Lettera al mio stalker #FF #stalkingstalkersday

Caro Daniel,

da diverso tempo ti reputo il mio stalker e spero davvero che tale qualifica non ti offenda. Del resto, sia chiaro, non saprei come altro considerarti: non un ammiratore e nemmeno un semplice utente di Giramenti.

Mi sono posta spesso il quesito, fin dal post che ci ha fatti incontrare. Non sapendo come incasellarti, ho chiesto consiglio alla Questura di Ferrara. Ho fatto presente che mi hai dato della donnaccia su Facebook, che sul mio blog ti sei spacciato per il tuo avvocato, il tuo psicologo, per tua cognata e per qualche altro personaggio, sempre presentandoti con la stessa email e lo stesso IP.
Secondo la Questura di Ferrara, il fatto che abiti a Catania ti rende uno stalker a basso rischio d’azione. Dunque uno stalker inamovibile e un po’ pigro, spero che la cosa non ti urti.

Sempre secondo la Questura, non si è certi che sia proprio tu a celarti dietro quel computer, e non importa se la tua faccia compare in un video intitolato «gaia conventi distruttrice dello scrittore Trille Daniel Cristian e smerdamento alla youcanprint». La certezza matematica non esiste, forse non sei tu, forse è il tuo psicologo, il tuo avvocato, tua cognata… Ecco, magari tua cognata no, sarebbe poco credibile.

Quindi la Questura ha preso le tue parti, e spero che la cosa ti renda felice. Non esserlo troppo, il tuo sorriso potrebbe sparire a breve.

In questi mesi, dopo la tua telefonata al mio numero di casa, ho dovuto contattare Telecom, e anche Telecom non voleva darmi ragione. Pensa che, nonostante il mio gestore telefonico avesse lasciato online i miei dati sensibili, ho impiegato due mesi per cambiare gratis il numero. Spero che nel frattempo tu non mi abbia cercata ancora, in quei mesi non ho risposto al telefono. Ovviamente non ho potuto cambiare indirizzo, ma tanto tu sei pigro e non verrai mai a trovarmi, dico bene?

In tanti hanno stabilito che il tuo interesse nei miei confronti era cosa accettabile, poi la Questura ferrarese mi ha chiarito il concetto: tu puoi darmi della donnaccia perché in quel post, dove racconto come ti sei spacciato per lettore per spammare il tuo libro su Yahoo Answers – cosa che hai pienamente confermato in questo commento –, gli utenti di Giramenti esprimono molta perplessità circa le tue doti di scrittore. E poco importa che tu ti definisca autore presso una piattaforma di self publishing, evidentemente non sei pronto ad accogliere le critiche del pubblico.

Ma stai tranquillo, la Questura dice che hai i tuoi buoni motivi per dirmi che sono una troia, io molti meno nel farti presente che la tua scrittura risulta inadatta alla pubblicazione.

Per lungo tempo, nonostante tu ci abbia tenuto a farmi sentire la tua presenza, ho lasciato i tuoi commenti in moderazione.

In ottobre (immagine cliccabile) mi davi della stronza e mi suggerivi di pigliare la vita con calma, in novembre mi consigliavi di prendere confidenza con un’arma da fuoco.
Poi, avendo visto che i tuoi consigli non smuovevano la mia coscienza, ti sei fatto più esplicito.

In questo nuovo commento mi spieghi che i proiettili vengono venduti con estrema facilità. Se la Questura avesse stabilito che posso considerarmi vittima di stalking, dovrei sentirmi seriamente minacciata da tale asserzione. Purtroppo, però, la Questura, la Postale e per lungo tempo anche la Telecom, hanno decretato che in quanto affermi e minacci non si ravvisa alcuna forma di stalking. Alcuna forma credibile, intendo, essendo tu – a parere di qualcuno – un tizio che mai prenderebbe un treno, mai armerebbe una pistola e mai si presenterebbe alla porta di casa mia.

Ovviamente ho qualche dubbio a riguardo, ma non ho alcuna intenzione di passare di nuovo una mattina in Questura. Lascerò quindi sia il web a decidere come devo pormi nei tuoi confronti: questa lettera verrà diffusa via Twitter (con questi hashtag: #FF #stalkingstalkersday), via Facebook e tramite reblog.
E ora, se credi, puoi smettere di sorridere. Ora, infatti, fai parte – assieme a me – di un piccolo esperimento. Cosa che ti renderà assai popolare: in qualità di scrittore dovresti esserne soddisfatto, in qualità di stalker forse un po’ meno. Ma la Questura ha stabilito che tu non sei uno stalker, stai tranquillo.

Che succede poi? Puoi scegliere di fare diverse cose: stampare questo post e andare in Questura a Catania, segnalare questo post alla Polizia Postale, acquistare – facilmente – quei proiettili. Ovviamente la tua libertà d’azione termina sul mio zerbino. Una vittima di stalking non lo direbbe mai ma io, ormai si è capito, non mi ritengo una vittima.

Spero non me ne vorrai ma, mentre tu acquisti proiettili, io uso la tastiera. La mia arma è questa, vediamo se funziona meglio delle tue minacce.

[* Gentili lettori, partecipare a questo esperimento è molto semplice: condividete questa lettera sui social network – gli hashtag su Twitter sono #FF #stalkingstalkersday –, ribloggate il post o usatelo per integrare i vostri articoli dedicati allo stalking. Se scopriremo che la battaglia va combattuta in questo modo, sapremo come difenderci e come uscirne vincenti. Grazie a tutti].

About these ads

Tag:

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

372 responses to “Lettera al mio stalker #FF #stalkingstalkersday”

  1. LFK says :

    Si parte, forza…

    • André Subrac says :

      Vediamo se ho capito: questo qui ha scritto e autopubblicato un libro, per sbolognarsi le copie ricorre a mezzucci di dubbio gusto su siti vari, tu l’hai pizzicato facendogli fare una figura di merda e adesso lui vuole fartela pagare. Se è così non si tratta di stalker secondo me ma di poveraccio che ferito nel suo amor proprio di genio incompreso si vendica come può. Tu di sicuro poteva farti gli affari tuoi (E che cavolo, invece di capirvi fra voi aspiranti scrittori…), ma questo qui dimostra di non avercela davvero una vita! Se la storia è questa mi sembra davvero un comportamento infantile il vostro!

      Un bel “Vaffanculo” in stereo ad esempio? E’ tanto liberatorio, dovrebbero provare. IMHO

      • André Subrac says :

        Letto post Facebook: http://i.imgur.com/IsVQMrN.png
        Sicuramente il libro in questione sarà stato scritto in un italiano molto migliore ma questo post, ognuno può verificarlo da é, sembra veramente scritto con i piedi. Sarà stata l’agitazione ma la realtà è questa.

    • gigia says :

      gli stalker devono essere ignorati e basta. so che è difficile ma è l’unico atteggiamento razionale da attuare. Nessuna risposta, nessun riscontro. fare vuoto attorno a loro, è l’unico modo per uscirne.

    • Marco says :

      Twittato e facebookato. Se le autorità competenti non fanno nulla mi piace pensare che ci aiutiamo noi stessi a vicenda contro questa piaga.

  2. Ad Sidera says :

    L’ha ribloggato su .

  3. miniracconticinici says :

    L’ha ribloggato su Mini Racconti Cinici Di Una Donna In Sindrome Premestrualee ha commentato:
    leggere e per cortesia ribloggare

  4. jacopo says :

    Condiviso sulla mia bacheca di facebook! :)

  5. capitanale says :

    Ecco il mio pezzo

    http://wp.me/p49kju-2

    Il mio stalker è differente

  6. julka75 says :

    Accidenti, che tristezza di uomo. (partecipo pure io all’esperimento, se non ti dispiace. La cosa mi pare veramente allucinante…)

    • LFK says :

      certo che devi…

      • julka75 says :

        L’atteggiamento della Questura (su Telecom non mi esprimo nemmeno) è allucinante. A parte il piccolo particolare: come fai a dire che se uno sta a Catania non si sposterà mai a Ferrara per andare a cercare qualcuno di cui si è preso persino la briga di trovare il numero di casa? Esistono pure gli aerei, santa polenta. E poi, l’incolumità psichica della gente non va salvaguardata? Questo può tranquillamente continuare a disturbare su web, ma tanto è dietro a uno schermo, quindi prendilo con una grassa risata? Certo, certo… Poi dice che la gente non si fida di denunciare gli abusi, se la reazione è questa…

        • LFK says :

          Quella è una cosa davvero assurda. Anche da New York può arrivare, e poi da Catania è possibile compiere violenza psicologica, ma non l’hanno preso in considerazione

  7. julka75 says :

    L’ha ribloggato su Ufficio Reclamie ha commentato:
    Rebloggo il post di Gaia, che si trova in una situazione bizzarra ma come le capita spesso ha deciso di farne cibo per topi da laboratorio. Magari troviamo la cura contro gli stalker, chissà…

  8. danielconte2013 says :

    preparati cara Gaia a cercare un buon avvocato perche’ sto andando alle 12 e 30 a denunciarti per diffamazione!e non la passerai certo liscia !

  9. antropologiasviluppo says :

    Brava, mi piace tutto.
    Eccetto la frase: Ovviamente la tua libertà d’azione termina sul mio zerbino. Una vittima di stalking non lo direbbe mai ma io, ormai si è capito, non mi ritengo una vittima.
    Una vittima di stalking (vittima con stesso senso che daremmo a vittima di furto, di omicidio, di aggressione) nella stragrande maggioranza dei casi lo grida.

  10. citoyenflorelle says :

    L’ha ribloggato su Organte ha commentato:
    A me non è mai successo un caso così grave da dovermi rivolgere alla polizia, ma purtroppo episodi come questo sono molto frequenti. E il lato più vergognoso che è la Questura, che dovrebbe proteggere il cittadino, si rifiuta di prendere la denuncia e liquida tutto con un ‘non è pericoloso’.

  11. Alessandra Bambi says :

    Ho subito questa condanna per 2 anni io sono Toscana lui Pugliese questo non gli ha impedito di prendere un treno e venire fino a Firenze.
    Nessuna autorità mi ha aiutata ho assoldato due amici per salvarmi e alla fine è sparito ma la mia vita è stata inghiottita dalla paura per due interminabili anni profili falsi telefonate continue un vero incubo,dobbiamo essere uniti contro questa piaga sociale sempre più diffusa.
    Sono con te.

  12. sarapintonello says :

    retwittato, ribloggato, condiviso su facebook, tra un po’ la stampo e la appendo in bacheca :D

    • danielconte2013 says :

      scriverò un libro dal titolo una bastarda di scrittrice Gaia Conventi e farà un ottimo successo! ne sono sicuro e inserirò tutti i dati del processo chi sa che non ne faranno un film!

      • paolo f says :

        Lei si sta rovinando da solo, signor danielconte: sta ingiuriando la persona in maniera esplicita, come ha già fatto in varie sedi, e questi sono tutti elementi d’incriminazione.
        Ma, forse, nel ricordarglielo perdiamo tempo.

      • stranoforte says :

        Guarda il film di certo ci sarà, c’è da vedere chi sarà il protagonista principale.

        • danielconte2013 says :

          il protagonista principale sono io e la protagonista principale una ragazza minorenne che firmeranno contratto anche i propri genitori per l’autorizzazione,nel film ci saranno anche 2 attori di squadra anti mafia! che andranno in onda nel 2014 squadra antimafia l’attore si chiama Antonio Messina e ci sarà anche l’attrice Nellina laganà , e ci sarà anche la collaborazione di Giuseppe Tornatore!

      • Francesco says :

        continua, continua, fallito, ti stai scavando la fossa (metaforica, ammesso tu sappia cosa voglia dire) da solo.

      • julka75 says :

        Questo commento aggiunge altri elementi allo stalking di cui si parla già nel post. Anzi, oserei dire che aggiunge pure la calunnia. Bastarda potrebbe profilarsi come insulto. Gaia, stai prendendo nota?

      • poetella says :

        punteggiatura inesistente.
        Uso dei modi e tempi dei verbi quanto meno discutibili. Anche la stessa scelta dei verbi…umh…

        Chissà che libro!
        WOW!
        (dato che non so dove si ficcherà ‘sto commnento, è in risposta a quello di Daniel.
        Questo, per l’appunto:

        danielconte2013 dice : 6 dicembre 2013 alle 09:55

        scriverò un libro dal titolo una bastarda di scrittrice Gaia Conventi e farà un ottimo successo! ne sono sicuro e inserirò tutti i dati del processo chi sa che non ne faranno un film!)
        ciao, da poetella.

      • André Subrac says :

        Mancano le virgolette insieme al titolo (“Una bastarda di scrittrice: (DUEPUNTI!) Gaia Conventi”), il punto esclamativo si mette solo a fine frase e dopo processo metterei un punto. Ma la punteggiatura tu…?

    • danielconte2013 says :

      voi non fate un cazzo ! perchè sono pronto a querelarvi tutti!

  13. Kaiser says :

    Mamma mia che tristezza quest’uomo…incredibile cosa possa fare la mancanza di sesso

    • danielconte2013 says :

      e che certezza hai da poter dire la mancanza di sesso? chi te lo dice che non trombo tutti i giorni? è la gaia conventi che non tromba assolutamente perchè di quanto è acida fa gonfiare le scatole a suo marito guarda ohcono la moglie di john lennon si vede che gli manca la carne! poveri i suoi studenti !che divertimento

      • Lanfranco says :

        _io non capisco con che faccia….. ma non ti vergogni? non ce l’hai un minimo di pudore..? ma spegni il pc, legati le mani e vatti a fare una passeggiata di salute, magari l’aria fresca ti fa rinsavire…

      • impossiball says :

        Si vede che il Daniel Trillè che ha scritto questo commento è un tuo omonimo:
        <>

        proprio qui: http://amoreperlaverita.blogspot.hu/2009/01/salve-tutti_12.html

        • impossiball says :

          Ecco il post:

          ma cosa state dicendo ma siete impazziti? la masturbazione non è peccato se dio non avrebbe creato la masturbazione non vi sarebbe stato mai la scoperta del sesso e siccome il sesso è una esigenza naturale non puoi fare a meno che masturbarti avete gli sperma bloccati nel cervello voi non esiste non dobbiamo essere schiavi della nosttra carne testissimi di cazzo non mi fate parlare volgare che significa di non commettere adulterio nell vostro cuore come andare a letto con una donna e desiuderare la donna del tuo prossimo che non è tua moglie capito e dio perdona queste stronzate perchjè siamo sempre sotto il dominio di satana anche se avessimo 3000 litri di spirito santo dio ci mette alla prova basta appena sento un altra cazzata dewl genere finisce a bordello avete capito siete macchiati con questo cazzo di vizio del prete che vi dice questa stronzata e che vi dovete confessare i preti sono tutti testa di cazzo non sono gente buona i primi a masturbarsi sono loro e poi clinicamente testsato che masturbarsi evita tumori alla prostata

          cordialmente pastore evangeliuco Trillè Daniel

          Rispondi

          • sarapintonello says :

            se dio non avrebbe…
            sì potrebbe essere la stessa persona :D

            • danielconte2013 says :

              C’è una canzone antica che diceva che sicuramente voi non conoscete si fa ma non si dice si fa ma non si dice si fa si fa si fa

              • impossiball says :

                se non ti ammazzi di pippe dalla mattina alla sera, come mai tutto quell’accanimento, caro il mio pastore evangeliuco?

                (guarda che diventi cieco!)

              • André Subrac says :

                Immagino volessi scrivere:
                C’è una canzone antica che sicuramente voi non conoscete che DICE (si accorda col tempo della frase principale): “si fa ma non si dice si fa ma non si dice si fa si fa si fa”.
                Insomma…

            • paolo f says :

              “perchjè siamo sempre sotto il dominio di satana anche se avessimo 3000 litri di spirito santo dio ci mette alla prova…”

              Questa dichiarazione (tratta da sopra), forse spiega il fenomeno della possessione.

      • stranoforte says :

        Ah, la famosa “ohcono”,

      • Emily says :

        Oddio, ho un dubbio…come fa a essere troia se non “tromba assolutamente”?

      • giulyvolusia says :

        ohcono? ohcono? Eh? Mah…io conosco molti catanesi, non mi risulta usino questi idiomi. Dì la verità, sei alieno!

      • André Subrac says :

        Mancano le maiuscole ad inizio frase, Manca un punto prima di “manca” perché quel che segue è una nuova frase, “Ohcono” immagino sia “Yoko Ono”. Ripeto la domanda: ma il tuo libro l’hai scritto in questo modo?

        • danielconte2013 says :

          Martedi vi invierò un documento e poi mi pagate anche i danni morali! appena avrete letto !

          • André Subrac says :

            Dopo “morali” non và il punto esclamatico, che come t’ho già detto va di regola al termine della frase e non dove ti pare e piace perché fà figo!. Di grazia: “…Vi manderò un documento…” dove?

  14. sandro says :

    facebook, al volo. In bocca al lupo.

  15. pipporusso says :

    L’ha ribloggato su Cercando Obliviae ha commentato:
    Leggete e diffondete, amici…

  16. danielconte2013 says :

    la signora conventi potrà tra un paio di minuti vedere un bel video dedicato a lei su youtube proprio in quanto sono molto ammiratore di lei ! e vi linkerò il video !

    • paolo f says :

      Davvero non riusciamo a inquadrarla, signor danielconte, se non in maniera poco incoraggiante.

      • impossiball says :

        veramente un video l’ha già fatto, solo che non si capisce niente. Stavolta speriamo in una qualità migliore

      • sarapintonello says :

        direttamente da Wikipedia:

        Gentile Danieltrille’, la modifica che hai effettuato alla voce Daniel Trillè non soddisfa i criteri minimi di enciclopedicità.

        Per favore non inserire questo tipo di informazioni su Wikipedia.

        Wikipedia è destinata a contenere informazioni esclusivamente su argomenti, persone o gruppi che siano realmente di interesse collettivo o di rilevanza significativa; esistono dei criteri minimi di ammissibilità e ciò che hai scritto non sembra soddisfare tali requisiti minimi (leggi: cosa mettere su Wikipedia). La rilevanza delle informazioni inserite deve inoltre emergere da fonti terze e autorevoli.

    • stranoforte says :

      Daniel ti ordino imperiosamente di smetterla.

      • paolo f says :

        Forse si dovrebbe provare la formula: “Esci da questo corpo!”.
        (come egli ha spiegato più sopra, “siamo sempre sotto il dominio di satana anche se avessimo 3000 litri di spirito santo dio ci mette alla prova…”)

        • danielconte2013 says :

          lo sai che non hai alcun diritto di dire che io sono indemoniato? questa è un offesa perseguibile a norma di legge ,non capisci un cavolo perchè non conosci la verità siete tutti con gl’occhi chiusi le orecchie tappate come i vostri amate statue 114,1 Non a noi, Signore, non a noi,
          ma al tuo nome da’ gloria,
          per la tua fedeltà, per la tua grazia.
          2 Perché i popoli dovrebbero dire:
          «Dov’è il loro Dio?».
          3 Il nostro Dio è nei cieli,
          egli opera tutto ciò che vuole.
          4 Gli idoli delle genti sono argento e oro,
          opera delle mani dell’uomo.
          5 Hanno bocca e non parlano,
          hanno occhi e non vedono,
          6 hanno orecchi e non odono,
          hanno narici e non odorano.
          7 Hanno mani e non palpano,
          hanno piedi e non camminano;
          dalla gola non emettono suoni.
          8 Sia come loro chi li fabbrica
          e chiunque in essi confida.
          9 Israele confida nel Signore:
          egli è loro aiuto e loro scudo.
          10 Confida nel Signore la casa di Aronne:
          egli è loro aiuto e loro scudo.
          11 Confida nel Signore, chiunque lo teme:
          egli è loro aiuto e loro scudo.
          12 Il Signore si ricorda di noi, ci benedice:
          benedice la casa d’Israele,
          benedice la casa di Aronne.
          13 Il Signore benedice quelli che lo temono,
          benedice i piccoli e i grandi.
          14 Vi renda fecondi il Signore,
          voi e i vostri figli.
          15 Siate benedetti dal Signore
          che ha fatto cielo e terra.
          16 I cieli sono i cieli del Signore,
          ma ha dato la terra ai figli dell’uomo.
          17 Non i morti lodano il Signore,
          né quanti scendono nella tomba.
          18 Ma noi, i viventi, benediciamo il Signore
          ora e sempre.

          115,1 Alleluia.
          Amo il Signore perché ascolta
          il grido della mia preghiera.
          2 Verso di me ha teso l’orecchio
          nel giorno in cui lo invocavo.
          3 Mi stringevano funi di morte,
          ero preso nei lacci degli inferi.
          Mi opprimevano tristezza e angoscia
          4 e ho invocato il nome del Signore:
          «Ti prego, Signore, salvami».
          5 Buono e giusto è il Signore,
          il nostro Dio è misericordioso.
          6 Il Signore protegge gli umili:
          ero misero ed egli mi ha salvato.
          7 Ritorna, anima mia, alla tua pace,
          poiché il Signore ti ha beneficato;
          8 egli mi ha sottratto dalla morte,
          ha liberato i miei occhi dalle lacrime,
          ha preservato i miei piedi dalla caduta.
          9 Camminerò alla presenza del Signore
          sulla terra dei viventi.
          10 Alleluia.
          Ho creduto anche quando dicevo:
          «Sono troppo infelice».
          11 Ho detto con sgomento:
          «Ogni uomo è inganno».
          12 Che cosa renderò al Signore
          per quanto mi ha dato?
          13 Alzerò il calice della salvezza
          e invocherò il nome del Signore.
          14 Adempirò i miei voti al Signore,
          davanti a tutto il suo popolo.
          15 Preziosa agli occhi del Signore
          è la morte dei suoi fedeli.
          16 Sì, io sono il tuo servo, Signore,
          io sono tuo servo, figlio della tua ancella;
          hai spezzato le mie catene.
          17 A te offrirò sacrifici di lode
          e invocherò il nome del Signore.
          18 Adempirò i miei voti al Signore
          e davanti a tutto il suo popolo,
          19 negli atri della casa del Signore,
          in mezzo a te, Gerusalemme.

          Razza di idiolatri voi e quel padre pio che è il Dio del 2000

          • paolo f says :

            Non mi riferivo a lei, signor danielconte, ma a un fenomeno che purtroppo affligge l’umanità da sempre: il sostanziale dominio di Satana sul mondo, come lei stesso sembra affermare.

          • stranoforte says :

            Senti un po’, “idiolatra” a chi??

          • Francesco says :

            Hai ragione, dire che sei indemoniato è un’offesa….
            A SATANA, che non perderebbe certo tempo con un’idiota come te.
            Però adesso mi citi l’articolo di legge che dice che quell’ingiuria è punibile!

          • Lanfranco says :

            _ssssssssi….. idiolatri (?!?)…… quella connessione te la dovrebbero staccare in maniera coatta. la polizia dovrebbe metterti i sigilli alle prese telefoniche. fai rimpiangere la chiusura dei manicomi…. =_=

          • André Subrac says :

            AHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
            Ma c’hai “Grossa Crisi” per dirla come Quèlo.

    • André Subrac says :

      Insomma, anche qui non è che la frase brilli proprio, eh?
      Da quando si è “molto ammiratore” di qualcuno in italiano?

  17. lideagrafica says :

    Facebook e Twitter! Forza Gaia!!

  18. Scott Pilgrim says :

    L’ha ribloggato su Ocean of noisee ha commentato:
    I casi umani possono essere divertenti, però c’è un limite.

  19. denisocka says :

    L’ha ribloggato su operaidelleditoriaunitevie ha commentato:
    No allo stalking. No agli stalker.

  20. U-Black says :

    fatto il mio dovere.

  21. fabiocicolani says :

    Ribloggato e condiviso. Storia allucinante. Ho investito due ore di questa mattinata a recuperare tutta la faccenda e leggere tutti i commenti, vedere video e compagnia bella. Che amarezza sapere che ci siano persone che usano la maschera delle community e dei Social per rovinare la vita vera delle persone. Gaia non ho esperienza diretta di stalking (ma me la rischio amando l’uso corretto della punteggiatura) ma ti sono vicino.
    La scrittura genera mostri.

  22. pollygianda says :

    L’ha ribloggato su Giandonandoe ha commentato:
    Condivido questo coraggiosissimo e interessante esperimento di “Self Justice” della scrittrice e blogger Gaia Conventi, da oggi anche cazzuta poliziotta di se stessa per necessità.
    La parte più sconfortante della storia, a mio avviso, non è tanto la figura dello stalker, quanto l’ottusa e insensibile cecità di chi dovrebbe intuire segnali di pericolo e da essi difenderci.
    La verità che sostengo da sempre è che siamo soli e ce la dobbiam sfangar da soli.
    A Gaia e a tutte/i coloro siano alle prese con stalker va tutto il mio sostegno.
    Polly

  23. danibrontola says :

    Ribloggato ovunque manca solo che me lo tauto ma temo ci vorrebbe un po’ di tempo.
    Mezza Italia ormai conosce la storia di stalking e il sign Daniel.
    Chi continua a giocare al “non sono io il cattivo ma è lei stronza e va castigata”
    si “lilla” beato e indisturbato…ancora per poco però :-)

  24. danibrontola says :

    Il film ce l’ahi tu in testa. Ascolta il tuo tono e guarda le tue mani: AGGRESSIVO=MINACCIA.

  25. arj74 says :

    L’ha ribloggato su Wormhole Diariese ha commentato:
    Wormhole Diaries aderisce all’iniziativa ‘Un urlo contro lo stalking’ promossa da Giramenti.
    Reblogghiamo pertanto con piacere l’articolo di Gaia Conventi ‘Lettera al mio stalker': le nostre armi sono queste e le faremo valere fino a che sarà necessario.

  26. Demart81 says :

    L’ha ribloggato su Scontro d’Inciviltàe ha commentato:
    Ribloggo volentieri (ma non per il merito della vicenda) questo post di Gaia Conventi. Meditate, gente, meditate.

    • paolo parigi says :

      Ma ho visto un pezzetto di videodelirio: è un poveraccio, un caso umano, non ci sta tutto. Forse questo non lo rende meno molesto, ma è evidente che ha serio bisogno di sostegno pisicologgico. Forte sostegno. Magari anche solo “loggico”.

  27. Sarah Jane Webb says :

    Che uomo miserabile. Condiviso in bacheca su Facebook, e ricondiviso da moltissimi contatti.

  28. Holden says :

    Presente! Postato anch’io :) http://t.co/LMZZcfLd87

  29. filosofo79 says :

    Gaia cara, hai la mia solidarietà; di fronte ad un “ULTIMAT” possono ragionevolmente tremare le gambe, soprattutto dato che mancano pochi minuti al viaggio verso la questura (si sa che la giustizia ha i suoi orari, prandiali a quanto pare).
    Noto solo io delle somiglianze con la lettera scritta da Totò e De Filippo? Abbondandis sit abbondandum…

  30. Ethelia90 says :

    Sono capitata su questo blog perchè un mio contatto di fb ha condiviso questa storia! e’ davvero assurdo! la condivido anche io, spero che ti aiuti!! Non ha senso che le autorità non se ne occupino!

  31. walterstucco says :

    la questura non decide chi è uno stalker.
    Lo fanno i giudici.

    L’articolo 612 bis c.p. dispone che “Salvo che il fatto costituisca più grave reato, chiunque reiteratamente, con qualunque mezzo, minaccia o molesta taluno in modo tale da infliggergli un grave disagio psichico ovvero da determinare un giustificato timore per la sicurezza personale propria o di una persona vicina o comunque da pregiudicare in maniera rilevante il suo modo di vivere, è punito, a querela della persona offesa, con la reclusione da sei mesi a quattro anni”.

  32. Chiara Di Taranto says :

    condiviso su face.questo è fuori come un balcone…

  33. Francesca says :

    Condiviso! spero di essere stata un poco di aiuto, purtroppo so cosa vuol dire trovarsi in questa situazione…

  34. minty says :

    La storia è surreale! Più di tutto, trovo assurdo l’atteggiamento della Polizia, che decide unilateralmente (non si sa bene su quali basi) quale stalking le sembra pericoloso, e quale no. E, soprattutto, che pare ‘legittimare’ questo tipo di molestie solo perché tu hai osato esprimere un parere corretto e composto sugli scritti di questo tizio (alla faccia della libertà di opinione che dovrebbe essere garantita costituzionalmente!).
    Io invece ho imparato ad avere timore di tutti i matti aggressivi, pure di quelli che sembrano solo una barzelletta di cattivo gusto. E mi dispiace molto che costui ti stia importunando anche in real life.

    Gaia, io non ho account sui social network, e il mio blog è un deserto del Gobi che aggiorno sì e no una volta all’anno. Però vorrei davvero aiutarti in questa cosa. Come posso? Suggerimenti? Richieste? Fammi sapere! ^^

  35. livingmovies says :

    L’ha ribloggato su Morbidella Z.e ha commentato:
    Io sono con Gaia, non è un post sui fumetti o sul cinema, ma è qualcosa di molto più importante. Lo stalking è un reato, e va perseguito in quanto tale. In Italia a quanto pare ancora lo si sottovaluta, rimanendo soltanto a piangere quando le cose diventano irreparabili. Speriamo che ciò basti per permettere a chi non lo ha fatto fino ad ora di aprire gli occhi, e cominciare a prendere sul serio questa storia.

    • danielconte2013 says :

      E ALLORA SE ADESSO PERMETTE COME LEI MI SCASSO IL CAZZO SULLE MIE COSE IO POSSO SCASSARLI A LEI !LEI E’ STATA LA PRIMA A SCASSARMI IL CAZZO QUINDI NON SI PREOCCUPI SIGNORA GAIA CON LA BILIRUBINA ALTA CI VEDIAMO IN TRIBUNALE CHE LA CAUSA LA VINCO IO CON I DOCUMENTI CHE HO ! ARRIVEDERCI IN TRIBUNALE! SONO DISPOSTO A CANCELLARE LA DENUNCIA SE LEI CANCELLA TUTTI I MIEI POST DISCRIMINATORI!

      • LFK says :

        Discriminatori?

        • André Subrac says :

          Vabbè dai, “discriminatori” è il minimo.
          Ma scusa, tu che il famoso libro l’hai letto dimmi un pò: non è scritto in questa maniera vero?

          • LFK says :

            Ti mentirò dicendo che non è scritto così. :)

            • André Subrac says :

              Oddio, poveri alberi abbattuti per stampare le 600 copie del libro di questo qui. Che brutto Karma devono aver avuto!
              Brutto brutto.
              Essù, non dico tanto ma almeno la punteggiatura…
              Io non so di preciso GAIA che gli hai detto per farlo scattare così e rimango dell’idea che farsi gli affari propri sia un ottimo deterrente per certe situazioni, ma se quel libro è davvero scritto in questa maniera il tuo intervento assume importanza sociale.
              E comunque, caro DanielConte-scrittore-in-erba (niente battute su “erba”, che comunque spiegherebbero i tuoi post), le critiche si accettano anche e soprattutto se non piacciono. Sennò non scrivi libri e ti dai alla maglia che magari ti riesce anche meglio!
              Un saluto.

              • stranoforte says :

                Scusa Subrac, ci hai sfrantegato i gioielli di famiglia con 350 notifiche e ora ci scrivi candidamente che non sai esattamente quali siano stati i commenti di Gaia? Mah…

      • impossiball says :

        sei proprio un cattivone. Gesù ti punirà.

      • 0R0ry says :

        Oh-oh, che paura. Sì certo, l’importante è esserne convinti, mi raccomando.

  36. Silvia Giancola says :

    Sono senza parole… Gaia non mollare, sei forte! L’ho postato sulla mia pagina linkedin

  37. sonia says :

    condiviso, al volo.

  38. frecci7 says :

    L’ha ribloggato su LO STO QUASENDO.

  39. Geco says :

    Ricondiviso su FB. Una voce che si moltiplica milioni di volte spacca il silenzio, l’ignoranza, la superficialità di chi ti avrebbe dovuto tutelare.

  40. Liam says :

    scusa, Gaia, sai che sono poco social e quindi con pochi mezzi per condividere, ma ti sono solidale.

    P.S. continuo a provare simpatia per il self, ma, ecco, diciamocelo, è un boomerang, e se non si è più che pronti te lo ritrovi sui denti.
    Come nel caso del nostro amico.

  41. Andrea Damiano says :

    Vai in Questura e faglielo presente che non contano nulla loro. Loro sono meri scribacchini. La legge parla chiaro e decide un giudiche chi è e come uno stalker!

    L’articolo 612 bis c.p. menzionato dispone che “Salvo che il fatto costituisca più grave reato, chiunque reiteratamente, con qualunque mezzo, minaccia o molesta taluno in modo tale da infliggergli un grave disagio psichico ovvero da determinare un giustificato timore per la sicurezza personale propria o di una persona vicina o comunque da pregiudicare in maniera rilevante il suo modo di vivere, è punito, a querela della persona offesa, con la reclusione da sei mesi a quattro anni”.

    Diffondo comunque!

  42. danibrontola says :

    e l’umiltà aggiungo, ma giusto un pelo eh? :-)

  43. lelemastroleo says :

    …adesso che ha avuto il suo quarto d’ora di notorietà, caro Daniel o come cristo ti chiami, può elegantemente togliersi dai coglioni?…

  44. Ivan says :

    Io non so se questa storia e vera, se il tipo in questione è un pazzo o solo un idiota, io so solo che cosa avrei fatto se fossi amico, parente o collega di questa gaia…. Un sacco di mazzate…
    Pochi avvocati o giudici, parliamone a voce, in faccia… Aspetto da tutta la vita di avere a che fare con un verme del genere… Mi dispiace per gaia ma spero che qualcuno che conosce sia della mia idea.

  45. Stefania says :

    Qui c’è il link dove si può contattare per il casting del film http://www.kijiji.it/annunci/offerta/catania-annunci-catania/urgentissimo-casting-per-film-leggi/57498506
    Sta facendo davvero un casting, quindi bisognerebbe informare di più le persone che non c’è da fidarsi.

  46. Susanna Luna Sicali says :

    No vabbè, ma questo è un poveraccio.
    Chiedo scusa a nome di tutt* i/le catanesi normali, giuro che non siamo tutti così. Twittato e condiviso su fb ;)

  47. gbconsulting says :

    Imbarazzante per il genere maschile.

  48. mozart2006 says :

    Twittato e condiviso su Facebook

  49. Michele says :

    ma che gente meschina c’è in giro

  50. ammennicolidipensiero says :

    L’ha ribloggato su AIRONI DI CARTAe ha commentato:
    cari aironidicarta, consentitemi un reblog. credo valga davvero, davvero, molto.

  51. Ignazia says :

    Gli state dando tutti troppa attenzione, che è proprio quello che vuole.
    Ignoratelo!

    • danibrontola says :

      A ignorare, non sarà il caso di Gaia, ma purtroppo di centinaia di qualcun altro, si finisce sotto terra. Stiamo cercando di dare visibilità allo stalking, ovvio che di conseguenza anche lo stalker di Gaia riceve “visite”. Ecco noi attendiamo quella psichiatrica.

      • Rimbabit says :

        Questa è la segreteria telefonica dello psichiatra, sono momentaneamente assente, che sto girando un film e non è che posso fare avanti e indietro che poi lascio a piedi la produzione con tutte e cose preparate. Non appena mi libero dopo il festival di Cannes andrò a visitare il paziente.

  52. madòòò says :

    Ma come scrive??
    “una ragazza minorenne che firmeranno contratto anche i propri genitori” “Ohcono”
    eccetera eccetera…
    madòòòòò

  53. Alessandro Madeddu says :

    Anche questa volta è riuscito a parlare di querela. Ci certo il coraggio non è una qualità che gli fa difetto: è persino spericolato nei suoi discorsi.

    Rilancio il tutto ovunque.

  54. Margherita Cennamo says :

    Diffondo. E’ vergognoso il modo nel quale ti hanno risposto tutti: la Questura, la polizia postale e la stessa Telecom. Ma d’altronde, io stessa, ho vissuto queste situazioni quando due vicini di casa violenti mi hanno fatto sentire il fiato sul collo finché non sono stata costretta a trasferirmi. VERGOGNA.

  55. LucaVi says :

    Io non sottovaluterei questo squilibrato. Invece di chiedere scusa e sparire, rilancia. Sono solidale con te Gaia.

  56. elipiccottero says :

    Al di là dell’indubbia serietà della vicenda.

    Ma non sarà che in questura non l’hanno considerato stalker perché, visto come si esprime, non sono stati in grado di capire cosa dicesse?

    (Ovviamente la battuta è riferita alla persona in sé e per sé, che deve avere un ottimo ghost writer o un correttore di bozze geniale per potersi definire scrittore…)

  57. pollygianda says :

    complimenti per il coraggio.
    In bocca al lupo!

  58. Tenar says :

    Condiviso su FB

  59. ilgattosyl says :

    L’ha ribloggato su il nuovo blog del gatto sylvestroe ha commentato:
    sembra un reato minore ma non lo è per niente

  60. Perennemente Sloggata says :

    Ovviamente ho linkato su Facebook in modalità pubblica e ho ribloggato questo post sul mio blog.
    Per il resto, mi astengo da ogni commento, non è concepibili né tollerabile una situazione simile.

  61. diamanta says :

    La ritwitto e la metto su facebook che hanno maggior visibilità

  62. Tyler says :

    Ma qualcuno ha dato un’occhiata al suo profilo facebook? Basterebbe quello per metterlo in catene.

  63. giusisalis says :

    L’ha ribloggato su Un Pizzico di Salise ha commentato:
    Lo stalking è un reato.

  64. solounoscoglio says :

    L’ha ribloggato su solounoscoglioe ha commentato:
    da star male, ma va letto e fatto girare.

  65. Franco Marchitoello says :

    Postato sulla mia bacheca di Facebook

    • Franco Marchitiello says :

      Capisco la pressione psicologica che subisci e hai fatto benissimo a fare i passi che hai fatto. Ma credo che la persona in questione abbia necessità di assistenza

  66. Davide says :

    Io da una parte vedo un poveraccio solo e con evidenti problemi psichici, dall’altra una quantità di persone di “buon senso” che si accaniscono contro di lui e lo deridono. Tra l’altro la guerra è partita da loro, non da lui. Non sto giustificando lui, sia chiaro, sto dicendo che questa vicenda particolare la state gestendo un po’ malamente.

    • impossiball says :

      Tra l’altro la guerra è partita da loro, non da lui.

      superficialità e qualunquismo a go-go

    • LFK says :

      Il poveraccio solo ha risposto con minacce alla critica a un libro scritto male. Minacce che poi sono andate sempre peggio. Lasciarlo fare potrebbe essere pericoloso, visto l’ultimo messaggio privato che ha mandato. Che sia solo o in compagnia cambia poco, perché anche da solo potrebbe far male. Quindi perché aspettare?

    • Nicola says :

      Non si giustificano le minacce ne gli insulti ne tutto quello di cui è autore questo Daniel. Ma non so quanto sia positivo per voi e per lui continuare in questo scontro. Non sono il suo psicologo (si ammetto che mi ha fatto ridere quando si è spacciato per la sua psicologa) ma a me sembra che sia una persona con seri problemi sociali, non dico mentali. Ora se pensate che sfottendolo lo fermerete o lo riportere alla ragione vi sbagliate, aumenterete solo il rischio che effettivamente faccia qualcosa di sbagliato nei suoi confronti, nelle persone a lui vicine o addirittura alla blogmaster. Va giustamente segnalato alle autorità, ma non dategli corda.

      A me sembra che per alcuni, invece, questa persona disturbata sia il solito caso umano da prendere per il culo. Bravi avete un’ottima rete sociale alle spalle, una storia sicuramente migliore della sua, ma vi dico, avete bisoogno di sfottere una persona con evidenti problemi per sentirvi migliori? Vi basta perculare un poveraccio su un social per pensare di aver fatto qualcosa di buono? Non so.

      Chiaramente l’ultima parte è relativa solo ad una parte dei lettori. Solidarietà comunque alla blogmaster che ha subito tutto ciò.

      • tuqiri73 says :

        mi sa che non hai letto/non leggi nè qui sopra nè i giornali. le autorità non hanno fatto nulla e non fanno nulla neanche x casi ben + gravi. ci vuole un carabiniere o un poliziotto con po’ di buonsenso che gli faccia una telefonata e lo spaventi, sì, hai letto bene, lo spaventi. visto che di solito non succede, ci si prova noi e credo, al contrario di quello che pensi tu, che funzionerà.
        tomas

    • julka75 says :

      “Sì, loro sono stati brutti e cattivi, però anche la signora poteva mettersi una gonna più lunga, se l’è andata a cercare”. Non so, a me sembra che il commento di Davide suoni sul genere.

      • Davide says :

        No. Non c’entra nulla, Julka. E se non capisci da solo/a il perché è un tuo problema.

    • tuqiri73 says :

      Scusa Davide,
      ma la faccenda è partita xchè gaia ha segnalato una persona che autoincensa un proprio libro con un falso profilo, x farlo acquistare – diciamo “cercare di”, xchè se il parere positivo è scritto come il resto delle cose che scrive…in tutta risposta lui le da della troia e scrive facezie tipo “mettiti una pistola in bocca”. Chi ti dice che questo signore non prenda un treno x andare a trovarla? diciamo che invece, come credo, non lo faccia; sai che ti dico? che gaia ha fatto benissimo cmq, perchè si sarà rotta i coglioni, lei stavolta, di essere insultata da un imbecille.
      tomas

      • Davide says :

        No, i primi commenti di questo Daniel sono andato a leggermeli; non erano insultanti e nemmeno minacciosi. In più è stato da subito evidente che ci si trovava di fronte a un mitomane (vaneggiava di contratti con la Sellerio e cose simili) per tutta risposta e nonostante fosse chiaro che si trovavano di fronte a una persona poco equilibrata gaia e LFK hanno preso a sfotterlo per la grammatica. A quel punto lui ha sbroccato. Io continuo a vedere in tutta questa storia la reazione poco lucida di un poveretto a un atto di bullismo contro di lui assolutamente gratuito. Ma che ve frega se si autopubblica dei libri di merda? Ma che vi toglie? Ma se volete ridere di ste cazzate fatelo fra di voi senza questi sputtanamenti pubblici. Che ne sapete di come reagisce la persona insultata, di che problemi abbia, di cosa significhi quel libro di merda per lui?

        • massimobettini says :

          hai completamente ragione, ma avrai capito che questo non è il posto adatto per chi ha la ragione

        • Giuseppe Tempestini says :

          Non sono affatto d’accordo. Rileggendo tutta la conversazione, l’unica cosa “visibile da subito” era che si trattasse di un personaggio con poca conoscenza dell’italiano ed un atteggiamento autocèlebrante al limite della caricatura. Il web è pieno di personaggi del genere, e personalmente amo i blog proprio perché persone come Gaia aiutano ad identificare spammer/fake/truffatori vari permettendo a chi cerca informazioni di trovare tracce comprensibili. Ma anche Gaia avesse voluto solo farsi una risata e farla fare ai suoi lettori scrivendo un post con le recensioni che ha trovato online (post interessante ed ironico, come se ne scrivono milioni) non aveva il diritto di farlo? Oltretutto nei commenti sono emersi anche fantomatici annunci di lavoro e vari titoli professionali che questa persona (secondo varie risorse trovate online, tutte pubbliche) potrebbe essersi assegnato da solo, di cui persino uno religioso. In ogni caso, nonostante l’assurdità del personaggio e di ciò che sosteneva io non ho visto affatto accanimento in gran parte della prima serie di commenti, anzi credo che il tutto sia stato gestito con molta educazione e tentativi ripetuti di dialogo, seppur certo, con ironia. Il punto è che se questa persona non è in grado di gestire critiche ed ironie (ancor più se espresse in modo gentile e dialogante) tanto da arrivare alle minacce ed ai deliri di cui sopra, imho semplicemente non dovrebbe essere online, bensì tenuto lontano da un accesso ad internet in una comunità di recupero o assistito in qualche modo. Anche perché, cosa ancora più grave, quest’uomo continua a sostenere e reiterare le sue minacce; il livello di aggressività e violenza verbale che utilizza non è giustificabile in alcun modo e Gaia non ha solo il diritto ma il dovere di tutelarsi utilizzando la visibilità pubblica dei suoi post (dato che per ora le autorità, cui giustamente si è rivolta, non sono volute intervenire). Altro che “atto di bullismo contro di lui assolutamente gratuito”. Personalmente credo sia stato trattato con molta più indulgenza verbale di quanto avrebbe meritato, cosa che ovviamente ora, dato che si è reso necessario rendere la cosa virale, sta cambiando con l’ingresso nella discussione di tanti altri che non sono così tolleranti con i (veri) violenti come lui.

          Gaia, l’ho già scritto in un altro commento e lo rifaccio qui, ti faccio i miei complimenti per il modo in cui hai gestito il tutto e per questo tuo post, continuerò a diffonderlo quanto più posso.

  67. liù says :

    L’ha ribloggato su ♠Pensieri liberi.. ma non troppo..♠e ha commentato:
    Vi invito a leggere questo allucinante post scritto da una blogger vittima di uno stalker!

  68. Alessandra says :

    Postato su Twitter, FB e Google+
    Attendo con ansia di essere querelata (anche se le 12.30 sono passate, non è che magari il tuo stalker potrebbe essere così gentile da fare una seconda tornata di querele per i ritardatari?)

  69. LFK says :

    Riporto un commento postato su un blog che segue questo evento, ma che non può pubblicarlo per questioni di etica.
    “Cara Troia adesso mi hai fracassato tutta l’anticamera del cazzo ora tu togli questa merda da internet e subito 1 secondo ora che e fai la gelosa perchè sto girando il mio film? Tutto un insieme dell’amore?è che ti succede mentre io giro il mio film tu ti roderai perchè dei tuoi gialli non frega un cazzo sei solo e letterarmente una stronza!”

    • Fabio Cicolani says :

      C’è chi vede ma Madonna di Medjugorie e chi Tornatore. A ognuno le sue visioni.

    • André Subrac says :

      …E anche qui la lingua italiana regna sovrana, effettivamente.

    • André Subrac says :

      …che comunque in italiano corretto sarebbe:

      “Cara Troia, adesso mi hai fracassato tutta l’anticamera del cazzo:
      ora tu togli questa merda da internet, e subito!
      (‘1 secondo ora che e’ NON SIGNIFICA NIENTE E LO TOGLIAMO)
      Fai la gelosa perchè sto girando il mio film
      “Tutto un insieme dell’amore” (che titolo del cavolo)?
      Mentre ci starò lavorando tu ti roderai IL FEGATO (complemento oggetto) perché dei tuoi gialli non frega un cazzo A NESSUNO (complemento di termine) perché (o anche ‘ché) sei solo una stronza!

  70. liù says :

    Condiviso su FB e ribloggato sul mio blog!
    Sono esterrefatta ! Non riesco a capire dove voglia andare a parare.
    Ti sono vicina,per 11 mesi ho avuto pure io una che mi perseguitava e minacciava ,poi con la chiusura di splinder ho ripreso a vivere.
    Ciao,un abbraccio
    liù
    Ps: Sono della provincia di Catania e mi sto vergognando a morte per il comportamento di questo individuo che disgraziatamente è mio concittadino.

  71. simcek says :

    L’ha ribloggato su metzombiee ha commentato:
    Poi giuro che scrivo anche una cosa mia. Questa però nel frattempo mi pare degnissima.

  72. uovadigatto says :

    Reblogged this on uova di gatto and commented:
    Finché ci sará silenzio, ci sará stalking: questa lettera non é di una vittima.

  73. uovadigatto says :

    Ciao! Spero che il mio reblog ti sia d’aiuto! Un abbraccio!

  74. Riccardo Pietrani says :

    Mi sembra abbastanza ovvio che sia una persona disturbata. Il problema è che le minacce non vanno MAI sottovalutate, tanto più se giungono da qualcuno con dei problemi a discernere la realtà dalla fantasia. Daniel, lascia perdere questa storia, davvero. Fregatene e continua a scrivere se la cosa ti dà piacere, hai tutta la libertà di esprimerti, ma lascia stare le minacce, gli insulti e via dicendo. Mettici una pietra sopra, fai in modo che questa brutta vicenda si chiuda.

  75. Marco says :

    Condiviso…

  76. lezionidiparlo says :

    L’ha ribloggato su lezionidiparloe ha commentato:
    #FF #stalkingstalkersday

  77. stranoforte says :

    Io ho messo un maxischermo e l’ho ribloggato nella mia bettola ( http://stranoforte.weebly.com/1/post/2013/12/storie-di-ordinaria-follia.html ).

    Quanto al film, visto che è stato addirittura approvato dalla commiscion…

  78. Alice says :

    faccio girare subito! sono stata vittima di stalking anch’io e trovo vergognoso che le autorità non ti stiano aiutando in questo momento

  79. crimarzor says :

    Una sola domanda, Gaia: sei matematicamente sicura al 100% di non avere provocato in nessun modo la reazione rabbiosa e violenta del tuo spasimante? Che so… magari sparendo improvvisamente senza valide ragioni, ignorando messaggi ed e-mail, negandoti al telefono, ecc.?
    Se la risposta è sì allora qualche colpa ce l’hai anche tu; in caso contrario Daniel è un pazzo totale.

    • Kaisentlaia Anka Michiz says :

      Ma di che parli ? Ignorare le mail non gradite o non rispondere al telefono sarebbe provocare ? Siamo forse impazziti!

    • impossiball says :

      Ha avuto la gravissima colpa di non pubblicare alcuni suoi commenti, direi che le minacce sono più che giustificate, no?

    • crimarzor says :

      Educazione vorrebbe che si rispondesse a chi ti contatta, e se poi commenta in maniera negativa si può sempre discuterne, anche aspramente nel caso. Essere ignorati del tutto dà fastidio, e se uno è particolarmente impulsivo e/o permaloso può anche reagire male.

      • stranoforte says :

        Crimarzor, scusa, ma hai letto tutta la storia oparli per frasi fatte?

      • Kaisentlaia Anka Michiz says :

        Quello che tu chiami “reagire male” si chiama reato. La libertà di rispondere o meno alle mail non si tocca, spero davvero che tu non abbia letto tutta la storia perchè se la pensi così dopo aver letto tutto è grave.

        • crimarzor says :

          La so da me la differenza tra “reato” e “libertà di ignorare i contatti non graditi”. Io però sto valutando l’aspetto morale, non quello legale, e in questo senso la libertà di non rispondere equivale a far sentire una persona una merda indegna di considerazione. Da qui la reazione spropositata.

      • julka75 says :

        Educazione vuole che si risponda a chi parla in modo educato, e comunque no, non è vero che bisogna rispondere sempre e comunque a tutti. Poi la storia non riguarda semplice mancanza di risposte a commenti. Riguarda l’incapacità di accettare una critica da parte di un sedicente scrittore. Forse è il caso di spolverare i chakra della comprensione del testo.

    • ellagadda says :

      Aver provocato la reazione? Senza valide ragioni???
      Mi sa che i pazzi qua sono più di uno!

    • julka75 says :

      Scusi, lei è di quelli che davanti a un uomo che picchia e minaccia le ex fidanzate si mette a colpevolizzare le ex perché si negano al telefono? È sicuro di avere capito esattamente di cosa sta parlando?

    • Alice says :

      ma hai letto tutto l’articolo con relativi collegamenti? o_O perchè NON si parla di uno spasimante…magari prima di commentare conviene leggere

    • danielconte2013 says :

      ok visto che sono un pazzo il pazzo pretende immediatamente una troupe giornalistica,le iene in primo luogo le voglio trovare Lunedi a casa mia ma siccome non hanno i coglioni e quindi nessun giornalista,nessuna tv, avrà il coraggio di intervistarmi!

  80. ladymismagius says :

    L’ha ribloggato su Il Ragnoe ha commentato:
    Mi unisco alla mobilitazione lanciata dalla scrittrice Gaia Conventi per denunciare e dare visibilità agli atti di stalking di cui è vittima da parte di un sedicente “scrittore” (autopubblicato) di nome Daniel Trillè. Tutta la mia solidarietà a Gaia, nella speranza che questa barriera di visibilità riesca a proteggerla.

  81. Kaisentlaia Anka Michiz says :

    Postato su FB e invitato gli amici a leggere e a condividere.
    Purtroppo spesso si tende a non dare il giusto peso ad episodi di questo tipo, liquidando la faccenda come deliri di una persona disturbata, a parte il fatto che le persone disturbate possano essere pericolose, l ‘essere (eventualmente) una persona disturbata non da certo il diritto di frantumare la minchia (pardon) al prossimo.

  82. Tommaso says :

    Faccio notare questo http://archiviostorico.corriere.it/2004/luglio/09/Cassazione_vietato_dire_non_sei_co_9_040709062.shtml
    Nel video c’è a più riprese l’affermazione “tu non sei nessuna”, quindi ci sono gli estremi per una condanna.

  83. impossiball says :

    Cmq, 200 commenti e solo due tizi (ok, tre considerando il nostro aspirante regista) sembrano non aver capito il nocciolo della questione. Coi tempi che corrono è un successone!

  84. chantal971 says :

    ciao. le leggi sono cambiate da qualche settimana.. torna alla questura…..sarai ascoltata considerata di piu!!..
    in bocca al lupo..

  85. paoloxl says :

    L’ha ribloggato su O capitano! Mio capitano!…e ha commentato:
    eggere e per cortesia ribloggare

  86. ellagadda says :

    Che gente triste, condivido, rebloggo e vediamo se non la stalkeriamo noi questa mezza cartuccia!

  87. ellagadda says :

    L’ha ribloggato su Ella Gaddae ha commentato:
    Vediamo se il web può dove la giustizia fallisce!

  88. Silvia says :

    E’ un mentecatto pericoloso che va fermato!

  89. Carlotta says :

    Cara Gaia, Carlotta ti è vicina con Maria Belvetta. Purtroppo siamo ignoranti totali e non sappiamo ribloggare: magari se qualcuno ce lo insegna… Ma la situazione è degenerata, faresti meglio a dare una svegliata alla Questura o ai Carabinieri. Sono sessantasette anni che l’Italia non è più divisa in Regno del Sud e Repubblica di Salò,ed anche la linea gotica ha fatto il suo tempo: non ci sono ostacoli, quiindi, che impediscano al caro Daniel di spostarsi da Catania a Ferrara. A onor del vero il tizio sembra alquanto sprovvisto di palle ( intendiamo quelle da biliardo, sia chiaro) ma con questi pazzi furiosi non si sa mai. E nell’attesa del castigo che colpirà noi come tutti gli altri che hanno osato insultare Daniel, lo stalker senza spaniel, ti saluto con affetto.

  90. stephymafy says :

    L’ha ribloggato su Un Blog un po' cosìe ha commentato:
    Leggete e riblogglate….potrebbe interessare chiunque.

  91. Missblackfish says :

    L’ha ribloggato su L'eleganza dell'orcae ha commentato:
    e ora vediamo che risultati da questo esperimento. Stalker…

  92. cupcake2289 says :

    Ovviamente condivido!

  93. saraal1 says :

    Fatto e farò?
    Ma la questura che vergogna!!

  94. Claire says :

    L’ha ribloggato su Camomilla o ginseng?e ha commentato:
    Un piccolo esperimento …

  95. Francesca Tonelli says :

    ripostato sul mio profilo facebook. purtroppo alcuni “uomini” (che tali non si possono definire) non hanno altro modo per combattere le donne se non definirle troie. Ma combattiamo tutti insieme per cambiare mentalità!! Forza ragazzi!

  96. newwhitebear says :

    L’ha ribloggato su orsobiancoe ha commentato:
    Ecco cosa non dovrebbe esserci mai.

  97. greg says :

    Postato sul mio profilo fb e segnalato alla blogger del Fatto Quotidiano che si occupa di violenza sulle donne.

  98. Alice says :

    comunque Gaia, una denuncia per diffamazione ci sta tutta, poi vedi tu

  99. Giuseppe Tempestini says :

    Letta la storia, i link ed i commenti tutto d’un fiato e condiviso il più possibile. Gaia non ti conosco ma faccio a te e a tutta la community che ha risposto a questo folle fin dall’inizio i miei complimenti: avete gestito (o perlomeno ci avete provato) tutto con un’intelligenza ed eleganza molto rari.

    • mc says :

      psichiatrico, borderline con precedenti penali…ecco da dove deriva la sua “cultura” giuridica….le Forze dell’Ordine devono intervenire anche se hanno mezzi inefficaci; anche se la mamma non lo farà mai allontanare da casa,questo individuo non è innocuo…peccato…. poteva guadagnarsi tanti ammiratori del suo scritto con delle scuse formali e smettendola di tormentarti..

  100. Anto Kleinman (@antokleinman) says :

    Condiviso su Twitter e Facebook!

    Piccola precisazione: per essere considerati scrittori non si dovrebbe quantomeno sapere scrivere (e parlare) in italiano corretto? No, tanto per sapere.

  101. pagurina9 says :

    Sono rimasta a bocca aperta…!

  102. ScatenoLaMente says :

    propongo un sit-in a catania !!!!

  103. giulyvolusia says :

    Condiviso su facebook e twitter…qualche tempo fa un tizio se la prese pure con me, sms a bomba tutti i giorni e tutto il giorno…ad un certo punto ho smesso di rispondergli in malomodo, ho smesso e basta, dopo qualche giorno lui ha cessato di rompere. Sì, in effetti forse ha ragione anche chi ha commentato che la miglior arma è l’indifferenza, in fondo ora lui diventerà famoso e può essere pure che riesca a vendere quella robaccia che ha scarabocchiato proprio grazie al fatto di esser diventato così…”importante”. Ma per non saper nè leggere nè scrivere (ci sta il vecchio modo di dire!) l’ho condiviso, giusto perchè si sappia quanto le autorità prendono in considerazione questi casi, nonostante l’allarmante aumento dei casi di femminicidio…

  104. suAltezza says :

    Ora so dove trovarti (nel caso). Ho giusto qualche conoscente giù a Librino.

  105. mc says :

    in fondo dovresti ringraziarla…in molti abbiamo visualizzato i tuoi video penosi ( con webcam puntata sulla tua cameretta con bolli blu nel lettino)….ti ha reso pseudofamoso..accontentati..

  106. kekkorider says :

    Ma cos’èèèèèèèèèèèèè, manco l’itaGLiano sa, non ha la minima idea di come si utilizza la punteggiatura (questa sconosciuta, ho visto solo dei punti esclamativi), come fa ad aver scritto un libro ‘sto tizio??? #ipeggioricasiumani

  107. Lilith Aredhel says :

    Ho anche indicato l’articolo in questione ad una pagina su facebook che (spero) contribuirà alla sua diffusione. Ancora sinceri complimenti, Gaia!

  108. Jean Anne Moriarty says :

    Non ho un blog da cui rebloggare ma ho condiviso su FB. Forza. :(

  109. Carlo Animato says :

    comunque è una mente fertile e intraprendente, con chiari sintomi di genialità e unicità. io credo che va stimato, valutato, seguito con massima attenzione!
    per esempio, questo è un messaggio di daniel inviato qualche anno fa sul sito di massimo boldi, e a me fa piacere riportarlo qui perché può insegnare a tutti tante cose, altro che insulti!:
    “a tutti ci sarà un ciclone in famiglia2 parola mia lo sto scrivendo io se volete scrivetemi a cinepresa@supereva.it oppure telefonate al 3331496450 oppure inviatemi una lettera intestata a trillè daniel via s.tomaselli 7b scala c gravina di catania 95030 ciao a tutti scrivetemi che vi rispondo”

    • Carlo Animato says :

      mi son permesso di riportarlo qua perché è un messaggio pubblico, e così potete avere un’idea precisa del talento e della versatilità di questo scrittore, al di là delle chiacchiere e delle polemiche. far parlare lui è l’unico modo per comprenderne appieno la cifra stilistica e il mondo interiore. questo è tutto!

    • greg says :

      In realtà hai chiarito un dubbio. Cercando in rete, emerge che a quell’indirizzo c’è una struttura per la riabilitazione dei disagi e dei disturbi psichici d’utenti che abbiano superato i 18 anni di età…

  110. Ila says :

    L’ha ribloggato su Spirit In The Nighte ha commentato:
    Rebloggato per solidarietà verso Gaia, indignazione (tanto per cambiare) per le forze dell’ordine e repulsione per questo genere di individui.

  111. rude dei boschi says :

    ascolta stalker, ti stai rendendo ridicolo davanti all’intera comunità virtuale e questa mail sta facendo il giro del web. non sai scrivere, non sai parlare, sei completamente fuori di testa e fossi in te, invece di cercare le iene e amenità simili, spegnerei il pc, mi farei un giro e abbandonerei per sempre questa pagina e la sua proprietaria. credimi, forse è l’unico modo per uscire.

  112. isadora drunken says :

    condiviso. consiglierei al non-stalker di riprendere gli studi. dalla quarta elementare, più o meno. :)

  113. Giusy says :

    Gaia … hai tutta la mia solidarietà, tienimi aggiornata

  114. melodiestonate says :

    sono arrivata da te tramite la mia amica liù….giuro sono senza parole per quell’individuo, e ti sono vicina come donna per il coraggio che hai avuto…..Sara

  115. danielconte2013 says :

    Forse non avete capito che ho lieve ritardo mentale lieve che poi vi levo le scarpe dai piedi ma questo lieve l’avete fatto diventare un grosso problema! non pensate e vi invio un foglio che parla chiaro dei danni morali che mi avete creato e con i documenti che ho io vi mando in galera tutti! quelli che mi avete offeso e siete andati a scavare nella merda pretendo le iene a casa mia intanto ora scrivo a indignato speciale,e a pomeriggio cinque

    • Paola says :

      L’importante e’ che tu sia sotto tutela, che qualcuno si stia occupando di te e di tutti i problemi che ti affliggono… Perché tu SEI in cura, vero? Stai tranquillo, continua a scrivere quello che ti piace, ma non disturbare gli altri, non recare offese a nessuno, potresti farti solo del gran male, aggiungendo altri problemi a quelli che già hai. Leggiti qualche bel romanzo, guarda dei bei film, fatti del bene,non incattivirti con tutti e con il mondo, non serve a nulla!

    • Tyler says :

      Ti stai giocando la carta dell’infermità mentale ora?

  116. Carlotta says :

    lo sapevate che aveva entato di mettere la propria biografia letteraria su Wikipedia?

  117. dacqu says :

    L’ha ribloggato su STORIE E PERSONAGGIe ha commentato:
    Rebloggo l’articolo di Gaia Giramenti.

  118. valentinavk says :

    ribloggato anche io

  119. Alessandra says :

    Ragazzi, ve lo sta dicendo: ha dei problami.
    Ora, perché non facciamo tutti un bel respiro e cerchiamo di capire che in casi come questi è necessario un intervento di tipo diverso?
    Il problema è stato “attenzionato”, come si dice in pessimo burocratese.
    Gaia ha tutta la nostra solidarietà perché certo non può e non deve farsi carico di subire in silenzio le attenzioni “pesanti”, continue e minacciose di chicchessia. Ugualmente è chiaro a tutti, credo, che Daniel ha bisogno di supporto di altro genere (che nessuno di noi può dare) e che forse – forse – questo genere di “attenzione”, sebbene lui sembri richiederlo, lo danneggia ancora di più.
    Se l’obiettivo è far cessare i comportamenti molesti, non lo stiamo raggiungendo in questo modo, anzi.
    Io voglio augurarmi che il clamore sollevato intorno alla vicenda abbia convinto chi di dovere a intervenire, ma mi auguro che cessino i commenti su ortografia, contenuti, aspirazioni più o meno legittime di una persona in evidente stato di difficoltà.
    Sì alla solidarietà, sì al diffondere il problema ma NO al linciaggio pubblico di una persona “debole”, perché a questo io non ci sto.

    • Paola says :

      Brava Alessandra, concordo in pieno. Massima attenzione, ma non si soffi sul fuoco, non si fa altro che alimentarlo, provocando incendi.

    • Stefano says :

      Alessandra, siamo proprio sicuri che questa persona sia “debole” di mente? Per me ha semplicemente capito di essersi cacciato in trappola da solo e adesso sta cercando di giocarsi la carta della semi-infermità mentale…

      • Tyler says :

        Una persona debole di mente non ha abbastanza lucidità mentale da riuscire a caricare video (deliranti) su youtube, rintracciare numeri di telefono e mettere finti annunci su kijiji. Che sia pazzo si è capito, che sappia maneggiare i computer pure, che abbia deliberatamente scelto di tormentare l’anima di Gaia anche. Inoltre, ed essendo catanese conosco bene questa mentalità retrograda, credo che il problema di Daniel sia anche educativo, evidentemente si è imbevuto di atteggiamenti e comportamenti da mafioso. E’ per questo che dico di non sottovalutare minimamente queste cose.

      • greg says :

        Qualche anno fa, sul blog di Boldi (sic) ha lasciato un indirizzo, diverso da quello che ha scritto qualche miliardo di post qui sopra. Inseritelo in google, vedete cosa esce e fatevi un’idea da soli.
        Poi che ci siano anche altre componenti è probabile, che Gaia abbia il diritto di difendersi con tutti i mezzi a sua disposizione è sacrosanto ma penso anche che le parole di Alessandra siano centrate.

    • sandra says :

      Ecco arrivo lunghissima ma la mia quasi omonima Alessandra secondo me ha centrato in pieno la questione. Con il mio massimo sdegno per la Questura che invece non ha capito nulla.

      • Mimmo says :

        E invece no. Perché al momento questo tizio è ancora libero di fare ciò che vuole, ivi compreso poter prendere un treno e fare danni ancora più grossi.

    • Mimmo says :

      Tutto bello, tutto giusto. Ma chi è che deve dare questo supporto a questo soggetto? Come si deve difendere Gaia da un pericolo? Perché per quanto “debole” è un essere in carne e ossa capace di azioni, delle quali tu non conosci il limite. Sono d’accordo che linciare serve a poco, ma qui l’ordine costituito si è palesemente rivelato inutile. Gaia ha quindi bisogno di portare tutta l’attenzione possibile su questo soggetto, sperando che finalmente qualcuno si prenda davvero carico del problema.

  120. Marty says :

    L’ha ribloggato su Dillo alla Mammae ha commentato:
    Mi rende praticamente immobile, questo post. Immobile come l’immobilità delle forze dell’ordine, della burocrazia, delle leggi, della pigrizia statale. Ma Giramenti, qui, è forte; e anche se è staklerata, credo che possiamo far vergognare il possessore di quella tastiera, a Catania. Possiamo, facciamolo.

  121. KnockOut says :

    L’ha ribloggato su KnockOut.

  122. Vito B. says :

    Daniel, Daniel, cosa mi combini?
    Tu non mi conosci, ma sappi che io sono sempre dalla parte di chi sa sognare e tu mi sembri un tipo pieno di sogni e di passioni e solo per questo sarei pronto a schierami dalla tua parte per fronteggiare questo esercito di tuoi detrattori, ma così no, non va.
    Hai offeso e minacciato la padrona di casa e questo smentisce la tua aspirazione a divenire profeta dell’amore assoluto.
    Chi predica così calorosamente l’Amore, come sembra tu fai, non minaccia una donna, non le dice cose oscene come quelle che tu hai detto. No, non fa niente di tutto questo, anzi, accoglie i giudizi negativi come uno stimolo alla crescita intellettuale e morale, ignora quei commenti che travalicano il diritto di critica per sconfinare nel puro dileggio perché lui è superiore a queste meschinerie. E, in ogni caso, un vero uomo si pone sempre in difesa di una donna e mai le fa del male, anche se pensa che lei stia sbagliando. Questo mi aspetto da te, perché sento che ne sei capace.
    Per cui, caro Daniel, chiedi perdono a Gaia per tutte le cose brutte che le hai detto, promettile che non si ripeterà più e io mi schiererò dalla tua parte per difendere il sacrosanto diritto ad esprimere il tuo pensiero, anche con gli errori di grammatica e con la punteggiatura inadeguata, anche co l’auto-pubblicazione, perché in questo tu hai ragione e loro torto.
    Vito

    • Ale says :

      Finalmente qualcuno che sa trattare l’argomento.
      E ovviamente solidarietà anche a Gaia: capisco il suo stato d’animo.

Trackbacks / Pingbacks

  1. La tua vita rubata | Storie d'AltriMenti - 6 dicembre 2013
  2. Lettera al mio stalker, di Gaia Conventi | L U N A T I S M I - 6 dicembre 2013
  3. Lettera al mio stalker #FF #stalkingstalkersday | notiZZie che non ne parlano - 6 dicembre 2013
  4. Lettera al mio stalker #FF #stalkingstalkersday | Sara - 6 dicembre 2013
  5. Lettera al mio stalker #FF #stalkingstalkersday... - 6 dicembre 2013
  6. Lettera al mio stalker #FF #stalkingstalkersday | Fabio Cicolani - 6 dicembre 2013
  7. (OT) Lettera al mio stalker | As We Play - 6 dicembre 2013
  8. Off Topic: oggi è lo #StalkingStalkersDay | Holden & Company - 6 dicembre 2013
  9. Lettera al mio stalker | di Gaia Conventi | STL - Studio di traduzioni legali - Formazione per traduttori/interpreti - 6 dicembre 2013
  10. Un urlo contro lo stalking | Alius et Idem - 6 dicembre 2013
  11. Lettera al mio stalker #FF #stalkingstalkersday | tigliegelsomini - 6 dicembre 2013
  12. Dal Blog “Giramenti”: Lettera al mio … | FABIODEVIVO SITE&BLOG - 6 dicembre 2013
  13. Lettera al mio stalker #FF #stalkingstalkersday | perennemente sloggata - 6 dicembre 2013
  14. Lettera al mio stalker #FF #stalkingstalkersday | Vivo da sola - 6 dicembre 2013
  15. Lettera al mio stalker #FF #stalkingstalkersday | Blog #attriciklife - 6 dicembre 2013
  16. Lettera al mio stalker #FF #stalkingstalkersday | Due - 6 dicembre 2013
  17. L'altro blog | Lettera al mio stalker - 6 dicembre 2013
  18. Lettera al mio stalker #FF #stalkingstalkersday | BookBlister - 6 dicembre 2013
  19. Lettera al mio stalker #FF #stalkingstalkersday | - 6 dicembre 2013
  20. #FF #Stalkingstalkersday – Un urlo contro lo stalking | Cetta De Luca - 6 dicembre 2013
  21. Bisogna fare massa per batterli | Silvanascricci's Weblog - 7 dicembre 2013
  22. alcuni aneddoti dal futuro degli altri | 07.12.13 | alcuni aneddoti dal mio futuro - 7 dicembre 2013
  23. Lettera al mio stalker #FF #stalkingstalkersday | kOoLiNuS ☞ il blog - 8 dicembre 2013
  24. Stalking. | Il mondo di Jim - 8 dicembre 2013
  25. Lettera al mio stalker | Col Bernoccolo - 9 dicembre 2013
  26. Lettera al mio stalker #FF #stalkingstalkersday | Té verde e nuvole - 15 dicembre 2013
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 4.481 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: