Le bruttizie natalizie 2014: Natale per casa ma non per caso!

Tornano i gaggiai meravigliai di Natale, qui la prima puntata con cappelli, maglioni e compagnia bella. Oggi, invece, parliamo di oggettistica e tanapolvar. Sì, lo so che non parlate il ferrarese, ma direi che tanapolvar rende l’idea a livello mondiale. Vi ricordo che le immagini sono cliccabili e vi consentono di fare spesa, se proprio non sapete resistere…

Cominciamo dal tappeto delle grandi occasioni, con pochi schei anche l’ingresso di casa vostra ricorderà i corridoi dell’Overlook Hotel.

Ma per i più esigenti esiste pure la decorazione da computer. Il mio dice che sta bene anche senza, ma il mio computer è così snob. Un po’ mi somiglia.


Se non riuscite a convincere il computer, potete puntare sul mobilio. Eccovi le impareggiabili decorazioni per i piedi delle sedie.

Da sposare agli eleganti coprisedie!

O con un sobrio set di calzini per posate.

Attenzione che abbiamo pure la versione sedie angeliche!

Mettetevi comodi e fate uno spuntino. Se panettoni e pandori vi sembrano scontati, anche a prezzo pieno, lasciatevi conquistare dal cioccolato.

Un bel Babbo zombie di cioccolato! Farà contenti i bambini… che chiederanno d’essere mandati a letto senza cena.

E se i bambini vanno a letto presto, voi potete gustarvi in pace i bastoncini natalizi alla pancetta.

Bene, ora che siete sazi, vediamo di continuare ad addobbare casa. Partiamo dai Babbi Natale.

Babbo Fett rallegrerà le vostre feste, meno quelle di Ian Solo.

Restiamo in tema: eccovi Babbo Vader, perché a Natale siamo tutti più buoni.

Se vi sembrano inutili tanapolvar, allora siete tipi da regali utili.

Il Babbo scotch è inarrivabile. Ma se ancora vi sembra poco…

«Statuina che raffigura Gesù e diventa fluorescente al buio, diffodendo una dolce luce protettrice», il refuso è in regalo.
Ancora non vi ho convinti all’acquisto? Ok, mi gioco tutto col kit magnetico per vestire Gesù Cristo.

Passiamo quindi alle renne tanapolvar.

Renna candelabro, sta bene ovunque e non impegna. Se non volete osare troppo, c’è anche la versione seduta.

E la renna cantiniera.


Fatevi un goccetto perché adesso si passa alla cucina natalizia.

Guanto da Babbo al forno, è così bello che potete usarlo anche ai falò di ferragosto. Il guanto va portato con l’abbigliamento giusto.

Voglio sperare che il completino sia ignifugo. In caso doveste andare a fuoco e restare in mutande…

Su D-Mail trovate «Lo slip e una fascetta per il collo in stile “natalizio”! Per stupire il tuo Lui con ironia ed originalità!». Lui con la maiuscola, trattasi infatti del capoufficio.

Se all’ultimo minuto vi rendete conto d’aver scordato d’acquistare gli slip natalizi: no problem!

Ecco le mutande istantanee. Ottimo come regalo aziendale.

Non dimenticate di vestire anche il cane!

Che non pare particolarmente contento d’andarsene in giro così, e proprio non so spiegarmelo.

La prossima sezione è dedicata a chi, tutto sommato, trova che il periodo Natalizio sia un periodo demmerda. Eccoci allora alla carta igienica per le feste!

 

Carta Babbo Natale, così vi levate una soddisfazione! Per i più esigenti, anche in altre fantasie natalizie.

I precisini potranno abbinare i rotoli al portarotoli.

Se non vi abbiamo convinti, eccovi i commenti di chi il portarotolo lo sfoggia (tornando dalle serali): «Divertentissimo e fatto bene è Natale anche in bagno….Non vedo l’ora di poterlo utilizzare». Ma anche: «Fatto bene di un bell colore rosso ,appena entri in bagno attira la tua attenzione. Fatto colpo su tutti abbinato al adesivo per il copri water ed al tappetino giro water natalizio». Curiosi di sapere com’è ‘sto tappetino giro water? Eccolo qui!

Euronova vi leva ogni pensiero e vi compone già il set.

Ma D-Mail non si lascia impressionare e vi offre i copri WC adesivi.

Anche stavolta abbiamo il commento dell’acquirente soddisfatto: «Facile da attaccare molto bello colorato e non lascia nessun residuo, in più si riutilizza».

Siete fan di Babbo Natale e lo volete frequentare anche nei momenti più intimi? Bene, c’è anche il copri WC con Babbo Natale. Il commento (errori inclusi) dice così: «Da farci un figurone…gli ospiti rimarrano piacevolmente colpiti, e anche quella zona della casa sarà addobbata per le feste!». Il tutto è abbinabile al set saponi & affini.

La puntata termina qui, torniamo la settimana prossima. Lavati e profumati, pronti per proporvi alberi e presepi.

Annunci

Tag:, , , , , , , ,

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

42 responses to “Le bruttizie natalizie 2014: Natale per casa ma non per caso!”

  1. carlotta says :

    Cosa scegliere? Mi ero quasi buttata sui calzini a Babbo Natale delle sedie… ma quando ho visto il kit per vestire Gesù Cristo non mi sono tenuta più. Chi non l’ha fatto, vada a vedere la pubblicità degli ideatori e scoprirà in quanti modi, oltre al tradizionale tunicone con fascia, può abbigliare il Figlio di Dio. Barbie e Ken, a confronto, possono andarsi a nascondere.
    Corro ad ordinarlo.

    Mi piace

  2. ilcomizietto says :

    Per un attimo – solo un attimo eh! – ho pensato: “Che brutta notizia ci può essere per Natale? È saltato il pranzo?!” Non farmi più questi scherzi! 😀

    Venendo al tema: le mutande liofilizzate. Poi le metti bagnate o devi aspettare che si asciughino?

    I bastoncini al bacon potrebbero essere una soluzione per Lacomizietta che non ama i dolci.

    Il kit per vestire Gesù è la conferma che Dio non esiste, oppure è impegnato su Andromeda. Se guardasse un attimo sulla Terra, ci fulminerebbe tutti.

    Ho un po’ paura per la settimana prossima. 🙂

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      Ma figurati! Il pranzo del Natale scorso c’è stato, nonostante fossi appena uscita dall’ospedale. Il pranzo di questo Natale ci sarà, dovessimo scansare le bombe! 😀

      Per quanto riguarda le mutande liofilizzate, spero si asciughino alla svelta. Sennò tocca girare con un fon.
      E il kit per vestire Gesù Cristo è insuperabile, ha fatto ridere persino lui… ecco perché non ci ha ancora fulminati.

      Mi piace

  3. luciaguida says :

    Oh my God … 🙂

    Mi piace

  4. catenomarco says :

    Se devo dire la verità la mutanda istantanea è fantastica. Unico dubbio: bisogna asciugarla prima di indossarla o è idrofobica?

    Mi piace

  5. Daniele says :

    Cavolo, la cosa più normale di questa marea di fuffa, è la renna porta-moccoli, la più agghiacciante la bambola di Gesù da vestire – già nella foto, si vede una croce O___o
    Secondo me, la bambola è così oltre che è impossibile trovare qualcosa di gusto altrettanto pessimo, straccia a mani basse ogni copriwater peloso a guisa di Babbo Natale o mutanda sexy in poliestere che fa le scintille se la sfreghi con altri indumenti.
    E già mi chiedo che razza di presepe puoi aver scovato per la prossima puntata: un bel presepe fantasy, coi draghi che scaldano Gesù bambino al bosto di bue e asinello?

    Mi piace

  6. sandraellery says :

    A Milano c’è il negozio D-Mail dove in effetti se vai con la persona giuste, es. amica scema quanto te (te nel senso di me, non volevo offendere!) ci si diverte un sacco.

    Mi piace

  7. minty77 says :

    la decorazione da computer… le impareggiabili decorazioni per i piedi delle sedie… agli eleganti coprisedie

    Ohmmad… ehm, ommamma mia! O_O

    Ho un’amica che non disdegnarebbe il portarotoli, ma il giro-water coordinato è davvero agghiacciante…

    Sulle sedie angeliche e i bastoncini alla pancetta però ho riso tantissimo! XD
    E le calzine da posate sono accettabili: appuntando un foglietto con una spilla da balia, funzionano anche da segnaposti.

    Ma è inutile, non c’è scampo: la cosa che è diventata immediatamente il mio sogno proibito è il Gesù magnetico da vestire!!! *___*
    E’ un’idea talmente balenga che fa il giro e diventa puro geGNo. Lo vogliooooo! >__<

    Mi piace

  8. Rosalba says :

    La carta igienica,io tifo per la carta igienica.

    Mi piace

  9. Alessandro Madeddu says :

    Basta, emigro su Marte con la prossima spedizione.

    Mi piace

  10. carlotta says :

    La tua promessa di stupirci con alberi di Natale e presepi mi spinge chiederti: come potrai superare il geniale, impareggiabile, ALBERO DI NATALE PER PIGRI? E’ un anno che quando ci penso mi rotolo in terra dal ridere, tanto che ho dovuto mettere la moquette in tutta casa, perchè ero tutta un livido.
    Ce la potrai fare?

    Mi piace

  11. ophelinhap says :

    Rido. Ma dove le trovi tutte queste cose?
    In effetti alcune potrebbero essere utilizzate to spice things up x il tristissimo Secret Santa dell’ufficio 😉
    PS: eh si, il dubbio sulle mutandine rimane!

    Mi piace

  12. Rosalba says :

    L’albero di Natale per pigri sarebbe quello di carta che si apre come un ventaglio?Caspita, ti ricordi Gaia che me lo hai regalato alcuni anni fa?Be,
    io sono così pigra che devo averlo aperto quell’unico Natale!

    Mi piace

  13. agane says :

    Euronova è un must!!! Lo adoro ❤ Io e mia sorella ce lo leggiamo insieme sorseggiando il caffè e ridendo proprio di pancia 🙂

    Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: