I primi tramisti del 2016. Ma che bell’anno demmerda!

Ho evitato di rovinarvi i venerdì precedenti – Natale e primo dell’anno – ma oggi non posso esimermi: è venerdì e quindi tornano i tramisti. Non fate quella faccia, dovevate immaginarlo che anche il 2016 sarebbe stato un anno così. Demmerda. Ma può ancora peggiorare.

Sì, vabbe’, fate finta di niente e fatelo in olandese.

Riflessioni olandesi sul tramismo.

Ancora lui, e aggiunge: Inoltre, ho provato con Google Traduttore, ma ovviamente il risultato è incomprensibile…

Ma non mi dire, c’è arrivato persino un tramista. Ora, caro tramista, perché non ti fai un giro sul web per spiegarlo anche ai tanti siti e blog che non citano il nome del traduttore nelle recensioni? Magari tra di voi vi capite, ché io lo dico da anni ma sembro strana.

Consigli su un libro?

Pronti!

Vorrei un libro che riguardi le persone, la realtà, il conflitto tra l’uomo e i sentimenti, che parli d amore solo in parte, e che si soffermi sul tema di noi stesi

Stesi, mi raccomando.

Ehm… soffermiamoci dunque sul «tema di noi stesi»…

che non ci possiamo ribellare alla realtà e alla morte

Ma magari se ci alziamo, chissà. Per fortuna arriva il buon consiglio dell’utentessa rispondente.

Ma che triste leggi l autobiografia di uno yogi di Paramahansa Yogananda che esisteranno pensieri di gioia

Sì, ok… tramista, fai così: torna a stenderti.

E adesso eccovi il dramma di tyu, il tramista volista.

Avevo un libro di Fabio Volo e non sapevo che farmerne. Allora decido di regalarlo alla vicina di casa?

Sarebbe bastato il buongiorno ma il tramista vuole strafare.

Io tutto contento di essermi liberato di Fabio Volo e del suo libro…

Che bastava mettere nella differenziata, a dire il vero.

Qualche giorno dopo arriva la vicina. Mi dice di averlo adorato, e mi chiede se gliene potevo prendere un altro… Morale della favola: una volta al mese bussa alla mia porta e mi chiede di prenderle un libro Fabio Volo..

Come una maledizione ho finito per averli comprati tutti!

Una punizione disumana.

Ora ho capito perché vende tanto…
PS: la vicina avrà 75 anni…

L’età la scusa. La scusa nel prenderti per il culo, intendo.
Ma vediamo lo scambio tra utente domandante e utente rispondente…

Comincio a credere che la vicina settantenne sia la più normale del trio.

Cari scrittori, attenti agli stalker!
E agli autori esordienti che vi vogliono infilare in tasca un loro manoscritto inedito.

Ma non è vero! Dai, su, facciamo i serii

Cara la mia piccina, da grande scoprirai che certa neve giustifica tutto.

Analfabeta e atea, grazie e arrivederci. E se non dovesse bastare…

C’è sempre la strategia dell’opossum: fingersi morti.

La siora maestra scuserà di certo la nostra tramista che, come appare evidente, è allergica all’italiano.

Ahimè, non esiste un’età minima per pubblicare. Ecco allora che gli allegri esponenti dell’editoria a pagamento possono gioiosamente infinocchiare scrittorini minorenni dediti al fantasy.

Ma vediamo che ne pensa l’utente rispondente…

Dovresti conoscere qualche editore anche uno poco noto sarà lui successivamente a contattare le librerie una volta stampati i libri per pubblicarlo

Poche idee ma ben confuse. Ma che ne dice il nostro tramista?


Ecco, appunto. Si spera che l’editore – anche uno poco noto – non sia un fanatico grammar nazi.

Ma il tramista ancora non è convinto.

Stavolta abbiamo Renato, utente rispondente.

Non c’è un’età minima, se hai buone idee, scrivi bene e soprattutto hai passione in quello che fai allora buttati.

La differenza tra buttarsi e buttarsi via è notevole. Per pubblicare c’è tempo, prima occorre imparare a scrivere. Come? Scrivendo. Tanto. Sempre.
Bene, e visto che abbiamo scoperto l’acqua calda… un pediluvio per festeggiare!

Advertisements

Tag:,

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

12 responses to “I primi tramisti del 2016. Ma che bell’anno demmerda!”

  1. mosco says :

    Tramista con trama tramortita si butta sotto un tram.

    Mi piace

  2. Daniele says :

    Quello dei libri di Fabio Volo è glorioso! 😄 Potrei vagamente capire se ci stesse provando con la vicina, ma a meno che non gli piacciano le donne molto mature, comprare tutti quei libri che non gli piacciono…

    Mi piace

  3. minty77 says :

    Ma almeno la vicina i libri di Fabio Volo glieli rimborsa, al tramista? O lui li compra così, giusto per far felice la nonnina, a fondo perduto? Mah… O_o

    Mi piace

  4. bebe ~ Pazzi in Libreria says :

    “Io tutto contento di essermi liberato di Fabio Volo e del suo libro…

    Che bastava mettere nella differenziata, a dire il vero.”

    In effetti sarebbe stato meglio 😀

    Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: