Reading Challenge 2016 di “Ti consiglio un libro”: la sfida libresca per chi ama (s)parlare di libri!

Ebbene sì, ci sono cascata e ora partecipo al Reading Challenge 2016 del gruppo Facebook Ti consiglio un libro. Un angolino di web pieno di traduttori, scrittori e lettori. Tutto merito di Sara Crimi, amica mia e amica di Giramenti, traduttrice e spacciatrice di consigli librari. Il gruppo è chiuso, quindi per farne parte occorre bussare. Niente di più semplice, siamo brava gente e c’è sempre posto per i lettori di buona volontà. Ma guai a spammare i propri testi, non è il gruppo adatto.

Abbiamo fatto un sondaggio e decretato le venti categorie del nostro challenge. Ora dobbiamo scovare un titolo che possa rientrare in ognuna di queste tipologie.

1. Un libro che non avresti mai pensato di leggere
2. Un libro scritto o tradotto da uno dei membri del gruppo
3. Un libro uscito nel tuo anno di nascita
4. Un classico della letteratura straniera
5. Un libro scelto solo per la copertina
6. Un libro consigliato da un bambino
7. Un libro non di narrativa (saggi, poesie, ecc)
8. Un libro consigliato da un amico
9. Un libro di un Nobel per la letteratura
10. Una biografia
11. Un libro ambientato nella tua città o regione
12. Un libro pubblicato nel 2016
13. Una graphic novel
14. Un libro di un autore africano
15. Un classico della letteratura italiana
16. Un libro da cui è stato tratto un film
17. Un libro con un mistero da risolvere
18. Un libro ispirato a fatti realmente accaduti
19. Un libro di un autore della tua età
20. Un libro il cui titolo inizia con la prima lettera del tuo nome

Ovviamente un libro può accasarsi in più di una categoria, e anzi abbiamo pensato di premiare chi riuscirà a trovare il libro che ricada nel maggior numero di queste. Ma i libri letti dovranno comunque essere venti.
Al momento ho quasi completato il mio piano d’azione, attendo di stabilire il libro consigliatomi da un bambino – le mamme del gruppo ci daranno una mano –, il libro di un autore africano – ma nel gruppo abbiamo dei veri esperti, dunque non mi preoccupo – e il libro pubblicato nel 2016. Di tutti gli altri vi dirò nelle prossime recensioni, segnalando quando il tomo appartiene al Reading Challenge 216.

Nel frattempo prosegue la mia partecipazione al gruppo di lettura Due pagine prima di dormire, il prossimo incontro sarà giovedì 14 gennaio al Sisters’ Cafè (Fossanova San Marco, Ferrara) alle 20 e avremo con noi Elisa Eliselle Guidelli con Il romanzo di Matilda.

Insomma, il mio 2016 si preannuncia zeppo di libri da leggere.

Se vi va di unirvi a noi del Reading Challenge 2016, fatevi vivi QUI.

Advertisements

Tag:, , , , , , , , , ,

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

12 responses to “Reading Challenge 2016 di “Ti consiglio un libro”: la sfida libresca per chi ama (s)parlare di libri!”

  1. chiaralorenzetti says :

    ma non funzionano i link 😦

    Mi piace

  2. chiaralorenzetti says :

    uno sì, forse occorre iscriversi alla pagina per vedere gli altri.

    Mi piace

  3. newwhitebear says :

    Per il punto 14 ti suggerisco Americanah di Chimamanda Ngozi Adichie. quasi 500 pagine ma si legge molto bene. Se passi da Anobii, sotto il mio nick trovi la recensione oppure dal mio blog https://newwhitebear.wordpress.com/2016/01/04/una-voce-africana-interessante-chimamanda-ngozi-adichie/
    Per Fossanova no, non ci sarò.

    Mi piace

  4. minty77 says :

    Grazie per averci spiegato in cosa consiste la Reading Challenge 2016 di Sara Crimi 🙂 Quella che state sperimentando è una tipologia di Sfida di Lettura, con l’elenco di caselline da spuntare, che sta andando per la maggiore. Ce ne sono diverse in giro con questo modello (e alcune si chiamano a loro volta “Reading Challenge 2016″… 😄 ).
    Io personalmente già partecipo a qualcosa di molto simile su anobii, una Listona da 54 voci, avviata nel 2015 e che, per fortuna, non pone limiti di tempo per essere portata a compimento.
    Per quest’anno ho aderito anche alla… Reading Challenge 2016 (maddai! XD) di Arsnoctis (in realtà una collaborazione fra varie blogger-youtuber), che ha 36 voci e che so già non porterò a termine entro l’anno (sono praticamente certa che alcune cose proprio non riuscirò a leggerle ^^;), ma il cui scopo è più che altro il riempire quanti più punti possibili:

    ***http://arsnoctisita.tumblr.com/post/136211650125/sfida-di-lettura-2016-arsrc16

    Vedo che certe opzioni tendono a ricorrere spesso tra le varie sfide. Magari avremo occasione di consigliarci a vicenda 😉
    Tienici aggiornati sui tuoi progressi, eh! 😀

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      Sono sempre stata una lettrice anarchica – mi a fasso ma a fasso come me pare! – e quindi ho ignorato per anni queste letture in compagnia.
      Guardando la lista che linki – ma che bella lista!, arrivata al libro in lingua originale ho subito valutato qualche testo in ferrarese -, mi pare un impegno non indifferente. Però è fattibile. La direi una lista dei buoni propositi, ecco. Quindi fammi sapere come andrà.
      Io ovviamente ho già pronte le prime rece-Challenge, con tanto di recensioni facciali. E poi sì, uno scambio di consigli lo direi doveroso. 🙂

      Mi piace

      • minty77 says :

        Anche io tendo a leggere ‘a sentimento’ e ad essere insofferente alle sfide che pongono paletti eccessivi alla domanda “e adesso cosa leggo?”: le ho sperimentate e non mi ci trovo proprio.
        Per questo ora aderisco solo a sfide che condizionino la scelta delle letture in modo assai vago (la Listona è abnorme, ma ti puoi prendere tutti gli anni che vuoi per finirla XD).

        La sfida di Arsnoctis è più rigida, in tal senso, ma ha il “barbatrucco”: quando si parla di “volume” o “storia”, invece che dare direttive più dettagliate, si può riempire la casellina con un fumetto. Data la sterminata lista di graphic novel che ho in coda di lettura a casa, spero di poter sfruttare la cosa a mio vantaggio! 😄
        Come ti dicevo, comunque, dubito fortemente di poter riempire tutti gli spazi: non mi ci vedo proprio a cimentarmi con certi generi. Ma, chissà, mai dire mai ^^ Ti terrò informata 😀

        Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: