RECEspiccia: “La spartizione. La comica avventura di un uomo diviso fra tre donne” di Piero Chiara

Elogio della bruttezza e del talamo nuziale compartecipato.

Piero Chiara non mi delude mai, sa essere un fenomeno senza fare il fenomeno.

Breve nota a margine: le tre protagoniste di questo libro sono brutte, lo si rimarca spesso. Brutte, passatelle, piene di difetti.
A una presentazione del mio Giallo di zucca, una nota femminista ferrarese criticò la mia scelta di inserire nel romanzo la Cita, furba ma non piacente. Quasi quasi incarto il libro di Piero Chiara e lo spedisco all’attempata suffragetta…

Tag:, ,

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

4 responses to “RECEspiccia: “La spartizione. La comica avventura di un uomo diviso fra tre donne” di Piero Chiara”

  1. mosco says :

    ma santi numi! se le rappresenti gno@@he si lamentano perché “le donne non si valutano per la bellezza ma per l’intelligenza” e sei sessista. Se le rappresenti furbe ma non piacenti, non sono abbastanza gno@@he e sei sessita.
    Terribbili le note femministe.

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      Siora mia, esiste anche la variante “brutta & rompicoglioni”. Non importa inserirla in qualche libro perché, con un minimo di sfiga, te la ritrovi a una presentazione.
      Ovviamente più presentazioni si fanno e più il rischio aumenta, a un signore che mi chiedeva consigli libreschi ho raccontato di libri che mi avevano entusiasmata. «Ma è roba vecchia!» ha esclamato, inutile precisare che un libro è vecchio solo ad averlo già letto – ma lo si può comunque rileggere – e che la lettura compulsiva comporta gite ai mercatini di libri usati. «Il libro è vecchio», ma mai quanto un lettore rincoglionito.

      *In caso dovesse uscire un mio libro: presentazioni poche, pochissime. Nessuna è anche meglio.😉

      Mi piace

  2. minty77 says :

    Contenta che il libro sia bello. Ma vogliamo dirlo che mettere in copertina quel quadro di Magritte è quanto di più abusato? Cioè, magari ai tempi di quell’Oscar Mondadori non era così “copertinato”, ma ormai… Sta pure sulla mia copia de “La coscienza di Zeno”, per dire.

    (Ma il signore della “roba vecchia” l’hai preso a morsi, almeno? °_°)

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      Forse quel quadro ha poi ispirato tutta la serie di copertine con ragazze piazzate di spalle e la bambina che faceva questo e quello, libri che ormai sembrano prodotti a stampino. 😉

      Il signore della roba vecchia avrebbe meritato un destro in pieno viso, mi sono invece dimostrata un tipetto elegante trattandolo con riguardo. Certi disagi vanno osservati e tenuti a distanza, come le cimici.

      Mi piace

Che fai? Commenti?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: