Giovedì… gnocche: la trama ludico-sportiva per spogliarelli da spogliatoio.

Avevo abbandonato la rubrica dopo che – complice il modulo contatti – avevo ricevuto l’ennesima proposta pecoreccia, e certo non capita a tutti di sentirsi fare proposte “a pecora” da malcelati somari. In questi casi quel che disturba di più – cari somari che arrivate qui cercando “a pecora” su Google – non sono tanto gli inviti galanti – la galanteria è morta male – quanto, invece, la mancanza di fantasia. O di punteggiatura.

L’immagine è cliccabile, come vedete qui non si butta via niente. Del resto, si sa, del maiale…

Ma ogni tanto la rubrica va rispolverata, soprattutto quando gli amici scandagliano il web per poterti inviare certi omaggi. Eccoci allora a parlare di Castigata in Serie A. Quel “castigata” non vi tragga in inganno, non sta per “tutta casa e chiesa”. Diciamo che è una siurina che subisce un castigo, e qui castigo implica sculacciate poco fanciullesche. Insomma, leggetevi Una parola al giorno – bello infilare cose intelligenti in post cretini – per saperne di più. A me lasciate il grande piacere – e si accende una sigaretta accavallando le gambe – di proporvi la trama stracciamutande di questo giovedì.

Serena Coscina, prosperosa assistente allenatrice della Lumentus, squadra di calcio giovanile candidata in serie A, incontra i calciatori per la prima volta dopo il ritiro preparatorio per il campionato: un mese intero senza sesso. Quando la zelante Serena nota che le punte di squadra sono demotivate a causa dell’astinenza forzata, decide di intervenire per tenerne alto il morale fino alla partita decisiva. Ma l’unico modo di rinvigorire i quattro muscolosi atleti e` quello di farli sfogare sessualmente e la professionalissima Serena si mette a disposizione dei suoi protetti, lasciandosi coinvolgere in un appassionante menage a cinque negli spogliatoi. La prestazione di Serena risulta decisiva per assicurarsi l’entrata in campionato: mentre la Lumentus guadagna la Serie A, Serena attende con zelo il prossimo ritiro per la partita di ritorno.

* Questa novella erotica contiene descrizioni di sesso particolareggiate scritte allo scopo di creare eccitazione sessuale nel lettore adulto.

Avete smesso di ridere? Bene, allora procediamo, e badate che qui farci una trama tramortita è impossibile: la quarta è già tramortita di suo.

Dunque, la nostra Serena è assistente allenatrice, probabilmente deve il posto al suo prosperoso curriculum. La prima volta che incontra i giocatori della Lumentus – gulp! – nota subito il malessere delle punte. Non fate commenti. Le povere punte sono spuntate a causa di un certo genere di riposo e lei si sente in dovere di tenerne alto… il morale. Ho detto il morale, non fate commenti. Come provvedere al benessere psicofisico delle punte? Ovviamente – essendo lei professionalissima – si propone come “sportiva”. L’allenamento a cinque avviene nello spogliatoio. Qui “fare vita di spogliatoio” e “fare la vita” scoprono d’avere una certa attinenza e si abbracciano fraternamente, roba che nemmeno a Carramba che sorpresa.
Le prestazioni di lei migliorano le prestazioni dei quattro calciatori, tanto che la squadra entra in campionato. Esattamente come i quattro entrano serenamente in Serena, insomma tutti fanno gol. E mentre gli atleti si godono i festeggiamenti, Serena attende di potersi rendere utile con la partita di ritorno. Insomma: andare, venire e tornare, c’è materiale per una trilogia.

Notevole il disclaimer che spiega – perché, sì, è il caso di spiegarlo – come questa novella voglia creare un certo friccicorino nel pubblico adulto. Ovviamente appena avrà smesso di ridere.

Per oggi è tutto ma temo dovrò rifarmi viva con altre puntate di “Giovedì… gnocche!”, è l’editoria a pretenderlo, cari loro.

Annunci

Tag:, , ,

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

16 responses to “Giovedì… gnocche: la trama ludico-sportiva per spogliarelli da spogliatoio.”

  1. sarapintonello says :

    Beh, temo che guardando i libri che ha scritto la signorina Cox, potresti occupare tutti i giovedì per un bel po’ di tempo 😀

    http://www.lafeltrinelli.it/ebook/samantha-cox/2153919

    Mi piace

  2. Alessandro Madeddu says :

    Oltre tutto è una trama originale XD

    Mi piace

  3. Pierfrancesco Coltelli says :

    Che diavolo significherà che la squadra “entra in campionato”? Perché, prima dov’era?

    Mi piace

  4. minty77 says :

    Ovvero, la trama a ‘stampino’ di ogni manga hentai mai scritto a tema gangbang (i giapponesi, peraltro, sono fissati con le professoresse. In Italia, ovviamente, tira *coff* più altro…). Che poi immagino prima degli hentai ci fosse già molto di nostrano in circolazione, sul tema, eh! 😛

    La cosa che mi sciocca di più della 4a di copertina, comunque, è il cognome della protagonista e la storpiatura di quello di una famosa squadra, lo ammetto °_° Di tutte le lettere dell’alfabeto che poteva scegliere, proprio quella che fa venire in mente le lumache? Secondo voi è voluto? O_o

    (Per la serie: la realtà supera la fantasia. E i tramisti! :D)

    Mi piace

  5. Bia says :

    La squadra che prima entra in Serena, poi entra nel campionato, insomma a me un po’ mette ansia da prestazione!

    Mi piace

  6. Daniele says :

    Una storiona, non c’è che dire! O__o
    Aggiungendo dei mignottoni prezzolati e una spolverata di cocaina, otterrebbe più realismo, anche se perderebbe l’effetto della protagonista unica/ragazza “tutto fare tutto dare”.
    Ai tempi di 100 colpi di spazzola, sarebbe diventato pure un film…
    Va bene, non esattamente il mio genere, sono bacchettone, che tempi siora mia…

    Ah, una menzione d’onore per il tipo dei 24 cm: molto originale, come tecnica di corteggiamento 😛 avesse aggiunto ricco e bello, sarebbe stato vicino al poker…

    Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: