Strilli di tramisti e menestrelli: il falò della vacuità! – Prima parte

Ta dan!, come ogni venerdì anche oggi è venerdì. Una notizia che non può certo lasciarvi indifferenti. Ed essendo venerdì… Ecco, ci siamo capiti. Quindi prendete ferie e prendete una bella rincorsa: è tempo di ficcare il naso nel meraviglioso mondo dei tramisti.

Vedrai che il tramista tenta di scroccare anche ‘sto pdf…

Ed eccoci al primo scrittore presso se stesso della giornata, così alziamo subito la media.

Pubblicazione libri?

Lei è Elena, tramista novellista che, come tanti altri colleghi – novellisti, saggisti e artisti… ma comunque tramisti –, vuole pubblicare un libro. Non importa come.

Certo, perché oggi siamo in vena di gadget.

Salve a tutti. Nel corso di tre anni ho scritto un libro che ambirei pubblicare, ma non so proprio come muovermi.

Una mano en la cabeza, un movimiento sexy, tanto per cominciare. Poi ti pigli il tuo pezzettino d’Ucraina e lo zappi a tempo di musica. Che mi pare ambizioso ma fattibile. Ma se proprio insisti con questo libro…

È un romanzo, in parte rosa.

In parte no. Dipende da come lo giri.

Mi potreste illustrare i metodi di pubblicazione? Sia a pagamento (dandomi un’idea dei prezzi) che non. Grazie!

Ahia! A pagamento, che brutta cosa. Ti toccherà rivendere quello scampolo d’Ucraina.
E dunque, indecisi tra pigliare uno spigolo e invadere la Kamčatka, ci facciamo coraggio mandando in onda a reti unificate la risposta di Andrea, uno che ne sa.

Prova a cercare qualche sito di editori emergenti,

Pensavate che all’ultimo posto della catena alimentare ci fossero gli autori emergenti? E invece no, c’è persino qualcuno che sta peggio di loro: gli editori emergenti.

che han prezzi buoni. se vuoi autopubblicarlo avresti spese enormi..

Emergenti e disperati, pur di tenere aperta la bottega fanno sconti al primo che passa. E tra scrittori disposti a pagare ed editori disposti a far pagare chiunque pur di saldare la bolletta dell’Enel, mancano solo le cavallette. Avvertitemi quando è il momento dei primogeniti che ho un paio di personcine da proporre.

Un saluto a tutti, sto cercando per mio figlio il libro in formato pdf oppure ebook: QUALCUNO CON CUI CORRERE di David Grossman.?

E perché mai paparino starà cercando questo libro a babbo morto per il gentil figliolo?

Sta scuola ogni mese un libro e che cavolo!!!!!

Ebbene sì, è colpa della scuola. Babbino non ha sette euro da buttare per questo ebook ma nei suoi quesiti chiede indicazioni per l’acquisto di smartphone e reflex. Ah, scuola scuolaccia, brutta e cattiva!

Se ce lo avesse me lo potrebbe inviare a questo indirizzo: [omissis]@hotmail.it.

Caro lui, certe volte c’è proprio bisogno di qualcuno con cui correre… a nascondersi.

Il prossimo compitino lo vorrà fatto in diretta.

Caro tramista, perché dovremmo farti il riassunto di un libro a caso?

A me non è mai piaciuto leggere, e non leggo libri.

È il brutto della scuola dell’obbligo: ci obbliga a pagare anche la tua istruzione.

OPS!, scusate, deve esserci un’interferenza: volevamo mettere una dotta gif presa dalla Madonna col Bambino di Piero della Francesca. Invece è uscito Piero Pelù che smadonna. Proprio non so spiegarmelo.

E poi abbiamo gente così che chiede cose così scritte così…


Gli sfugge la differenza tra la bic e la vanga, essendo poco portato per entrambe.

Noi qualche suggerimento lo diamo sempre volentieri.

Buonsalve a tutti.

Buonsalve, espressione mai risultata simpatica. Nemmeno quando il primo cretino la lanciò in rete per fare il simpatico. Fosse per me la multerei.

Molto probabilmente qualcuno la prenderà male perché questa non è una domanda.?

Eh, figuriamoci! Su Yahoo Answers si è visto passare di tutto. Raramente domande decenti.

Ieri ho iniziato a scrivere una storia su Wattpad e oggi ho pubblicato il secondo capitolo. La storia si chiama [omissis, sennò la tramista piomba qui a raccontarcela] è una fan fiction su Niall Horan, penso si era capito ahaha :))).

Siamo sempre nel meraviglioso mondo di quella roba denominata One Direction.

Io mi chiamo [omissis, ché poi si cerca online e si trova qui e tocca perderci del tempo]. Vorrei pubblicizzare questa storia per realizzare il mio sogno.

E il tuo sogno sarebbe scrivere storielle onediretionali. Be’, poteva andare peggio. Potevi imporci un libro vero.

Ringrazio a chi la va a vedere e lascia qualche stellina.
GRAZIEE 😀

Andatela a vedere, non importa che la leggiate pure. Basta il pensiero.


Datemi qualche secondo per pigliare un Maalox e uno spigolo:

Secondo Davide, e per sua esperienza, la cosa è facilmente risolvibile: «Segui il cuore. Scrivi una scena che ti ispira e da lì risali a una situazione iniziale, attua dei collegamenti e, sempre di getto, sviluppa una scaletta. In pochi giorni avrai la possibilità di scrivere un libro. Per scrivere “Il senso del coraggio” ho usato esattamente questo metodo. Buona fortuna!».

Eh, lo so, tocca abbondare col Maalox e smussare gli spigoli con la fronte. Ma dicevamo dell’esperienza di Davide, ché lui mica parla per sentito dire. Difatti la grande competenza tecnica dell’utente rispondente è più o meno questa:«Ho 18 anni e dopo tre revisioni sono quasi pronto a pubblicare il mio primo romanzo. Cercando sul web ho trovato diverse modalità di pubblicazione, ma non saprei quale sia la migliore (di certo non gli editori a pagamento)». Dunque il consiglio arriva da uno che ne sa.
Ma c’è anche un secondo utente rispondente prontissimo a dare una mano…

Per lolly, il nostro tramista dovrebbe scrivere un… un…

Un bel libro per bambini no sense molto divertente…

No sense. E fin qui ci siamo, i tramisti per quella roba lì sono molto portati.

O un libro romantico su un’amore difficile come tra una una ragazza di 15-16 anni e uno di che ne so 25-27 anni o tra due cugini… Dipende dipende

Segnatevi ‘sta faccenda dei cugini e non accanitevi sulla povera lolly, è una dodicenne che frequenta cattive compagnie. Infatti ha un’amica con questo problemino qui:

Ecco, appunto, la fantomatica amica dodicenne della piccola lolly  – dodicenne anch’essa ma è solo un caso – ha un problemino spinoso: deve o non deve trombarsi il cugino quattordicenne, tanto giovane ma già abbondantemente pervertito? Sarà mica troppo presto? Sarà mica una questione d’orario? Ehhh… le amiche. E quelle immaginarie sono le peggiori.

Addirittura!, pappa pronta a gogò.

Ciao! 🙂 A breve dovrò scrivere un libro e pubblicarlo online,

È il web a pretenderlo.

il genere sarà drammatico/sentimentale con tratti erotici e thriller.

E con la ricetta del tiramisù, così accontentiamo tutti.

E ora ho bisogno di ispirarmi, non per la trama visto che già l’ho preparata, piuttosto per lo stile di scrittura. Mi serve un libro con uno stile molto “crudo”, introspettivo, emotivo, ma soprattutto molto reale a livello psicologico. Preferibilmente in terza persona al passato, ma con dialoghi e pensieri interni scritti in modo diretto.
Non devo leggerlo tutto, giusto qualche pagina per ispirarmi.

Giusto un assaggio. Ma un assaggio di tiramisù sarebbe meglio.

Stefano, giovane tramista, sta cercando una roba strana.

Io vorrei fare un regalo un po’ particolare a mia madre. Il regalo consiste in un libro di una pagina che appena si apre fa partire un brano.

Ora quello che voglio sapere è se esiste un sito o un negozio dove io posso mettere a scelta la copertina e l’immagine dentro e scegliere anche il brano. Aspetto le vostre risposte!!!

Per fortuna il geniale utente rispondente ha una cura per questo disagio.

Forse ti riferisci alle cartoline musicali…

Ok, potete tirare due madonne, in certi casi è consentito. Noi nel frattempo ci procuriamo gli spigoli per la seconda parte di questo orribile post. Ci rileggiamo venerdì coi tramisti, sennò il calendario va a ramengo: il mondo dipende da noi, vedremo di non deluderlo.

Advertisements

Tag:,

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

24 responses to “Strilli di tramisti e menestrelli: il falò della vacuità! – Prima parte”

  1. sandra says :

    Gaia, questa puntata è da podio, nonostante sia ormai abituata al peggio, oggi i tramisti sono riusciti a sorprendermi e non poco.

    Mi piace

  2. Daniele says :

    Ciao Gaia, ho una domanda per GirAnswers, la tua nuova rubrica (non sapevi di averla? Ora, come dicevano i bambini, ce l’hai 😛 ).
    Il mio fratocugino immaginario vorrebbe scrivere un libro in proto-ugrofinnico: non deve mica imparare il proto-ugrofinnico, per farlo? Comunque è un libro sugli spigoli, so che sei un’esperta, perciò: mi fai un riassunto sugli spigoli?

    Mi piace

  3. Fabio says :

    “il genere sarà drammatico/sentimentale con tratti erotici e thriller” Sia chiaro, io se non c’è almeno un vampiro non lo leggo! La dodicenne ninfomane comunque è preoccupante…

    Mi piace

  4. pierpaoloannunziata says :

    Ogni volta che leggo dei tramisti…mi chiedo: ma sono veri? Esistono sul serio?
    La risposta è si. Perché inventarli sarebbe impossibile!

    Mi piace

  5. alessandrap says :

    Vorrei pubblicizzare questa storia per realizzare il mio sogno.
    E il tuo sogno sarebbe scrivere storielle onediretionali.

    No, il suo sogno sarebbe avere una relazione sentimental-sessuale con Niall-comesichiama…

    Mi piace

  6. Alessandro Madeddu says :

    Questa è veramente una puntata di quelle che scalano la classifica 😄

    Mi piace

  7. minty77 says :

    è una fan fiction su Niall Horan, penso si era capito ahaha :))).

    Siamo sempre nel meraviglioso mondo di quella roba denominata One Direction.

    Ah sì?! °_° E io che nella mia “ingenuitudine” credevo la tipa volesse scrivere una fanfiction su “Le Cronache del Mondo Emerso” della Troisi. Sì, insomma, Niall, Nihal… là stiamo 😄

    Comunque, dite alla tramista che qualcuno l’ha battuta sul tempo:
    http://www.tealibri.it/speciali/one_direction_la_fan_fiction_diventa_un_libro_entertainment_weekly.php

    il genere sarà drammatico/sentimentale con tratti erotici e thriller.

    E con la ricetta del tiramisù

    Anche per quello, ci hanno già pensato! 😄
    http://www.mymovies.it/film/2015/tiramisu/

    Mi piace

  8. Alessandro says :

    Oddio *_* Ringrazio Facebook per avermi fatto scoprire lo stupenderrimo mondo dei tramisti *_*

    Mi piace

  9. cinzia andrei says :

    che bello…

    Mi piace

  10. mammalivia says :

    Vado un po’ offtopic per complimentarmi con te sui GIF che metti, uno più azzeccato dell’altro!
    Ogni tanto mi dicono che dovrei scrivere un libro autobiografico, ma io pur leggendo abbestia e conoscendo la grammatica non me ne sento in grado. Cosa vinco per non voler essere una tramista? 🙂

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      Eh, sapessi… Anni e anni di studi per scegliere le GIF più idonee. E anni e anni spesi a cercarle. 😀
      Cosa vinci per non voler essere una tramista? Ovviamente la nostra eterna riconoscenza. A cui va aggiunto uno spigolo della nostra personale riserva: trattasi di spigolo appuntito a morsi dopo aver letto le interviste a Fabio Volo. 😀

      Mi piace

  11. Natascia says :

    Gaiuccia mia! di solito i tuoi meravigliosi scritti mi mettono di buon umore, sfortunatamente oggi, alla dodicenne che vuole farsi il cugino quattordicenne che ‘sicuramente ci sta’ mi è scesa una depressione mortale.
    posso avere, dal tuo catalogo fornitissimo, lo spigolo più acuminato che hai?
    grazie sentite

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      Cavolo!, la dodicenne del cavolo! 😀
      Stai tranquilla che lei e il cugino stanno ancora tirando a sorte per stabilire chi deve leggere le istruzioni dei condom.

      Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: