Il Libraio di maggio 2015: quinta e ultima puntata con ciliegina sulla storta.

Se proprio volete leggere le altre puntate: qui la primaqui la secondaqui la terza e qui la quarta. E adesso arriva il gran finale!

Curiosità e cure acculturanti


Nelle mani di uno “scrittore facebookiano” potrebbe rivelarsi un’arma di distruzione di maroni di massa.


E vorrebbe dire qualcosa?


Diceva mia nonna.

Che potrebbe sembrare una cosa geniale se non fosse…


Grazie, sto bene così.


Cose che credevo di trovare soltanto nel catalogo de Il Giardino dei Libri.


Fantascienza.


E poi nasce un tramista.


Dei cosa???
Azz, certe trovate sono degne di Giramenti!


E resta nei bordi.


Va bene per tutti i traumi, è meglio del Lasonil.


La mia soluzione è la strafottenza, non è giapponese ma funziona uguale.

I convincenti: sì, ok, ne prendo due copie


Ah, certo, tutti lì a contare i giorni…


Stanno ultimando i lavori.


Attenti, mi raccomando!


Ak, ok, ma ha anche qualche pregio?


Tutte le volte. In tutti i numeri della rivista. Da sempre.
E ancora la trovano una battuta simpatica… Illusi!


Straordinario, ricorda tizio, caio e sempronio. Mica da tutti, eh?


Parte la nuova campagna “Un litro, un libro”.


Lo spottone taglia unica: va bene per qualunque thriller più o meno psicologico, più o meno incalzante.

Concludiamo questo special lungo come la messa cantata dedicato a Il Libraio di maggio 2015 facendo nostre le parole del sempiterno Premio Nobel, ché ormai se non anteponi il titolo nemmeno ti risponde…


E chiediamo i danni per “noia da spottoni”.

Annunci

Tag:

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

2 responses to “Il Libraio di maggio 2015: quinta e ultima puntata con ciliegina sulla storta.”

  1. Daniele says :

    Non vedrò più la bocciofila con gli stessi occhi!
    Vale, come fascetta? 😛

    Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: