Archivio tag | giochino

L’impicciaBOOK n°5

Eccoci ancora qui coi quesiti impiccioni. Oggi parleremo di tempo speso sui libri. Ci sono titoli che volano, libri che proprio non si riesce a mollare a metà. E poi ci sono libri che, lunghi o brevi che siano, vanno avanti a spinta.
La domanda di oggi? Be’, il titolo di un libro che avete buttato giù in un sorso. E quello che proprio, mastica e mastica, non voleva saperne di farsi gustare.

Ci rileggiamo domenica prossima con l’impicciaBOOK!

L’impicciaBOOK n°4

Cari utentAmici, eccoci di nuovo qui con l’impicciaBOOK. Come al solito io farò pochissimo e mi affiderò a voi per tutto il resto.
Stamattina di parla di racconti, un genere che in Italia pare non aver mai attecchito. Eppure sono tanti i grandi autori di racconti e di certo saprete consigliarmi – e consigliare agli amici che ci leggono – una buona antologia. Ma pure una cattiva, assolutamente da evitare. Non tutti i racconti riescono col buco!

*Andranno benone anche antologie con testi di più autori. Raccolte a tema e via andare.

E con l’impicciaBOOK ci risentiamo domenica prossima.

L’impicciaBOOK n°2

Arieccoci con l’impicciaBOOK, consigli e sconsigli libreschi della domenica.

Ohhh… bei tempi quando si andava a scuola. Sì, be’, io dovevo alzarmi alle sei e la cosa non mi rendeva particolarmente contenta. Comunque, erano anni in cui ci veniva appioppata roba da leggere. Bella, brutta, in qualche caso indigesta.
E quindi eccoci all’impicciaBOOK di oggi: il libro più bello e il libro più brutto dei vostri anni scolastici. Dalle elementari in poi, tutto fa brodo.

Ci rileggiamo domenica prossima con l’impicciaBOOK.

L’impiccione libresco: e dieci! Ultima puntata, ormai sarete esausti…

Libri letti o non letti, ma anche libri abbandonati. Libri da consigliare o sconsigliare, rispondendo alle cinque domande domenicali de L’impiccione libresco.

  1. Un libro di fantascienza da far leggere a chi non ha mai letto libri di fantascienza
  2. Un bel libro con un brutto finale
  3. Una casa editrice che scansi
  4. Un libro dalla tua personale top ten libresca
  5. Un autore da mandare a nespole (eh, braccia rubate a…)

E qui si conclude il nostro impiccione domenicale. Finché non mi salta in mente qualcosa di peggio, ovviamente.
Attendo i vostri commenti, che sono sempre la parte più bella dei giochini cretini di Giramenti.

L’è ‘n gran bel Proust! Oggi in compagnia di Elisa Gelsomino.

Torna il gran bel Proust, stamattina in compagnia di Elisa Gelsomino, che così si presenta agli amici di Giramenti: «Nata a Torino nel 1988, scrittrice e violoncellista in erba. Emigrante felice, promuovo e insegno la letteratura italiana in Germania e curo il progetto di educazione precoce alla lettura Nati per Leggere Deutschland. Scrivo di libri su Il Club del Libro.it, di cui sono caporedattrice dal 2010, e sul mio blog Odor di Gelsomino. Elisa ha un visino dolcissimo ma è donna di carattere. Lo scoprirete leggendo le sue risposte al Questionario di Proust!

Continua a leggere…

L’impiccione libresco: e nove!

Libri letti o non letti, ma anche libri abbandonati. Libri da consigliare o sconsigliare, rispondendo alle cinque domande domenicali de L’impiccione libresco.

  1. Un libro letto in gioventù e mai più riletto per non sciuparne il mito
  2. Un libro che è piaciuto a tanti ma non a te
  3. Un libro che hai consigliato spesso
  4. Un libro che hai cercato per anni
  5. Un libro che sta da tempo sul tuo comodino ma non ti decidi a leggere

E torniamo domenica con l’ultima puntata de L’impiccione libresco. Avanti coi commenti che sono curiosa…

L’è ‘n gran bel Proust! Oggi in compagnia di Maria Grazia Beltrami.

E torniamo al nostro gran bel Proust, stamattina cappuccino e cornetto in compagnia di Maria Grazia Beltrami: «nata a Cremona nel 1960. Cresciuta in provincia di Varese, ha poi vissuto anche a Bergamo e a Udine. Nel 2013 si è trasferita a Berlino dove, nonostante il tedesco e i tedeschi, vive tuttora. Dopo aver studiato chimica industriale e aver fatto per anni la progettista di impianti chimici, si è lasciata risucchiare dal suo crescente amore per la letteratura e per la lingua italiana, e, grazie anche agli insegnamenti della poetessa udinese Marina Giovannelli, ha trasformato la sua passione in professione, diventando editor.
Ama i gatti, è giudice internazionale di bellezza felina e per moltissimi anni ha allevato Norvegesi delle Foreste. Ora ha una sola gatta, sempre Norvegese, che si chiama Isolde, ha la stazza di una portaerei e la comanda a bacchetta». Quindi attenti all’editor, e che i commenti siano più corretti di un caffè corretto. Mi raccomando!

Continua a leggere…

L’impiccione libresco: e otto!

Libri letti o non letti, ma anche libri abbandonati. Libri da consigliare o sconsigliare, rispondendo alle cinque domande domenicali de L’impiccione libresco.

  1. Un libro claustrofobico
  2. Un libro d’avventura
  3. Un classico letto a scuola
  4. Un libro registrato o trovato al BookCrossing (in alternativa: un libro accantonato per disperazione)
  5. Un libro scomparso – a casa, a scuola, sui mezzi… – e mai più ritrovato

E domenica prossima torniamo con la penultima puntata de L’impiccione libresco.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: