Archivio | Sfott the spot! RSS per la sezione

Reclami alla réclame: trip tricotico.

Dove ti giri, spunta una bruttura. E io non ero pronta, lo ammetto, proprio non mi aspettavo la chioma con le scarpe, le gambette che sfuggono alla nuvola pelosa, i barbapapà con la messa in piega. Ecco perché ho voluto controllare sul sito di ‘sta benedetta marca…

Continua a leggere…

Sfott the spot: Licia Colò, il Kinder e il koala pensionato.

Lo spot Kinder con Ciuffo è una delle cose più odiose che siano mai passate in tv. Nel mio personale disordine di gradimento, Ciuffo batte persino le pubblicità progresso, anche quella coi neon rosa dello spot sull’aids. C’è gente convinta che quel brutto male lì dia problemi con l’Enel, sarebbe il caso di spiegarsi meglio, sennò il progresso lo si scova solo in bolletta.

Insomma, io quando vedo Ciuffo e le due teste cotonate, capisco perché lo spot è ambientato in un simulatore di volo a Fiumicino: bisognava pettinare le due tizie in assenza di gravità.

Continua a leggere…

Ravanando in vecchi post – Sfott the spot: Gigi Buffon e il metodo Stanislavskij

A novembre 2011 ho dedicato un pregevole articolo alle doti interpretative del portierone nazionale. Poi al poveretto è successo molto altro, ma scommetto che lui manco se lo ricorda!

Gigi Buffon è quel tale che fa il portiere, di lui non so altro. Beh, no, non è vero… so che appare in un sacco di spot e sono ancora qui che mi chiedo perché.

Continua a leggere…

Sfott the spot: Pantene, la Canalis e la chioma di tolla (per non dire della marmotta!).

Perché avere capelli di tolla quando puoi avere una chioma fluente? Te l’ha ordinato il dottore? La chioma leonina non va più di moda? Hai perso i capelli perdendo il fidanzato?
Non si sa, e nemmeno si sa perché Pantene abbia eletto la Canalis – velina, morosa di Vieri, morosa di Clooney, negli States ha fatto la comparsa in Puttano in saldo – a testa più adatta a farci uscire di testa: se Elisabetta Canalis usa Pantene e ha una capigliatura lessata, posso pormi domande scomode sul prodotto?

Continua a leggere…

Sfott the spot: i testimonial che azzerano i miei acquisti.

Sfott the spot è la rubrica di Giramenti dedicata a quelle brutture che ci aggrediscono sullo schermo mentre tentiamo di seguire un programma vagamente intelligente, sempre sia possibile scovarne uno. Le pubblicità italiane sono zeppe di testimonial, c’è l’esperto che ti consiglia il prodotto, il consumatore che “se va bene a me, va bene pure a te” e il personaggio famoso.

Nove volte su dieci il testimonial extra lusso mi sta sui coglioni. L’esperto pare un matto, il consumatore recita come Tomba in Alex l’Ariete e il testimonial famoso è irrimediabilmente odioso, almeno quanto una pleurite. Curata male.

Continua a leggere…

Quelle strane somiglianze che ti portano a paperare Chanel

I famosi pupazzetti di questo grazioso video mi ricordano – purtroppo per lei e per Chanel – la faccia da papera lessa di Keira Knightley.

Continua a leggere…

Lo spot che non ti aspetti: “Stanchi del solito spurgo?”

Sono indecisa se infilare questo articolo in “Sfott the spot” o in “Ops, ho pestato una merla!”

Siete stanchi del solito spurgo? Ora, non so quale sia il solito e ho il sacro timore di conoscere l’insolito, ma visto che lo spurgo va fatto – e guai a rimandare! –, allora è il caso di conoscere uno spurgo tutto nuovo, roba mai vista prima. Lo spot è ferrarese ed è reale, lo giuro.

Continua a leggere…

Sfott the spot: Superenalotto, “Lasciatemi sognare” e voi andate pure a cag… ops!

E sono le solite belle palle quando arriva un nuovo spot del gratta e spingi, del lotto per mille e del superANALOTTO. Come convincere la gente a spendere di più, sempre di più, tentando la fortuna che è pure la fortuna delle casse statali? Serve l’atmosfera rassicurante, l’italiano – cojone – come noi, il karaOCHE e la musichetta italiota che tutti conoscono.

Largo che arriva Toto Cutugno, ché al peggio non c’è mai fine!

Continua a leggere…

Sfott the spot: Martini, lo sfigato e il tacchino

Per vedere correttamente questo spot dovete munirvi di due apparecchi televisivi, in quello di sinistra assisterete alle versione sfigata, in quello di destra il tale si trasformerà invece in un tacchino di prima categoria, uno di quelli a cui infilereste volentieri le dita negli occhi.

A conti fatti non saprei chi scegliere tra i due…

Continua a leggere…

Sfott the spot: Gigi Buffon e il metodo Stanislavskij

Gigi Buffon è quel tale che fa il portiere, di lui non so altro. Beh, no, non è vero… so che appare in un sacco di spot e sono ancora qui che mi chiedo perché.

Continua a leggere…

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 4.452 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: