Libri che – aridaje – mai più senza! (Seconda parte)

Seconda parte dello strabiliante – ed ennesimo – post dedicato ai libri incredibili e introvabili. Ma, sia chiaro, se poi uno ci crede e li cerca…

Promettere miracoli non è da tutti. Per fortuna.

Ami. Un amico dalle stelle, il non plus ultra degli amori a distanza!

I soldi non sono un problema, il problema sei tu!, un libro per «Imparare a ottimizzare la propria gestione del denaro; Imparare – sì, con la maiuscola dopo il punto e virgola, non fate tante storie – ad attrarre i soldi, attirando le giuste situazioni economiche; Imparare – idem – la magia di essere nel posto giusto al momento giusto». E fino all’ottimizzazione del denaro posso anche starci, ma attrarre i soldi e essere nel posto giusto al momento giusto… Non sarà promettere troppo per dieci euro e sbrisga? Pare di no, almeno leggendo i commenti: «Bellissimo libro. Pratico e molto istruttivo. Ne ordino subito altre quattro copie per le mie amiche», dice Fiorella. Che, per fortuna, non annovero tra le mie amicizie.

Di Il santo, il surfista e l’amministratore delegato avevamo già parlato in una occasione precedente. Chi l’ha comprato e letto ne dice un gran bene, a me basta sapere che Coelho lo consiglia caldamente.

E io, da quel furbacchione di Coelho, non mi farei consigliare nemmeno i sali da bagno.

Tu sai più di quanto credi, e poi non stupiamoci se i tramisti vogliono scrivere libri su libri: loro sanno di sapere. E se trovano pure chi gli dà ragione…

I cinque livelli dell’attaccamento, il sesto potrebbe essere quello del gattino attaccato ai maroni.

Incontra il tuo angelo custode. E si intende “da vivi”, non state a ravanarvi gli zebedei.

Amarsi nella pancia riceve pareri molto positivi. Noi scegliamo di deliziarvi con quello di Antonio:

Cambia il tuo cervello, cambia la tua vita. Il cognome dell’autore lo completa alla perfezione: Amen.

Manuale di lettura del pensieroSecondo Susanna – che avrebbe potuto limitarsi a pensarlo, altrimenti a che serve il manuale? – è «Bellissimo e veramente affascinante questo libro che ha anticipato la pratica del mentalismo. Curioso sapere che l’autore venne fatto uccidere da Hitler perché ne aveva predetto la tragica fine. E’ chiaro che era molto più che un semplice artista da palcoscenico». Uno più cinico di me farebbe presente che Hitler ha fatto fuori parecchia gente.

50 semplici coccole per far felice il tuo gatto, forse esiste un seguito con le coccole complesse.

La porta senza porta, e non è un manuale dedicato agli infissi.

Angeli in astronave, per viaggiare informati e in buona compagnia.

I Pensieri che colpiscono – ahia! – sono quelli di Bruce Lee. Potevamo fare senza? Pare di no.

Il coraggio di diventare ricchi ha una copertina deliziosa e dice cose così: «Per mirare alla ricchezza e raggiungerla non è necessario essere nati in una famiglia agiata, possedere una bellezza fenomenale, avere relazioni altolocate, essere dotati di un Q.I. elevato o essere un personaggio fuori dal comune. Tutti possono farcela, anche tu!». Anche tu non mi pare un gran complimento.

Da non sottovalutare Impariamo a diventare ricchi, perché «Diventare ricchi è un sogno per molti, ma non tutti aspirano a possedere l’impero di Bill Gates o i miliardi di Donald Trump». Infatti poi ci trovi indicazioni di questo tipo: «che cosa serve per diventare multimilionari».

Musicoterapia per le ossessioni, il soundtrack che tutti stavamo aspettando!

Dimagrire è più facile che ingrassare. E sapete dove sta il trucco? La scheda libresca me lo racconta così: «[…] risulta del tutto indifferente se, cosa e quanto mangi, perché la perdita di peso avviene attraverso una diversa consapevolezza e un diverso approccio emotivo da instaurare nel momento in cui ti siedi a tavola». Cavolo, averci pensato prima! Prima di ingrassare, intendo.

Esprimere la collera senza perdere le staffe, ché manco ‘sta soddisfazione ci possiamo togliere!

Che fare quando tutto va male? Tirare due madonne aiuta.

Anche questa seconda puntata si conclude con una panoramica libresca di titoli imperdibili. Per qualcuno, almeno.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Come vedete, cambiare in meglio si può. È cambiare l’editoria che risulta ostico.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Toccate pure ferro. O, in alternativa, pigliate uno spigolo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

E la finiamo qui. Finalmente!
Attenti perché manca ancora la terza parte…

Annunci

Tag:,

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

18 responses to “Libri che – aridaje – mai più senza! (Seconda parte)”

  1. sandraellery says :

    La porta senza porta è quella della sala di casa mia, che i precedenti proprietari han ben pensato di tirare giù e allargare a dismisura. Fa ‘na gran scena, ma io a volte vorrei chiudere la porta senza porta, tipo quando cucino il pesce.
    Per il resto in generale si tratta di libri per aprire la mente, ché la porta non si può, verso una felicità senza soldi, con amore, massaggi alla pancia, cure varie, fino a morire senza paura. In pratica ti costruisci la vita perfetta, peccato che l’hai buttata via a leggere ste robe. Bacio

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      Già, hai la vita perfetta ma non hai più tempo di spenderla. Comincio a credere che tutti questi manuali siano il Male. 😀

      *Ciao cara, un bacio e buona settimana!

      Mi piace

  2. ilcomizietto says :

    L’immagine di apertura è inquietante. Che cappero di siti frequenti, Gaia? Cioè, su YP non è che guardo proprio tutte le sezioni. Certe le salto. 🙂

    Quelli per cui i soldi non sono un problema, immagino siano tutti ricchi. (State alla larga da chi dice che i soldi non sono un problema. Usareanno i vostri.)

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      In realtà faccio una ricerca per immagini in base a quello che voglio cacciare qui. Quindi devo avere una fantasia piuttosto malata, questo è certo.
      Per quanto riguarda quelli che “i soldi non sono un problema”, meglio tener stretto il portafoglio: se sanno dove beccare i quattrini, hanno già intravisto dove li tieni. 😉
      Tu lo sai, io lo so. Meglio ribadirlo per i cuori teneri.

      Mi piace

  3. minty77 says :

    “Angeli in astronave” è un titolo che ha del meraviglioso. Peccato io tema che il contenuto non lo sia altrettanto. 😛

    Avrei purtroppo a chi regalare “Cosa fare quando tutto va male?”, mentre trovo affascinante “Musicoterapia delle ossessioni”: promette gran relax (con quella copertina, poi!).

    Credo che nell’ultima carrellata la strega sia Eulusina, e non Culusina. E ho il sospetto potrebbe essere un fraintendimento con “Eleusina”; ma d’altra parte non ho abbastanza stima di chi pubblica ‘ste cose per credere conosca la scuola misterica omonima. Chissà! O_o

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      “Angeli in astronave” promette bene, ma certo ho paura di sapere cosa. 😉
      Di scuola misterica non so granché ma temo di non essere la sola. Per fortuna certe cose non le scrivo.

      Mi piace

  4. Alessandro Madeddu says :

    “Tu sai più di quanto credi”: pianeta di buonisti, nessuno che prenda l’insipiente per la collottola e gli urli in faccia “Studia prima di parlare, porc#@àé*[@#[+ò]&$”]!”

    Mi piace

  5. newwhitebear says :

    Grazie, Gaia. Questa short list di libri imperdibili (sì imperdibili, perché se li perdi te li riportano indietro se sei gentile, altrimenti volano all’altezza degli occhi) mi fa sentire più ricco (d cultura ma più povero economicamente).
    Se non ci fossi tu, ti dovrebbero inventare. 😀

    Mi piace

  6. rainbowman56 says :

    L’ha ribloggato su Rainbowman56's Blog.

    Mi piace

  7. Mario Borghi says :

    Il libro che insegna a leggere nel pensiero lo vorrei, anche se temo di riuscire a indovinare, anche senza sfogliarlo, cosa pensano taluni di me.

    Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: