RECEspiccia: “Strane avventure di Sherlock Holmes in Giappone” di Dale Furutani (trad. Paola Mazzarelli)

Per niente elementare, Watson!

Solitamente leggo gli Sherlock di padri moderni per farmi del male; l’ultima bella sorpresa l’avevo avuta nel 1996 – apperò! – con Un samba per Sherlock Holmes di Jô Soares (trad. Daniela Ferioli) e immaginavo di dover lasciare la spasmodica ricerca di apocrifi sherlockiani decenti nelle mani dei miei eredi. Se i poveretti pensano di ereditare dei soldi, be’, si mettano il cuore in pace.
Per fortuna – era il 1996, siamo nel 2016… ri-apperò! – al Libraccio mi sono imbattuta in questa raccolta scritta da Dale Furutani. Belli i racconti, zeppi di usi e costumi locali, impeccabile il protagonista – mo capperi!, è proprio il nostro Sherlock, uguale uguale! – e gustosi gli enigmi da risolvere. E se Furutani ha fatto contenta me, che sono pesante come un’incudine sul piloro…

Annunci

Tag:, , , ,

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

2 responses to “RECEspiccia: “Strane avventure di Sherlock Holmes in Giappone” di Dale Furutani (trad. Paola Mazzarelli)”

  1. minty77 says :

    Perché in copertina c’è scritto “Questa non è una pipa”? Ha a che fare coi misteri del libro? O_o

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      L’immagine è di Lorenzo Lanzi.
      Immagino che la pipa non sia una pipa perché Sherlock non è Sherlock, in queste avventure usa un nome diverso per sfuggire agli scagnozzi del professor Moriarty dopo i fatti delle cascate di Reichenbach.

      Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: