Tag Archive | video

“Il silenzio assordante di Chernobyl”, una mostra multisensoriale che vi terrà svegli la notte

Alle ex scuole primarie di Bondeno (FE), piazza Aldo Moro, fino al 17 dicembre 2017. Sabati e domeniche, dalle 10 alle 20. Apertura straordinaria l’8 dicembre. A cura dell’associazione culturale “I luoghi dell’abbandono”.

Una mostra spaventosa per quanto è studiata e curata nei minimi particolari. Ma partiamo dal freddo, il freddo che ti segue fin dentro le aule dell’ex scuola elementare – diverse finestre sono semiaperte, il freddo fa parte dell’esperienza multisensoriale – e che subito rende il polistirolo sparso in giro una credibilissima neve ucraina, e le foto – bellissime – alle pareti incrementano la sensazione d’essere stati catapultati a Chernobyl. Esperienza straniante, ve lo assicuro. E poi i rumori, le aule che diventano l’ospedale civile, la base radio, il parco giochi… Venticinque stanze allestite a tema, documentari video di approfondimento, duecentotrenta foto in esposizione. Occorrono circa due ore per vedere la mostra e cinque euro per entrare. Soldini spesi bene. Andateci!

Il mio album su Facebook: QUI.

Annunci

“D’argine al male. Dove i topi non muoiono” di Gaia Conventi (Le Mezzelane, 2017)

 

Nell’estremo lembo della provincia ferrarese, dove il Po incontra il mare, Giovanni e Iolanda, fratelli e nemici, devono patteggiare per sopravvivere. La loro casa è nascosta nella golena; lì accanto il cimitero. Il Po e l’Adriatico scandiscono ore e stagioni come le campane a morto segnano i giorni dei protagonisti. Lui con un passato di ricoveri psichiatrici, lei priva di uno scopo e intenzionata a trovarne uno. Morendo, la madre ha lasciato dietro di sé le macerie di un morboso attaccamento alla figlia e Giovanni ora può finalmente far scontare alla sorella anni di materne angherie. Ma non sarà questo a innescare il meccanismo che li porterà allo scontro, perché mentre Giovanni trama Iolanda agisce: rimasta senza la madre da accudire, l’anziana donna cerca una bambola a cui prestare attenzioni:Francesca, una bambola viva. Sarà lei a riportare a galla il marcio che cova nel passato di Giovanni e Iolanda. Divisi seppur inscindibili, ma nella vecchia casa non c’è spazio per entrambi.

Il libro è QUI.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: