“Il silenzio assordante di Chernobyl”, una mostra multisensoriale che vi terrà svegli la notte

Alle ex scuole primarie di Bondeno (FE), piazza Aldo Moro, fino al 17 dicembre 2017. Sabati e domeniche, dalle 10 alle 20. Apertura straordinaria l’8 dicembre. A cura dell’associazione culturale “I luoghi dell’abbandono”.

Una mostra spaventosa per quanto è studiata e curata nei minimi particolari. Ma partiamo dal freddo, il freddo che ti segue fin dentro le aule dell’ex scuola elementare – diverse finestre sono semiaperte, il freddo fa parte dell’esperienza multisensoriale – e che subito rende il polistirolo sparso in giro una credibilissima neve ucraina, e le foto – bellissime – alle pareti incrementano la sensazione d’essere stati catapultati a Chernobyl. Esperienza straniante, ve lo assicuro. E poi i rumori, le aule che diventano l’ospedale civile, la base radio, il parco giochi… Venticinque stanze allestite a tema, documentari video di approfondimento, duecentotrenta foto in esposizione. Occorrono circa due ore per vedere la mostra e cinque euro per entrare. Soldini spesi bene. Andateci!

Il mio album su Facebook: QUI.

Annunci

Tag:, , , , ,

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

5 responses to ““Il silenzio assordante di Chernobyl”, una mostra multisensoriale che vi terrà svegli la notte”

  1. newwhitebear says :

    interessante proposta per una giornata diversa dal solito

    Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: