L’impicciaBOOK n°11

Arieccoci con l’impicciaBOOK, stamattina è il turno degli epistolari. Forse un genere ormai in disarmo, ma sono certa che da qualche parte si annida un buon titolo. Che sia un’opera moderna o un classico della specialità, a voi proporre un epistolario agli amici di Giramenti.

Ci risentiamo domenica prossima con un nuovo impicciaBOOK.

Annunci

Tag:, , ,

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

6 responses to “L’impicciaBOOK n°11”

  1. alessandrap says :

    Laclos, Le relazioni pericolose.

    Mi piace

  2. mosco says :

    epistolario, buon titolo…
    signora maestra, non sono preparata e il gatto mi ha mangiato i compiti.

    Mi piace

  3. Alessandro C. says :

    Ciao Gaiozza,

    non sono molto ferrato sul genere, ma ricordo con piacere “Vita attraverso le lettere”, una raccolta di lettere scritte dal bravo e sfigatissimo E.A. Poe.

    Anche se non si tratta di un “epistolario” in senso stretto, consiglio vivamente un libro che mi è piaciuto tantissimo: “Diari di guerra” di Orwell. Non raccoglie solo corrispondenza, ma anche saggi tra cui il famoso “Il leone e l’unicorno”. Mi è piaciuto molto perché si tratta della testimonianza del “cittadino qualunque” Orwell inerente al periodo dei blitz tedeschi su Londra, con tentativi di interpretazione di ciò che stava succedendo in Inghilterra e nel mondo basati su notizie spesso frammentarie. Questo a mio modesto parere potrebbe davvero interessarti, anche se sai bene che non sono imparziale, essendo un fanatico estimatore di tutto ciò che riguarda il secondo conflitto mondiale.

    Abbraccione!

    Ale

    Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: