Tramisti à la carte: il menù dei “Ma no!” (prima parte).

Spero che stamattina abbiate una gran fame di brutture: è venerdì, e i tramisti sono tutti da mordere!
Il post è diviso in due parti: questa è tremenda, la prossima è anche peggio.

Be’, sì, dai… almeno in inglese. Che ci vorrà mai?

Le gioie della multiculturalità.

Cavolo, sei uno che punta forte!

Sto iniziando a scrivere la mia biografia ..quale è il modo migliore?

Smettere subito.

Dicono tutti così.

Come consigliate d procedere?d scrivere gli eventi in maniera dettagliata o in maniera meno dettagliata e descrittiva lasciando spazio a sensazioni e sentimenti?infine si scrive meglio in prima o terza persona?

Hai mai pensato di darti del voi?

Ok, ma vi starete chiedendo cosa potrà mai avere di tanto interessante da raccontare. Per saperne di più occorre dare una sbirciatina ai suoi quesiti.

Spero non intenda pagare la pubblicazione.
Ovviamente lui afferma che è una domanda del tutto innocente. Infatti…

Ma il nostro tramista non ha solo problemi a trovarsi i quattrini in tasca, lui ha difficoltà a trovarsi e basta.

Scusate ..domani vado a Siena ?

Allora devi scusarti coi senesi.

Sapete come si chiama l uscita autostradale per andare a Siena? Su Google maps mi dice valdichiana-bottole ?

Ecchecazzo!, ma ci vuole tanto a chiamarla “uscita per andare a Siena”? Maledetto Google, sta sempre lì a complicare la vita ai tramisti.

E poi c’è la mia preferita, anche se leggendola dovrei mettermi a lutto: il poverino un anno fa è stato mollato dalla morosa. Proprio non me lo spiego.

Preparate il fazzoletto, c’è da piangere. Decisamente da piangere.

Qualche sera fa ha visto che messaggi avo con una e si è incazzata di brutto e non vuole più saperne di me..

La poveretta attendeva la scusa buona, e finalmente…

ho provato a spiegare che l ho conosciuta su un sito di viaggi

Noti siti di viaggio che promuovono l’amicizia tra gli utenti.

ma non l ho mai vista..questa ragazza voleva che gli facessi vedere

Vedere…?

Roma

Ah, ecco.

ma non me la sentivo perché amo la mia ragazza

O il marpione o il cicerone, la via di mezzo è fare un marone.

è gli ho detto di no ma gli detto

Non capisco perché non t’abbia mollato prima. In autostrada.
Ma, ok, dicevamo: è gli ho detto di no ma gli detto se vuoi t do il numero e c sentiamo ogni tanto. Sulle conversazioni nn c era scritto niente d che..io sto a pezzi di brutto e non so cosa fare non mi è mai capitato..cosa posso fare aiuto 😦

Povera bestia. O puvrèta la miè stela. È distrutto. Anche se, qualche quesito prima…

Ehhh… sarà un’autobiografia da brividi! Già mi vedo l’ex morosa mettersi in coda per la dedica, scortata dal fratello maggiore. Quello appena uscito per buona condotta.

Attenti allo scambio, manca solo il raccattapalle (ché dirlo raccattacoglioni pareva brutto).

Che requisiti servono per superare l esame da detective( polizia )?
intendono dire se servono delle particolari lauree oppure se basta leggere sei libri e se si che libri possono essere utili ?

Se la domanda è notevole, la risposta è persino migliore.

ma no dai, basta guardare le prime tre serie di N.C.I.S…………………

Infatti quei «sei libri» mi sembravano eccessivi.

p.s.. ma voi italiani ci venite al mondo idioti o fate una dieta particolare………????

E allora vedi che non sono la sola a pensare che su Yahoo Answers giri del mangime particolare?

Consigli libri sul cervello?

Sì, li consiglio all’altezza della nuca. Di taglio.

Ciao a tutti avrei bisogno di dei consigli per dei libri sul cervello che però non siano troppo noiosi.

E magari contengano una mappa. Vuoi mai che lo ritrovi?
Se occorre porto la pala…

Grazie in anticipo

Oh, di nulla. La pala può essere usata in tante maniere.

Altro scambio ad alta gradazione di genialità.

Romanzo suicida?

Avrà capito che vuoi scriverlo tu.

Salve, secondo voi se scrivo uno romanzo in cui il protagonista si suicida e creo una storia su di questo ma poi ritorna in vita induco il lettore a questo pensiero se ha già queste tendenze? Non voglio che qualcuno leggendo il mio romanzo decide di levarsi la vita ma esattamente il contrario.

E l’utente rispondente…

Ancora non hai scritto niente e già pensi di avere il super potere che indurrebbe la gente a fare quello che scrivi!
Beh, l’autostima non ti manca, è già un buon inizio 🙂

Speriamo non vada oltre.

Già, la siora non ha tutti i torti.

No, che state a pensare? Mica sono gli alieni a drogarsi. Infatti…

E sembra che la cura gli faccia un gran bene. Difatti…

Ma su di lui sembra picchiare con una mazza chiodata.

Ma perchè non mi piace mai quello che scrivo??

Quel perché scritto alla razzo di rane potrebbe essere un indizio.

è molto che mi gira in testa di scrivere un libro……..il problema è che quando inizio a scrivere non mi piace cio che fino a mezzora prima avevo in mente e di cui andavo fiera…….

Però i punti di sospensione ti piacciono ancora tanto.

mi spiego nella mia mente si creano le vicende, i dialoghi, i paesaggi, i personaggi…. ma quando li trascrivo sul foglio non mi appaiano mai come li avevo nella mia testa,mi sembra sempre che manchi qualcosa…….. ma non riesco a capire cosa!!!!!!!

Io una vaga idea l’avrei.

io adoro scrivere storie lo sempre fatto….

Anche quel lo potrebbe voler dire qualcosa.

e mi diverte immaginare su tutto, molte volte riesco a creare una storia solo osservando un tramonto con una persona, a me basta volare con la fantasia ed è da li che creo tutto.

È che a volte la fantasia non basta.

ma mi sembra che al mio libro manca sempre qualcosa…. PERCHÈ?????????

Perché non sai scrivere, cazzo!

Ehm… sì… però torniamo venerdì con la seconda parte. Ed è persino più brutta di questa.

Annunci

Tag:,

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

13 responses to “Tramisti à la carte: il menù dei “Ma no!” (prima parte).”

  1. sandra says :

    Questa è veamente orribile, Gaia!

    Liked by 1 persona

    • Gaia Conventi says :

      La prossima è pure peggio. Prepara il Fernet. 😀

      Mi piace

      • sandra says :

        Sono passata a un liquore più figo, preso in una distilleria, solo che ha una bottilglia quadrata difficile da maneggiare, l’altra sera super rovesciamento sul tavolo della sala, il pezzo d’arredamente più costoso di casa, disastro, ha allagato pure un librodemmerda di Ferrara (quello del Comiz per la cronaca)

        Mi piace

  2. Natascia says :

    ”Perché non sai scrivere, cazzo!” potrebbe essere ‘the ultimate answer’ di yahoo answer!

    Mi piace

  3. Daniele says :

    Ok, sono fuori come balconi, non c’è che dire. Ma l’ultima è clamorosa; bisogna dire che ha almeno un minimo di autocritica, ma non capire che forse le serve più studio, lettura ed esercizio (cominciando dalla grammatica)…
    Bello anche quello mollato dalla ragazza perché l’ha sgamato a mandarsi messaggi con la bella sconosciuta (che potrebbe anche essere un uomo che si finge altro per fare scherzi, o la sua ormai ex-ragazza): dando per buono che non avesse intenti “romantici” nonostante il quesito della trombamica, dovrebbe essere più cauto e non lasciare il cellulare in giro!

    Comunque, mi è piaciuto il cucchiaio per bambini a forma di rana, la cosa più normale di questa tornata di tramisti XD

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      I dubbi dei tramisti andrebbero sempre risolti col classico «Sì, certo, certo…». Carezza sulla testolina, presa salda e frontale con uno spigolo. Ma noi siamo brava gente, noi li amiamo. L’importante è tenere ben chiusa la gabbia.

      Mi piace

  4. ellagadda says :

    Lascio l’acquavite danese per la prossima puntata
    😐

    Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: