Recensioni, stelline… Amazon s’incazza e Giramenti non fa più media.

Sì, lo so, non ve ne frega niente delle recensioni farlocche di Amazon. Anzi, non ve ne frega in generale, includendo quelle vere, reali, pensate e meditate. Ormai siamo così abituati al peggio – allo scambio, al bidè editoriale – che cominciamo a dirci che i trip à la Trip Advisor non meritano il nostro tempo. E Amazon deve aver colto l’andazzo.

Così, tanto per mostrare un cicinìn di buona volontà, «Amazon fa causa a oltre 1000 utenti».
Come racconta l’ANSA, «Amazon ha avviato un’azione legale contro un migliaio di persone, accusate di aver scritto false recensioni, dietro compenso, di prodotti che il colosso dell’e-commerce vende in Usa». Ah, ok, per un attimo avevo temuto facesse causa a tutte le fuffe fuffate, pure a quelle gratuite. E infatti il numero non mi tornava, mille utenti truffaldini mi sembravano pochi. Ma diciamo che è già qualcosa, ché un fatto è affossare un titolo – o leccargli la quarta di copertina – per un piccolo tornaconto editoriale. Vero, presunto, agognato. Altra faccenda è raccontare balle per soldi, ecco, quello proprio non va. Quindi non fatelo, non è bello, non sta bene.

Restando vagamente in tema, e infatti il titolo lo urla, Giramenti ha tolto tutte le stelline dalle sue recensioni su Anobii. Se ne parlava qualche giorno fa nei commenti a un post, mi ero detta poco convinta della volta celeste di Anobii, le stelline raramente si attagliavano ai miei commenti al tomo: ahimè, mancano le mezze stelline, il quarto di stellina… Che fare? Levare, siori miei, levare. Su Anobii restano le mie ciance – linkate al blog – e basta. Così la media non si sballa per colpa di un brutto bloggaccio infame e cattivo, la media può campare tranquilla e gli autori pure. E poi qui si va controcorrente: ai lettori che lasciano solo stelline – e commenti in bianco –, rispondiamo col commento senza stelle. Perché noi siamo gente semplice, e ci mettiamo la firma non il firmamento.

Advertisements

Tag:, ,

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

6 responses to “Recensioni, stelline… Amazon s’incazza e Giramenti non fa più media.”

  1. Daniele says :

    Per Anobii: non è che ora le tue 0 stellette fanno media? :O
    Per Amazon: forse, in Amazzonia temono di perdere troppi clienti/utenti, a denunciare tutti i farloccanti recensori 😛

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      Le “non stelline” non dovrebbero fare media, non avrebbe senso: non si esprime alcun “giudizio stellare”. Poi, sia detto, anobii a casa sua fa come vuole.
      Per quanto riguarda amazon, immagino sia impossibile stanare tutte le recefuffe. Ci si può provare, ma anche qui conviene confidare sul buonsenso dei lettori: solitamente meno cretini di stelle e recefuffatori.

      Mi piace

  2. tibi says :

    Bel post.
    Amazon non l’ho mai usato per i libri e Anobii l’ho abbandonato per Goodreads, lo trovo molto più vicino alla mia idea di comunità.

    Mi piace

  3. minty77 says :

    Io, per santa pigrizia, sono di quelli che su anobii ha quasi sempre solo messo stelline, e quasi mai commenti (soprattutto perché non mi andava di foraggiare bimbiminkia che, invece di fare i compiti, copia-incollano dal web pure i commenti ai libri che avrebbero dovuto leggere…). Poi magari (o magari no) raffinavo il parere sui gruppi/forum (laddove rintracciare un commento è tecnicamente impossibile, grazie all’inanità tecnica dei programmatori anobiici).

    Poi a fine 2014 le ‘novità’ tirate fuori dallo staff mondadoriano di anobii mi sono andate per traverso, e da allora ho sospeso qualsiasi tipo di contributo al sito (su cui rimango unicamente per la community che si è creata), stelline comprese. E ho riaperto il blog 😀 (anche se ci posto molto blandamente).
    Che anobii faccia media con qualcos’altro, soprattutto dopo che è invalso l’uso, sul sito, di posizionare sempre e comunque in cima all’elenco dei voti su una scheda quelli alti. E se quelli bassi restano oltre la decima posizione, è impossibile vederli e rintracciarli. Ah, l’editoria del bidè applicata al web!

    Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: