Un trumò di tramisti. Primo cassetto.

È giunto il momento di aprire il trumò – trumeau per i precisini – dei tramisti. Li abbiamo letti, scelti e chiusi nel cassetto. Perché noi, nel cassetto, mica ci teniamo un manoscritto…


Come fa certa gente a dichiararsi fan di Harry Potter senza saper dire i Hermione ?

Ah, guarda non saprei. Certo è un dubbio che leva il sonno.


Io conosco gente che ha visto tutti i film e comprato almeno un libro di Harry Potter e anziché dire HERMIONE o anche ERMIONE, dice ERNIONE . Ma come c@cch!o fanno a dirsi fan ? Io li correggo e continuano !

Forse sto esagerando perché in fondo loro vedono Harry Potter come un mago che va a nel mondo fantastico della magia con gli unicorni e rose e fiori e c@zz@te da bambini dell’asilo, non come una fonte letterale importante nella crescita .

Ma quando sento gente che quasi insulta il magico trio mi innervosisco .

Io conoscevo questo «magico trio», devo essermi persa qualcosa.

Comunque ditemi se anche voi vi ritrovate gente così .

No, be’, noi ci ritroviamo tra i piedi gente che pubblica a pagamento e si autodefinisce “scrittore” sui social. Non sarà un grande «ERNIONE», ma certo l’ernia da sopportazione non è da sottovalutare.

ps. se entrate per insultare Harry Potter dicendo che è una storiella per bambini potete andare a farvi fott€r€

Tutti così i fan del maghetto? Apperò, simpatia portami via!

Vaneggiando svagatamente.

Idea per un libro?

Ok, siamo pronti. Vai!

la storia e semplice.

Così semplice che l’editor muore già nell’incipit.

un flare solare colpisce la terra e tutti i sistemi elettronici si fondono, mandando nel cao l intero pianeta . in un primo tempo tutti i governi cercano di aiutare la popolazione, ma ciò e fatto solo per coprire il trasferimento delle persone più importanti del pianeta in Corsica l unica isola schermata le cui infrastrutture e macchinari elettrici sono ancora funzionanti.

In Corsica. Ok, hai tutta la nostra attenzione: vogliamo sapere della Corsica.

Nicolaj un giovane neolaureato ed elena sua futura moglie,

Donnina così scrausa da non meritare manco la maiuscola.

dopo aver scoperto della Corsica decidono di intraprendere un lungo viaggio da Mosca fino Piombino, per poi raggiungere l isola francese.

Non dirmi che pensano d’andarci in traghetto!

durante il viaggio Nicolaj dovrà prendere difficili decisioni e cambiare se stesso.

Ma dovrà pure scovare una canoa, una zattera, due giubbotti salvagente…

il libro sara` più incentrato sul viaggio e sul cambiamento dei personaggi anche se introdurrò scene concitate (esempio fuga da milizie/sparatorie)

Roba da restarci secchi.

che ve ne pare come idea?

Interessante, ma dimmi perché la Corsica. Perché perché perché?
E poi scopro che il nostro tramista guarda film cosìpurtroppo non ricordo molto del film solo cose frammentate. praticamente un asteroide si schianta in america e da li a poco nella grotta in cui e caduto inizia a formarsi un fauna e flora da li a poco la zona viene sigillata. verso la fine gli alieni scappano e alla fine devono combattere contro un coso gigante mi pare rosa.
Il «coso gigante mi pare rosa» batte la Corsica, ne converrete.

Ho 13 anni e Vorrei scrivere un libro?

Aridaje!

Ho 13 anni ma sono matura per la mia età. Sono brava in italiano e adoro scrivere. Secondo voi potrei scrivere un libro ?

Ecco, sì, anche pucciate nel caffè.

Con quale trama ?

Ecco, appunto. Con quale trama? Ma, soprattutto, il caffè zuccherato a dovere nasconderà l’amara risata che ci strappi col tuo quesito?

Ma poi potrei farlo pubblicare ?

Uff… sentiamo cosa ne pensano gli utenti rispondenti. Giulia dice che sì, si può, e pure lei sta scrivendo un libro. Giulietta nostra è una quattordicenne con le idee chiare: «un consiglio per quando lo pubblicherai,scegli le case editrici gratuite,quelle che ti fanno pagare sono delle fregature». Anche gli altri dicono che si può fare tutto, qualcuno ammette che per fare tutto a volte occorre pagare. Ma non Giulietta nostra!, lei sa che pubblicare a pagamento è tutta fuffa. Lo sa a quattordici anni, resta da capire perché gente più grande si ostini a farsi frugare in tasca.

Idee titolo per un libro?

Certo, noi siamo bravi da tutto.

Ho scritto la trama di una storia e da tempo sto cercando un titolo breve ma che possa riassumere in qualche modo il contenuto della mia storia incentrata sulle stelle… Non sto chiedendo di suggerirmi dei titoli in modo che io li copi e basta, ma solo uno spunto anche tratto da libri già esistenti. Grazie in anticipo!

Per fortuna Vittorio ne sa!

Vai Vittorio, sei tutti noi! Ma vai, vai via…

Mi consigliate un libro da regalare a mia madre?

Perbacco!

Entra, accomodati… raccontaci di mammina.

Ha dei gusti un po’ difficili. Le piacciono i romanzi non troppo impegnativi, sentimentali ma non troppo sdolcinati, non cruenti, non d’avventura, no fantasy e fantascienza, non troppo paurosi, ma con un po’ di mistero e qualche bel colpo di scena, i gialli le piacciono abbastanza. Non è una grande lettrice, quindi meglio qualcosa di non troppo lungo, o si arrende a metà libro, anche perché non ha troppo tempo per leggere.

Mai pensato d’abbonarla a Novella 2000?

Ma non è finita qui!, abbiamo di meglio…

Commenti sul libro “Il Nome della Rosa”… Per chi lo abbia letto me ne può parlare un attimo?

Certamente, parliamone. Ti è piaciuta la copertina?

L’ho sto leggendo sotto consiglio del prof di lettere,

Oddio, per un attimo ho pensato di ucciderti con una bic piantata nel cuore.

Ma resterà solo un sogno.

che poi inoltre la trama mi è sembrata anche piuttosto interessante (ho visto prima il film).

Ecco, magari avendo visto il film…

Ahimè al mio stupido cervello, ma l’ho sto iniziando a leggere

Ma il tuo prof e la tua maestra delle elementari non si vergognano di te?

ed è poco dire che non ci capisco una beata mazza!

Eh, beata lei!

Prima parte: dove il protagonista e il suo maestro arrivarono ai piedi dell’abbazia… Ok, almeno qui si è ancora a inizio inizio.

Fin qui ci siamo, a «inizio inizio».

Terza parte: ho trovato la conversazione dell’Abate con Guglielmo in parte coinvolgente, come la discussione sul presunto suicidio, ma in certi punti piuttosto dilungata e dispersiva come la motivazione riguardo al non accesso alla biblioteca (anche ho capito più o meno cosa si voleva intendere)

Sesta parte: ok, ammetto di non aver capito una mazza! Quella parte è proprio difficile finirla di leggere con attenzione. È fin troppo descrittiva da risultare dispersiva!

Il termine “dispersiva” gli piace un mucchio. Ma anche “mazza”, già.

Qualcuno, gentilmente, me la può spiegare in modo più comprensibile? Ah, inoltre ho saltato ogni volta che ho trovato una frase scritta in latino.

Caro tramista, il tuo prof ti ha certamente sopravvalutato. Ma noi no e quindi, in coro: pirlaaaa!

E normale che sia talmente gelosa dei mie libri da non voler prestarli?

Preparate i popcorn.

Ad esempio un giorno viene a casa un amica di mia madre e vedere che sulla mensola della mia libreria personale vi erano molto libri, allora chiese a mia madre se ne potevo prestare uno o due e io all’idea rabbrividì! Non volevo, alla fine fui costretta a farlo e vedere due libri, anche se non so quando gli rivedrò. E non volevo assolutamente consigliarle e darle i miei preferiti, pensavo che la mancaza di essi deturparsse l’equilibrio che s’era creato. Sono l’unica?

A scrivere da cani? No, stai tranquilla, e poi si nota che ti riesce naturale.

Annunci

Tag:,

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

25 responses to “Un trumò di tramisti. Primo cassetto.”

  1. agane says :

    “una vicenda che ce l’ha segnalata ieri sera […] il padre”
    Questa l’ho trovata su un quotidiano locale ieri mattina 😦
    Potrebbe essere un tramista-giornalista? Orroreeeeeeeeeeee 😛
    (scrivendo “l’ho” mi è venuto un brivido…)

    Mi piace

  2. sandra says :

    Fonte letterale importante, uhm Harry Potter. Che ti dirò Gaia io ho letto e amato molto, anche prima che diventasse il fenomeno che poi è stato, ma da qui a definirlo fonte letterale importante. Per agganciarmi anche all’ultimo tramista, la mancaza di uno dei volumi della saga potrebbe gettare nel cao la mia libreria. Refusi a nastro stamattina, eh. Comunque quel definirsi “scrittori professionisti” solo perchè si butta un manoscritto in rete, invece che nel cesso, è un atteggiamento assai diffuso e oserei dire irritante.

    Mi piace

  3. Bia says :

    Ma l’ultima tramista, questi benedetti libri che ha nella libreria, non potrebbe semplicemente leggerli? Secondo me, li mette in ordine cromatico… per questo si sente turbata se ne manca qualcuno!

    Mi piace

  4. Alessandro Madeddu says :

    Che criminali questi lettore di Harry Potter che non sanno pronunciare il nome della pivellina… che vadano a nascondersi, malnati!

    Mi piace

  5. mozart2006 says :

    “L’ ho sto leggendo”… questo va interdetto, per il bene suo e di noi tutti 😀

    Mi piace

  6. sedcetta says :

    Io sono affascinata dalla storia sulla Corsica. Un romanzo catastrofico in cui la catastrofe si abbatte sulla nostra ex isola mi riconcilia con Napoleone. Dai, secondo me potrebbe essere un best seller!

    Mi piace

  7. minty77 says :

    Tutti così i fan del maghetto? Apperò, simpatia portami via!

    Il problema di HP è che alcuni dei suoi lettori, che ci sono cresciuti insieme (com’era nelle intenzioni dell’autrice, credo, visto che anche il personaggio principale nell’arco di 7 libri cresce ed evolve, così come crescono e si complicano le trame dei romanzi che lo riguardano), credono che la letteratura nasca e muoia con questa saga. E vivono la cosa come una sorta di religione fondamentalista.
    Sono però contenta di dire che non tutti i fan di Harry arrivano a questo punto di alienazione. Sono molti anche quelli che si sono limitati a leggersi i 7 libri con gioia per poi passare a occuparsi d’altro nella vita ;D

    un flare solare

    Lo vedi come sono ignorante? Io di flare conoscevo solo questa: http://it.wikipedia.org/wiki/Flare_%28I_Cavalieri_dello_zodiaco%29
    Le altre cose, quelle di cui parla lui, mi ero sempre limitata a chiamarle eruzioni solari, e m’è toccato usare Google… °_°
    Comunque, affascinante questo flare che fa i distinguo e si assicura che i propri effetti colpiscano sì Francia e Sardegna (tra le altre), ma escludano la Corsica. Che premuroso! O forse è la Corsica che, presa da manie di protagonismo già ai tempi di Napoleone, si è dotata di scudi cosmici invisibili? Chissà dove sta la verità, bisognerà chiedere a Giacobbo!

    Ho 13 anni ma sono matura per la mia età.

    Bene, allora vai a lavorare e mantieniti da sola. Il prossimooo!

    Commenti sul libro “Il Nome della Rosa”… Per chi lo abbia letto me ne può parlare un attimo?

    Beh, ci sono questi due monaci che.
    Mi spiace: attimo finito.

    Quella che non vuole prestare i libri, che lingua parla? Ed è normale che, tra tutti gli utenti rispondenti, tutti pronti a rassicurarla con un bel coretto di “Tranquilla, è normale!”, a nessuno venga in mente di farle notare che i libri dovrebbe pure usarli, oltre che esserne gelosa? °_°

    Mi piace

    • minty77 says :

      P.S.:
      poi scopro che il nostro tramista guarda film così

      Ehi, non denigrare “Evolution”! Un film in cui una grossa crisi aliena viene risolta a botte di shampoo antiforfora secondo me merita di diventare un cult! XD
      (No, ok, in realtà è solo un film un po’ scemo. Ma, appunto, inanella così tante perle di assurdità che, a suo modo, vale la visione. E di essere recuperato in dvd usato per 2 euro dallo sgombero della casa di un amico, come la mia copia ;D )

      Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      Sapevo di poterti annoverare tra i fan – quelli normali e simpatici – del Potter. Spero avrai gradito i biscotti. 😉
      E spero avrà gradito anche la Corsica. I biscotti, certo, ma anche la popolarità post flare solare. Questo potrebbe garantirle una lunghissima stagione turistica…
      Non conosco quei cavalieri lì, mi sa che sono troppo vecchia, ma li immagino in Corsica. Anche loro.
      E che dire della matura tredicenne? In campagna cercano braccia buone. Scrittori no, di quelli ne abbiamo i cassetti pieni. E mica solo i cassetti!
      Vorrà dire che manderemo anche lei in Corsica, con l’ometto che sente l’Eco nel vuoto del suo cranio. Mi sa che la Corsica chiuderà le frontiere. Soprattutto quando si vedrà arrivare l’ultima tizia, che ha scambiato i libri per figurine. 😉

      Mi piace

      • minty77 says :

        Sapevo di poterti annoverare tra i fan – quelli normali e simpatici – del Potter.

        Chi, io? Nah! Ho visto tutti i film, è vero, ma sono ferma da anni alla lettura del 5° libro. Trovo la saga piacevole, ma non posso definirmi una vera fan. Quella davvero appassionata di HP è mia sorella (al cinema sono andata inizialmente per accompagnare lei, e i libri li prendo in prestito dai suoi scaffali). Ma, appunto, non è di quelli che ti smontano i denti se sbagli il nome di un personaggio 😛

        Quindi il film esiste.

        Certo che sì! Almeno, se devo prestare fede agli utenti di YA che hanno risposto al nostro tramista, capendo da quell’ammasso di dettagli sconnessi di quale pellicola si trattasse. E’ pure dello stesso regista di “Ghostbusters” 😀

        http://it.wikipedia.org/wiki/Evolution_%28film%29

        Mi piace

        • Gaia Conventi says :

          Chi, io? Nah! Ho visto tutti i film, è vero, ma sono ferma da anni alla lettura del 5° libro.

          Ho tentato di vedere uno dei film, dopo dieci minuti pensavo agli affaracci miei. Mi sa che non è il mio genere. 🙂

          Mi piace

          • minty77 says :

            Più che altro, anche secondo me il primo film, cinematograficamente parlando, è deboluccio. Esalta gli appassionati della saga perché vedono incarnati i loro eroi e il mondo fantastico della Rowling, ma pure io, che ai tempi non avevo ancora iniziato i libri, rimasi un po’ interdetta.
            C’è di buono che poi nei vari film i registi cambiano, e pure i ritmi. E che vengono via via coinvolti attori di tutto rispetto.
            Però in effetti deve piacere il genere, e ci vuole un po’ di interesse per la saga, per goderseli davvero.

            Mi piace

  8. Simona says :

    Minty77: “i libri li prendo in prestito dai suoi scaffali”

    Argh! Ma vuoi causare a tua sorella lo scompenso psico-cromatico dell’ultima tramista? Sei crudele, ecco!
    😀

    Mi piace

    • Gaia Conventi says :

      Per fortuna non soffro di questi brutti mali. Semmai sono i miei libri a lagnarsi per il sovraffollamento.
      Mi sa che siamo prossimi al nuovo paccozzo commentozzo… 😉

      Mi piace

Trackbacks / Pingbacks

  1. Tramisti della mistocca! | giramenti - 7 novembre 2014
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: