RECEspiccia: “L’allegria degli angoli” di Marco Presta

Riconosco la penna di Marco Presta, il resto sembra preso in prestito da Fabio Volo.

Era un grande amore, cominciato con Un calcio in bocca fa miracoli. Poi la prima delusione con Il piantagrane e adesso una batosta con L’allegria degli angoli. Perché Marco? Perché ti sei lasciato convincere a passare al lato Harmony della Forza? Prima eri un Jedi, adesso sembri Fabio Volo che ha imparato a scrivere. Che tristezza dirti addio…

Tag:, , ,

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

4 responses to “RECEspiccia: “L’allegria degli angoli” di Marco Presta”

  1. minty77 says :

    Azz! Così tanto brutto? :-\

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      Non è brutto, il brutto è rischiare di cariarsi un dente leggendolo. 😉

      Mi piace

      • minty77 says :

        Allora diremo “Così tanto virato?” ;D

        Mi piace

        • Gaia Conventi says :

          Lo si riconosce soltanto da certe pennellate nello scritto. La penna è sempre buona. La storia è statica e piena di buoni sentimenti, come molto cinema nostrano. Non posso dire sia un brutto libro, certamente non è il libro che mi aspettavo da questo autore. Potrebbe aver cambiato genere, forse per allargare il bacino d’utenza. Insomma, si è addomesticato. Volontariamente.

          Mi piace

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: