Storie tristi su Linkedin: la seggiolina rossa e il libro nel cassetto

Linkedin sprona i propri utenti ad avere un profilo aggiornato e completo, un profilo portentoso e di «efficacia massima». Eppure, anche così…

Annunci

Tag:,

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

9 responses to “Storie tristi su Linkedin: la seggiolina rossa e il libro nel cassetto”

  1. Sandra says :

    Oh, che roba triste.

    Mi piace

  2. graziabelli says :

    Si sta per caso asciugando le lacrime con un fazzoletto verde a pallini gialli?

    Mi piace

  3. newwhitebear says :

    e noi che facciamo? La lasciamo sulla seggiolina rossa?

    Mi piace

  4. minty77 says :

    Calcolando che nel profilo c’è pure “educatore” (Sssignùr!), chi è questa, la maestrina dalla seggiola rossa? 😛

    Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: