Trame tramortite: sciuri, vampiri e “Leonardo di Capro”.

Aiuto…Urgenza nomi e consigli su libro k sto scrivendo!?

Certo, eccoci qui. Raccontaci di te, cara tramista.

sto scrivendo un libro , una storia rosa e fantasy ,

Faccenda davvero originale, mai pensato di scrivere un libro vero?

mi potete aiutare con i nomi.

Pronti!

le due protagoniste sono Whitney Wharol e Rebecca Broodway

Aspetta, facciamola semplice: Vita Varolo e Rebecca Brodino, così non ci montiamo la testa.

la trama è :le due amiche che prima vivevano a londra con le rispettive famiglie si trasferiscono insieme in un isola ,

Le due amiche sanno l’inglese ma je difetta l’italico idioma. Prima stavano a Londra con papà e mamma a ognuna i propri e poi si trasferiscono da qualche parte. Un’isola, e il fantachiavica si fa subito esotico.

inizialmente alloggiano in 2 Hotel rustici della zona

Le famose locande per allocchi, la guida turistica te li vende per hotel rustici e poi trovi i topi nella pastasciutta.
E l’esotico l’abbiamo sepolto alla svelta. Avanti che le chiaviche sono tante!

durante una fiera comprano in una strana bancarella due braccialetti e un diario .

Già. Quelle strane bancarelle che vendono diari e bracciali, ché vendere robe così e camparci è proprio inspiegabile.

con indosso quei braccialetti accadono cose strane ( teletrasporto , previsione futuro , strana forza )

Con due bracciali da fiera abbiamo risolto il problema del traffico, dei numeri da giocare al lotto e del doping. Bracciali rubati all’agricoltura!, seminano scemenze e raccolgono stronzate.

le due ragazze allora indagano e fanno varie ricerche scoprono molte leggende sull’isola .

Vita Varolo e Rebecca Brodino hanno un sacco di tempo libero e due bei bracciali. Che si fa? Una bella ricerca. No, dai, mica una sola. Meglio varie.

l’isola è un portale tra vari mondi.

E per saperlo basta consultare i libri di storia locale presi a prestito in biblioteca: «Vorrei una guida ai misteri dell’isola. Con tante figure, mi raccomando, ché a leggere troppo mi si ammoscia la vena magica».
Che scoprono le nostre personagge? Non ci crederete mai, lo so, ma risulta che…

lì risiede ,sul lago ,una scuola che riunisce tutti i magici:

Ma non mi dire! E ci tengono i corsi estivi di magica magia isolana? Ma tu pensa! E chi ci trovi a lezione?

streghe(nel mio libro niente scope niente verruche o gatti neri sono rappresentate come semplici ragazze che hanno poteri .

Davvero un tocco d’eleganza, lo ammetto.

i loro poteri vengono tramandati dai nonni ai nipoti e così via saltando sempre una generazione.

Ai genitori, porelli, tocca l’ingrato compito di pagare la retta scolastica.

sono in grado di fare incantesimi con parole rimate e movimento di mani)

Uellà, pare di stare in un villaggio vacanze! Su le mani, tutti in coro, trenino!

shuric canai (pronuncia sciuri canai sono ragazzi con il potere di controllare i elementi fuoco ,acqua , vento ,terra.)

I elementi, certo, certo…
E ‘sti tizi controllano tutta quella roba lì, ma non l’italiano (che è roba da sciure e non da sciuri).

Vampiri(diciamo che hanno molto in comune con i vampiri di Twilight

Ci speravo tanto.

solo che tutti sono in grado di leggere nel pensiero ma ognuno e anche in grado di evitare k qualcuno gli legga nel pensiero

Eh, ma così non vale!

potere limitato solo tra i vampiri ,

Roba da fighi, insomma.

il sole non influisce sul loro corpo

Be’, sai, ai corsi estivi sull’isoletta…

quindi non si sciolgono e non brillano .

In caso contrario sembrerebbero candele natalizie.

poi non bevono sangue animale ne umano

Si limitano a leggere nel pensiero, così gli passa la fame. Snelli e abbronzati, dei vampiri da Baywatch.

da quando hanno scoperto il dolbar liquido

L’universo è grande e ho scovato pure Dolbar, ma non è liquido.

in grado di saziare la loro sete estatto da un minerale molto abbondante nel sottosuolo)

Ma tu guarda che fatica immonda, e pensare che gli basterebbe piantare i dentini nel primo che passa.

le ragazze dopo varie dimostrazioni ,

La Stanhome è arrivata anche là.

incontri ( il + importante è quello con il preside della scuola di magie che spiega loro tutto,

Compreso l’orario delle lezioni. E guai a bigiare, questi ti leggono nel pensiero!

che loro sono le prescelte destinate a essere le + potenti tra i esseri

Ah!, spara una cazzata del genere? E allora le sta intortanto. Vecchio mandrillo!
Da notare i esseri: notare, annotare e mandare a cag… ehm.

che in loro sono racchiusi tutti i poteri dei magici in generale

Così, in generale.

che devono garantire la pace tra i 10 mondi paralleli dove vivono le diverse creature .

Un lavoraccio!

le ragazze iniziano a frequentare oltre alla loro scuola superiore di musica di mattina,

E ti pareva non ci fosse la bimbominkiata alla Saranno Famosi!

anche la scuola di magia di pomeriggio

Col preside che le palpa a giorni alterni.

inizialmente a loro non importa infatti non si impegnano e frequentano solo xk sono costrette

Costrette? Da chi, dal preside? Brutto maniaco, giù le zampe da Vita e Rebecca!

poi pero iniziano ad abbituarcisi ank perche e molto + comodo e divertente .

Abituarsi è davvero comodo e divertente, come il tuo italiano.

nel frattempo Becky( abbreviativo di Rebecca)

Rebecca faceva troppo Rebecca italiana di Cantù, bisognava proprio metterci una pezza.

si innamora di un vampiro incontrato a scuola di magia lui è il principe della famiglia reale dei vampiri .

S’è accasata bene, la furbona!

tra i 2 nasce un amore continuamente ostacolato x via del fatto k ai genitori del vampiro non sta bene k il figlio stia con una ragazza k non è una vampira

E vorrei tanto sapere cosa dicono a riguardo i genitori di lei. O passiamo sopra al vampirismo perché lui tiene dindi e palanche, eh?

ank xk lui è il principe ereditario e quindi lui e la futura moglie saranno quelli k governeranno

Sì, ok, ma lei è pur sempre una delle prescelte. Il principe, a paragone con Rebecca nostra, ci fa la parte dell’impiegato del catasto. Dai, su!

e ai suoi genitori non sta bene che la futura regina non sia una di loro.

Abbiamo capito. Si va avanti o si ribadisce che i genitori di lui hanno la puzza sotto al naso e appena sopra i canini?

lui cerca di convincere Becky a farsi trasformare xk è l’unico modo x stare insieme .

Ecco, vedi come fanno gli uomini? Più o meno come i vampiri: mi piaci, ti amo, ma se ti cambio mi piaci e ti amo di più. Rebecca, piantalo, non ti merita! Non ti lascerai mica convincere?

rebecca invece non lo può fare xk lei è una prescelta

Già, diciamolo chiaro: lei è la prescelta e lui solo un principe vampiro, con genitori scassaballe al seguito.

e trasformarsi in vampira vuol dire non essere + una prescelta

I prescelti, si sa, fanno gruppo a parte. Certo anche loro se la tirano, ma almeno non cercano di morderti.

lei ovviamente si sente combatuta xk da una parte vuole stare con il vampiro

Immorosata come una dodicenne ai primi caldi.

dall’altra non può mollare tutto e tutti non può fare questo a Whitney la sua amica.

Nel frattempo cosa combina Vita Varolo? L’abbiamo persa di vista.

Whitney invece ha una storia tutta sua

Tutta sua e non la spartisce con nessuno, sia chiaro.

non da meno in compenso a quella di becky .

Detta così si capisce subito che il fantachiavica abbisogna di un editing da mille e una notte.

lei ancora prima di scoprire tutto ciò

Un tutto ciò vario ed eventuale.

era innamorata di una sola e unica persona “Leonardo di Capro”

E qui, cari lettori, comincia il bello.

ank se lui era un attore , aveva 25 anni in + di lei

Un caprone anzianotto.

era sposato e aveva una bambina

Accasato e con figli.

lei continuava a essere la sua fan numero uno

Mica una capra tra le capre! La capra numero uno. Complimenti vivissimi.

quando con il tempo inizio a padronegiare i suo poteri sempre meglio con l’aiuto di becky infatti fece un sortileggio molto potente x ringiovanire leo e farlo diventare un suo coetaneo

Dal caprone al caprino.

e poi un altro ancora per fargli dimenticare tutto quello k ha vissuto prima della trasformazione

Ha scordato tutto ma bela che è ‘na meraviglia!

e un altro ancora per far dimenticare a tutti tutto quello che lo riguardava in modo tale k sembrasse come se fosse un comunissimo adolescente che si è trasferito da New york.

Santa pazienza, il numero di chiaviche sta velocemente oltrepassando il livello di guardia.

la storia è un susseguirsi di magie,

Dagli esiti improponibili.

guai, litigi ,amore e x tradizione c’è ank la cattiva k sogna di rendere l’universo il nulla assoluto

Le basterebbe fingersi autrice di questa trama.

distruggendogli ogni piccola parte ,

Eh?

lei è una split meta tra demone e umana si nutre del buio del caos della distruzione.

Ottima dieta!, anche lei pronta per la prova costume.

k ne dite mi potete dare dei pareri vi sembra da bambini?

Non offendere gli infanti.

vi piace?

No.

e il mio primo libro

Si spera anche l’ultimo.

e ci tengo k fosse perfetto

Più o meno come il tuo italiano.

datemi dei suggerimenti cosa potrei aggiungere

Per carità, fermati!

o cambiare

Ma non possiamo semplicemente fingere che questa cretinata non sia mai stata scritta?

poi mi potete aiutare con i nomi mi servono vari ad esempio : mi servono nomi per amiche/ per direttore scuola magia / i nomi delle due scuole / nome per la Split / per il vampiro di cui e innamorata becky / i genitori del vampiro /poi nome del isola della citta in cui si trovano e un nome per il lago in cui e costruito la scuola di magia. con i nomi ank cognomi.

Sì, e pure le partite IVA. Senti, gentile tramista dalla terza media rubata alla compagna di banco, lascia perdere, non insistere. Questa trama è irrecuperabile. Ha preso tutto da te.

Tag:, , , , ,

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

40 responses to “Trame tramortite: sciuri, vampiri e “Leonardo di Capro”.”

  1. KINGO says :

    No, dai, questa volta in mezzo al copia-incolla c’è anche un po’ di fantasia, va detto. Peccato che non sappia proprio scrivere.
    Tutte quelle k, quelle lettere mancanti, le “è” non accentate, sono cose magari dovute al fatto che scrive col cellulare o comunque molto di fretta, e si presume che poi, mettendosi a fare sul serio, riesca a evitarle. Ma gli apostrofi mancanti, le discordanze soggetto-verbo e i vari orrori espressivi, fanno capire che questa persona è assolutamente incapace di scrivere. Forse crescendo, chissà, ma ho comunque dei dubbi. Semplicemente, c’è chi può e chi non può.

    Mi piace

  2. alessandromadeddu says :

    Ne becchi sempre di notevoli, ma era tanto che non saltava fuori un grafomane analfabeta di questo calibro. Forse dal tempo di Chibi Warrior Pangea.

    Mi piace

  3. minty says :

    Non so se restare più abbacinata dallo spaglio di punteggiatura a cactus, e X e K a minc*a, o se dalla trama delirante: arrivata al mix Amici-Harry Potter-Twilight credevo di averle viste tutte, ma l’irruzione della RPF (real person fanfiction), con Di Capro “sortileggiato” per ringiovanirlo, defamiglizzarlo (alla faccia del buonismo!), smemorarlo e smemorare di lui l’intero pianeta, m’ha uccisa! °_°
    E non si fa mancare neanche la cattivissima che vuole diFentare paTrona di monTo! Aiuto! @__@

    Mi piace

  4. Sonsierey says :

    Fa talmente schifo che quasi mi piace. Del resto, da una sui 13/14anni, non possiamo aspettarci di meglio, no?

    Mi piace

  5. moloch981 says :

    Ma guarda te queste due, vivono in un paradiso tropicale, sono le due prescelte super potenti e wow, l’unico impegno richiesto è frequentare una scuola di MUSICA la mattina e una di MAGIA il pomeriggio, non esattamente due materie noiose, a parer mio… e all’inizio non hanno neanche tanta voglia! Ma vaff* di cuore da parte di chi si fa il mazzo a studiare/lavorare! 😀

    Mi piace

  6. Mihaela says :

    Scrive sotto metamfetamine: sì, i sintomi sono quelli.

    Mi piace

  7. impossiball says :

    le teenager che scrivono fanfiction (sono una marea e lo fanno sui temi più disparati) mi fanno una profonda tenerezza, esattamente come le fan degli one direction: hanno una passione, ci credono e la difendono. Rispetto a quelle che non hanno passioni è un enorme passo avanti. Il problema è il passo successivo, dalla fanfiction (ma anche dai gdr online, anche lì si tratta di scrivere delle storie) alle velleità editoriali. Tutta colpa di quelle 50 sfumature lì.

    Però hanno il merito di aver inventato il fa-vo-lo-so termine “shippare”, e io le ringrazierò per sempre.

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      Ehhh… braccia shippate all’agricoltura… 😉
      Possibile che dal diario segreto si sia passati alla fanfiction? Non era il caso di fermarsi prima?

      Mi piace

      • impossiball says :

        conosco persone istruite più della media che divorano libri di storia e poi ci scrivono fanfiction e gdr sopra, pieni zeppi di shippate in tutte le salse. Non è solo roba per bimbeminkia, ecco.

        Mi piace

        • Gaia Conventi says :

          Allora tutto è perduto!

          Mi piace

          • impossiball says :

            Finchè non cercano di pubblicarle, no. Pensa, potrebbe esistere roba non pubblicata, senza velleità editoriali e scritta anche bene. Un mondo diverso è possibile.

            Mi piace

            • Gaia Conventi says :

              Se un mondo diverso fosse possibile, avremmo cassetti pieni di manoscritti che non richiedono una passata di editing.
              Ma così non è. Ho parlato con molti cassetti e me l’hanno confermato: i cassetti sono vuoti e l’editoria è piena di boiate.

              Mi piace

              • impossiball says :

                Sarebbe come dire che su Yahoo Answers sono tutti imbecilli: ad una prima occhiata si direbbe che è vero ma ogni tanto una risposta arguta ad una domanda imbecille ti rimette in pace col mondo (e finisce nei tuoi post)

                Mi piace

                • Gaia Conventi says :

                  Yahoo Answers prevede una fauna variegata. Ovviamente c’è il tramista, ma c’è anche l’utente rispondente che lo randella.
                  Ecco, quell’utente lì magari ha un buon manoscritto nel cassetto, ma di certo non lo sbandiera su YA. E poi, sì, poi ci sono io che raccolgo le prove dell’esistenza di entrambi.
                  Il sagace utente rispondente sa che YA è lo zoo safari del tramismo.

                  Mi piace

                  • impossiball says :

                    tu lo sai che io mi sto leggendo TUTTI i tuoi post taggati con yahoo answers? Per fortuna la mia produttività al lavoro è sufficientemente bassa da non risentirne? 😀

                    Mi piace

      • minty says :

        Possibile che dal diario segreto si sia passati alla fanfiction?

        Guarda Gaia che la fanfiction è un fenomeno vecchissimo, eh! Gente che scrive fanfiction c’è da decine d’anni. Solo che per moltissimo tempo queste opere di genio sono rimaste confinate nel mondo dei fan, perché fondamentalmente quello erano: storie scritte dai fan per altri fan e prodotte fan-tasticando sui personaggi preferiti di letteratura, cinema, tv…
        (Oh, non si fosse capito, in adolescenza pure io scrivevo fanfiction sui Cavalieri dello Zodiaco o altri cartoni. Solo che le leggeva unicamente la mia compagna di banco…)
        E, ti assicuro, negli anni ho avuto modo di leggere fanfiction anche molto belle, ben scritte, ironiche, prodotte da persone colte che sapevano come divertire il prossimo. Per il puro gusto di farlo, senza nessun altro scopo.

        Poi, come dice pure Wikipedia, il fenomeno è esploso con l’avvento di internet. E per un po’ le fanfiction sono rimaste la solita cosa di sempre, solo con infinite possibilità in più di contatto tra i fan. Poi…
        Poi qualcosa dev’essere sfuggito al controllo, perché dal 2000, anno in cui leggevo racconti da sganasciarsi e ben scritti, con protagonisti i personaggi degli anime più famosi mescolati a fan reali ma ‘uppati’ e diventati a loro volta personaggi… in meno di 10 anni si è passati all’orda di wannabe-scrittori convinti che la fanfiction sia l’anticamera del diventare scrittori professionisti o che la fanfiction SIA la scrittura adatta all’editoria ‘normale’ (in mezzo, come dicevo, guerre di religione, snaturamenti, bubboni e rivoluzioni varie).
        E improvvisamente lo stuolo di bimbiminkia che prima anelavano a diventare protagonisti del Grande Fratello, ora vogliono pubblicare un libro e arrivano su YA a rovesciare trame che farebbero pena anche come sinossi dell’ultima delle fanfiction. E intanto, chiudendo il cerchio, la tv si inventa Masterpiece e vari editori pubblicano davvero romanzi nati da fanfiction e ‘trattati’ (che poi avrei pure da questionare su certi libri ‘normali’, tipo quelli in cui i personaggi di Jane Austen, o la Jane stessa, diventano investigatori, o zombie, o si danno ai piaceri della carne. Non sono fanfiction quelle? Mentre io compravo “Breve storia di quasi tutto”, un’amica s’è presa “Orgasmo e pregiudizio”. Edizione Newton Compton, ça va sans dire…)

        Come si sia arrivati da A a B, lo dicevo più su a impossiball, francamente m’è sfuggito. E mi angoscia.
        Però in tutto ciò non sono giunta a criminalizzare la fanfiction in quanto tale. La fanfiction in quanto fanfiction, di per sé non aveva, e non ha, niente di male. Ancora oggi se ne trovo di fatte bene (ma è da tanto che non ne cerco), alla vecchia maniera, ecc., le leggo con piacere e mi diverto.
        Solo che ormai l’esercito di wannabe e bimbiminkia (e di gente che su ‘sta cosa della scrittura amatoriale s’è sempre presa troppo sul serio…) ha completamente snaturato e mandato in vacca la cosa :-\

        P.S.: Ora che mi viene in mente, in un quadernetto ho ancora la mia fanfiction-parodia scritta al liceo e ispirata all’Iliade in cui Patroclo e Cassandra recitavano Shakespeare e Ulisse faceva le figure da caciottaro… I ricordi! :°-)
        P.P.S.: Oddende! C’è di peggio! Da adulta pubblicai pure delle songfic (nel senso originario della categoria, che poi han svaccato anche quello. Ovvero delle riscritture del testo di canzoni note, fatte per ridere – e/o per trollare i troll, che è sempre attività interessante XD) e addirittura un’intera fanfiction, su un vero archivio online! Archivio eminentemente dedicato alla scrittura demenziale, e ormai inghiottito dall’oblio del web, per fortuna. Ma qualcosa si dev’essere salvato nel fondo dei miei hard disk, da qualche parte… Paura! °_°

        Mi piace

        • Gaia Conventi says :

          Guai a dare la colpa alle fanfiction, anche le armi da sole non sparano. Magari prima le carichi, sennò fai più danni con un mattone.
          Il problema è chi impugna l’arma, e chi scrive fanfiction. Ma anche perché mira e perché scrive: si spara per difesa, per azzoppare il ladro, per scacciare i lupi?
          Non si fosse capito, non so ricamare ma so sparare, ma questo resti tra noi.
          E resti tra noi anche il perché di chi scrive queste nuove fanfiction, non diciamo in giro che certe case editrici pescano lì e pescano il vendibile. La gente lo sa e la gente lo scrive: il vendibile.
          Se poi il lettore si sia ridotto a chiedere quello perché non capisce una ramazza, se acquisti quello perché quello trova o se legga robaccia perché è stato abituato alle merle su carta, sono cose su cui bisognerebbe indagare. Indagare e, in caso, condannare. Ai lavori forzati.
          Ma pure all’editing forzato, condanniamo chi scrive robaccia e chi – editor – dovrebbe lasciare quella robaccia negli angolini bui del web. Lavori forzati, mi pare la soluzione migliore.

          E così, dopo essermi inimicata gli editori, eccomi qui a farmi levare il saluto dagli editor.
          Triste destino, dovrei imparare a starmene zitta. 😀

          Mi piace

    • minty says :

      Tutta colpa di quelle 50 sfumature lì.

      No, no, fidati! La febbre da pubblicazione ‘vera’ tra le fanwriters è scoppiata molto prima dell’arrivo della SM-trilogia. Solo che non ho ben capito come si sia diffusa. Mi son distratta dal mondo delle fanfic per 2-3 anni, e mi son ritrovata gli stuoli di bimbeminkia, che prima semplicemente pestavano i piedi per avere pubblico e commenti sui siti di fanfiction, facendosi le guerre di religione sul canon e il fanon, che improvvisamente pestavano gli stessi piedi per arrivare a pubblicare libri (e quel che è peggio, editori che avevano iniziato davvero a pescare in quello zoo all’aperto che sono spesso i siti di fanwriter per trovare nuova carne da cannone… – il che ovviamente ha aggravato il problema).
      E mi son persa il passaggio che ha portato alla metamorfosi! Son ancora basita, guarda… °_°

      Mi piace

      • Gaia Conventi says :

        Ti sei distratta un attimo e ZAC!, l’editoria è morta. 😀

        Mi piace

      • rob says :

        Sono abbastanza d’accordo con te, specie perchè io le fan fiction (anzi, fanfic, come si chiamavano allora) le ho scoperte su internet alla fine degli anni ’90, prima giravano sui newsgroup, poi su mirc e poi sui forum… mi viene il dubbio che la colpa, in realtà, sia dei vari forumfree e forumcommunity, veri ricettacoli di aggregatori per bimbeminkia

        Mi piace

        • minty says :

          Vabbè, qua finiamo a fare discorsi più grandi, mi sa.
          Cioè, ci sarebbe da fare tutta una dissertazione sul passaggio dai newsgroup (i più, non moderati, in solo formato testo, e in cui ognuno si pigliava la responsabilità di ciò che scriveva e diceva, esposto al pubblico ludibrio degli astanti scafati) ai forum free (in cui il fondatore/moderatore può tutto, in cui si possono modificare retroattivamente i post, in cui i nemici degli amici son cacciati a priori, ecc. – ma, ehi!, ci sono le faccine, gli avatar, le firme, i puntatori con le stelline, ecc…); o da mIRC (leggerissimo, solo formato testo, molto nerd) a MSN-o-simili prima (pesante, bacato, complicato, ma -ehi! – ci sono le faccine, i colori, le immagini, è su invito e basta, ecc.) e alla chat di Facebbok poi (che non so come sia, dato che non sto su FB :P).
          Evoluzione conseguente al web di massa. Che riflette un po’ la cultura di massa. Come vi pare che sia evoluta (?) la cultura degli ultimi 20 anni? Ecco, c’è da stupirsi se il web di massa si sia tradotto in questo bimbominkizzarsi/deteriorarsi del tutto globale? :-\

          Impossiball, ma tu raccontami (anche altrove, eh! Che qui, tra un po’, Gaia ci caccia ^^;): che newsgroup, canali mIRC, ecc. frequentavi? 😉

          Mi piace

          • impossiball says :

            ehm, nessuno, ho scoperto tutto a posteriori, veramente. Nel mio caso, è stato it.arti.cartoni, le fanfic basate sui personaggi dei cartoni animati erano assolutamente esilaranti! 😀

            Mi piace

            • minty says :

              Nel mio caso, è stato it.arti.cartoni

              Ecco, mi pareva di aver riconosciuto una cert’aria di famiglia… 😛

              Mi piace

              • rob says :

                una rosicata epocale: li ho scoperti quando ormai il gruppo era dissolto. Per mia fortuna avevano messo su questo: http://www.aabo.it/house/iac/archivio_ff/main.htm 😀
                GRASSISSIME risate, le mie preferite erano le fanfic di Mark Lenders,

                Mi piace

                • minty says :

                  Ah sì, l’archivio di Aabo è su da anni! 🙂
                  Io ho bazzicato IAC dal 2001 in poi. Qualcuno dei ‘vecchi’ era ancora online, ma sì, il gruppo aveva già vissuto il suo meglio. E pure io lessi le fanfic ‘in differita’. Le mie preferite restano quelle di Veleno *_*

                  Mi piace

  8. impossiball says :

    sono al 21 marzo 2013, per oggi basta 😀

    Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: