteri preso dai dati personali. Perché non ci abbiamo mai pensato prima? Sarà comodissimo da riportare sui documenti, sulle bolle d’accompagnamento e sulle denunce dei redditi, no?
    Soprattutto, quanta carta in più servirà per stampare i nuovi atti ‘decorati’ da cotanto codice fiscal-genetico? Eh? Eh?

    Secondo me un TSO è poco, per ‘sto geGno. A meno che la S non stia per Schiacciasassi…

    (Grazie, Gaia. Oggi avevo proprio bisogno di farmi strappare un sorriso)

    Mi piace

  11. adelemarini says :

    Perché prendersela solo con la carta stampata? Esiste anche la carta igienica per produrre la quale si abbattono alberi. Intravedo una magnifica sinergia fra i rotoli a quattro veli e il pellet.

    Mi piace

  12. mosco says :

    “che palle ‘ste pale!” e che sega con ‘ste seghe!
    i pellet invece maturano sugli alberi, che quindi non vanno segati. Filari e filari di alberi da pellet.

    Mi piace

  13. ilcomizietto says :

    (Modalità razionalista on)
    1) I pdf gratis della biblioteca esistono già:

    http://cubi.medialibrary.it

    Anche se i pdf sono epub e chi dice di leggere pdf io lo metto in una mia speciale lista nera.
    2) Molti libri ormai sono ecologicamente corretti, e anche molti fazzoletti e la carta igienica. Tutte da fonti di cellulosa controllate e/o da carta riciclata. In altre parole: nessuna riduzione di boschi.
    3) Per il codice fiscale dal DNA consiglio la visione del film Gattaca. Se pensiamo che l’attuale fisco sia perverso, tenete conto che alla perversione non c’è fine. Si può sempre fare di peggio. Io mi tengo stretti i miei schifosissimi e merdosi 16 caratteri.
    (Modalità razionalista off)

    Bene. Ora il Gegno deve dirci se quella che ha è una dote naturale o si aiuta con delle sostanze. Se sono legali, è pregato di farcele conoscere. Potrei diventare molto simpatico alle feste!

    Mi piace

  14. ellagadda says :

    La sparata finale però ha effettivamente qualcosa di geniale, o forse la vedo così perché tante volte mi son trovata a pensare che effettivamente una buona scarica di proiettili potrebbe risolvere molti problemi 😀

    Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: