Trame tramortite: l’impagabile amico Pay e Alice nel paese delle paranoie.

A voi posso dirlo, ero in astinenza da trame tramortite e ho dovuto ripescarne una vecchiotta per rimettermi in pari. Per fortuna le genialate non hanno data di scadenza. Ho detto genialate, dunque non è questo il caso.

Lui è Otto e ci ha lasciati tre anni fa. No, non è morto, ha solo smesso di comparire su Yahoo Answers, forse sta scrivendo il suo libro. Forse lo sta scrivendo con la biro, impiegandoci una decina d’anni. Tutta salute. Per noi.

Che ne dite della trama del mio libro horror-romantico?

Deve essere una di quelle storie che fanno spavento, a prescindere dal genere. Caro Otto, siamo qui per te. Siamo nati per soffrire e intendiamo farlo. Vai!

La scena si apre con Baptiste

Battista, sennò il correttore di Word piange lacrime e sangue.

che è chiuso in prigione con le catene ai polsi e alle caviglie. Due guardie lo prendono e lo portano dal commissario per interrogarlo.

Lui ha ancora le catene ai polsi e alle caviglie, ma sono catene molto lunghe per guardie poco sveglie.

Tuttavia, Baptiste riesce a recuperare una pistola e ad ammazzare il commissario per poi dargli fuoco.

Battista recupera anche un cerino. Magari anche una forcina – il commissario di notte porta lo chignon e si fa chiamare Elvira – per aprire i lucchetti. Quelli di Moccia. A polsi e caviglie. E siamo già tre metri sopra il cielo e una spanna sotto il livello minimo accettato da un editore a pagamento. Perché vabbe’ che paghi, ma anche gli EAP hanno una dignità. Cara finché volete ma c’è.

Dopodiché, si suicida buttandosi dalla finestra.

E Battista fa tutto ‘sto casino per buttarsi poi dalla finestra? Ok, allora fanno due spanne sotto il livello minimo consentito. Tocca chiedere un mutuo.

E il meglio deve ancora arrivare.

La scena va indietro in un flash-back di 20 anni.

Attenti che andiamo sul difficile. Vent’anni prima…

Baptiste, ora di 40 anni, ritorna in Italia procurandosi un’identità falsa, grazie a un amico di nome Pay.

E se è Bond, James Bond, questo deve essere Pay: Poste Pay.

Eh, lo so, tocca farselo piacere così.
Dicevamo, l’amico Poste Pay procura una nuova identità a Battista. Dato il nome che porta, direi che Pay gliela paga pure. Ma chiediamoci perché Battista sia tornato – da dove non si sa – in Italia…

E’ tornato per uccidere la figlia e Francesco,il fidanzato.

Ora la scena si sposta ai due innamorati.

Ok, scordatevi di Battista e di Poste Pay, fate il vuoto mentale e concentratevi sui due giovinetti. Anche perché, come ci comunicava il tramista, si tratta di un libro horror-romantico. Per l’horror basta l’autore, per il romantico occorre fare qualcosa.

Alice(si chiama così)

Poteva andarle peggio. Le andrà peggio in seguito.

purtroppo va in coma

All’improvviso. Pareva un raffreddore e invece…

ma quando si risveglia, dopo parecchi mesi, Francesco è cambiato :

Lei no, è solo un tantino riposata.

è scappato all’estero perché Baptiste ha ucciso il padre(che era suo complice) e ha messo in fin di vita la madre.

Alt! Ripescate Battista, è ora che si guadagni il pane.
Dicevamo che Francesco – fidanzato di Alice che era andata in coma per noia ma poi s’è svegliata bella come il sole – è scappato. Difatti il poveretto s’è visto ammazzare il padre – che la trama parrebbe volerci additare come complice di Battista, parrebbe… – e “sacagnare” – qui il ferrarese aiuta a rendere l’idea – la sua povera mamma.

Alla fine riesce a rapirli entrambi e a portarli in una vecchia villa.

Francesco, fuggito dio solo sa dove, e Alice – in ottima forma dopo il coma e tornata protagonista di questa trama ma stava bene lo stesso –, vengono rapiti da Battista: papà di lei e quasi suocero di lui. Sempre che Alice non decida di tornarsene in coma – potrei capirla, visto la trama che deve subire – e Francesco non fugga nuovamente, e sempre per colpa dell’autore.

Ma dicevamo che i nostri innamorati sono in questa vecchia villa – negli horror-romantici le ville non sono mai nuove – e il nostro Battista…

Qui Baptiste svela la verità su chi fosse alla figlia e a Francesco, ma alla fine li uccide.

Anche stavolta il nostro Battista si prende la briga di fare un mucchio di cose, per niente.

Si dà alla fuga, ma Pay avverte la polizia.

Battista scappa e Poste Pay non può sopportare d’essere stato dimenticato e messo da parte. Dal tramista, ovviamente.

Ciò che succede dopo lo avete letto.

Sì, certo, è quando spara e dà fuoco al commissario per poi lanciarsi dalla finestra. Un colpo di scema che metà basta.

Che ve ne pare?

Ah, non saprei, non succede niente che abbia senso. Se per te non è un problema, allora è una gran trama.
Ma poi, Battista è davvero imparentato con l’Alice?

Eh no se ve lo dico rovino la sorpresa..

Be’, certo, sarà dura prendere sonno. E, come consigliamo sempre ai nostri autori in erba: se la vostra storia assomiglia alle nostre trame tramortite… buttate via tutto e ricominciate. A vivere. Per scrivere c’è sempre tempo.

Annunci

Tag:, ,

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

23 responses to “Trame tramortite: l’impagabile amico Pay e Alice nel paese delle paranoie.”

  1. sandra says :

    Atension che Alice è dislessica, Francesco dipende da sostanze psicoqualcosa, e Battista di fronte alla scelta tra due cose le fa entrambe e te li ritrovi tutti a Tramando 😀

    Mi piace

  2. Bia says :

    Apprezzo il colpo di scena di Battista che torna per uccidere la figlia ed il fidanzato, e invece uccide il consuocero. Misteri dell’horror-romantico! 😀

    Mi piace

  3. Daniele says :

    Pensavo che Pay fosse un riferimento alla EAP 😛
    Comunque, un bel pasticcio: mi ha ricordato certi thrilleracci italiani visti in tv negli anni ’90, col finale a sorpresa – la sorpresa è che la storia non c’era e i personaggi erano dei cartonati. Non questa gran sorpresa, di fatto!

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      Le nostre trame nel post “Il nome della cosa” hanno decisamente più senso. 😀

      Mi piace

      • Daniele says :

        È una cosa molto comune, in chi legge poco o niente o vede solo filmacci: si pensano le scene perché siano figose e movimentate, ma non si ragiona mai in termini di psicologia, motivazione, causa-effetto.
        La gente non agisce mai senza motivo, nemmeno se è pazza! Invece, ‘sti trameri nemmeno ci spendono un secondo, a rendere la storia vagamente plausibile agli occhi del sindaco della città dei matti 😛
        E la cosa più terribile è che spesso riescono a scrivere 300 o 400 pagine – di scemenze spappola-cervello e in italiano maccheronico, ma son sempre molte pagine. Io mica ci riuscirei, a scrivere un lorem ipsum così lungo 😛

        Liked by 1 persona

  4. Simona C. says :

    Queste boiate sono così spassose che andrebbero raccolte nel manuale “Come non scrivere un libro” 🙂

    Mi piace

  5. Alessandro Madeddu says :

    Commovente! Nel senso che è l’autore a commuovermi. L’autore e il suo sprezzo del ridicolo XD

    Mi piace

  6. minty77 says :

    Lui ha ancora le catene ai polsi e alle caviglie,

    No, dai, io gli ho dato il beneficio del dubbio, e ho voluto immaginare che a Battista avessero levato i ceppi prima dell’interrogatorio. Dici di no? ^^;

    Tuttavia, Baptiste riesce a recuperare una pistola e ad ammazzare il commissario per poi dargli fuoco.

    Peccato non ci fosse una candid camera a filmarmi quando inaspettatamente ho letto “per poi dargli fuoco”. Credo ne valesse la pena…
    @__@

    dopo parecchi mesi, Francesco è cambiato : è scappato all’estero

    In effetti basta cambiare indirizzo per cambiare anche carattere e diventare invisi alla propria fidanzata, sì sì… °_°

    Baptiste ha ucciso il padre(che era suo complice) e ha messo in fin di vita la madre. Alla fine riesce a rapirli entrambi e a portarli in una vecchia villa.

    Francesco, fuggito dio solo sa dove, e Alice (cut) vengono rapiti da Battista:

    Mattuffigurati che io avevo capito che Battista avesse rapito i genitori di Francesco (cioè, un cadavere e una donna in fin di vita :-O )! Ecco perché non ci stavo a capire nulla della trama. E’ colpa soltanto di questo piccolo equivoco, sì sì, ne sono convinta.
    Forse 😛

    Ma poi si è capito perché Battista volesse far fuori figlia e futuro genero? E che ca22o ha fatto nei vent’anni trascorsi fra tutta ‘sta mattanza e la scena coi ceppi inceppati? O_o

    Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: