Tramisti sul trespolo (prima parte).

Venerdì, giorno di tramisti. Fate finta d’essere contenti…

Vi presento Antony – dite ciao a Antony: «Ciaaao, Antony…», ecco, bravi –, Antony è un tizio che fa domande pregnanti.

Che tipo sarà mai una «ragazza a cui piace leggere il libro “50 sfumature di grigio”»? Ovviamente alle utentesse rispondenti non pare vero di poter far sfoggio di cotanta erudizione. Vediamo che dicono…

Secondo Luce, «è quel tipo di ragazza sensibile ma anche superficiale. ancora non ha capito che cosa significa amare e cos’è l’amore in sé. Ella cerca nuove emozioni al fine di crescere, di sentirsi meglio con se stessa». Ella, a detta di Luce – che non è un istituto e ci mancherebbe lo fosse –, legge ciofeche di manette e frustini per sentirsi meglio – ella è sensibile – e per non farsi abbattere dai mali del mondo, ché per fortuna ella è anche superficiale e le bastano due trombate cartacee per sopravvivere al pensiero della fame nel mondo. Ella – che mangia a pranzo e cena, nella sua innata sensibilità, pure de panza –, tenta di crescere grazie a nuove emozioni – le cavalline altrui – pur non avendo la più vaga idea di cosa sia l’amore e di cosa significhi amare. Ella, dunque, e sempre a detta di Luce, si presenta come una psicolabile che, avendo dalla sua almeno la terza media, è convinta che Cinquanta sfumature sia un libro. O almeno io l’ho capita così.

Abbiamo altri due pareri, entrambi azzeccatissimi. Non starò nemmeno a commentarli, difatti sono incommentabili.
Ma dicevamo delle domande pregnanti del nostro Antony…

Il quesito è stato giustamente inserito in “Fidanzamento e matrimonio”: «Mi consigliate uno stato da scrivere su WhatsApp in modo che la mia ex fidanzata ( lo era quasi ) ripensi a me ?». Grazie al cielo, nessuno ha osato mettere in moto le sinapsi per rispondere a tale chiavica.

E i tramisti a quella roba lì sono pure allergici.

Help me please! Forse mi pubblicano?

Col forse raramente si finisce in libreria. Dunque, cara tramista, spiegaci quel forse.

Una mia amica scrittrice ha letto qualche mia fanfic

e vuol presentarmi suo editore. Esse sono una rivisitazione ironica della Bibbia ma i personaggi degli angeli, specialmente l’arcangelo Gabriel, son ispirati a quelli di Supernatural. Devo dirlo all’editore? Violo qualche copywrite se non lo faccio?

Allora, le cose stanno così: l’amica scrittrice non ti ha ancora presentato il suo editore – attenta, potrebbe anche essere un editore a pagamento –, l’editore non ha ancora letto niente di tuo e tu temi di violare il copyright della bibbia. O di quella tal serie televisiva che sento adesso per la prima volta, immagino per una mia questione d’anagrafe. E ce lo racconti scrivendolo coi piedi. Mmm, interessante… Sei proprio sicura che “forse ti pubblicano”?

Lui è er figo, nel senso che di nick fa così, poi non so dirvi la resa dal vivo.

Il figaccio è un tramista che vorrebbe pubblicare «un libricino di poche pagine», probabilmente (lo dice qui) «una storia che ha come titolo lo stesso di una canzone e parla anche dello stesso argomento». In suo soccorso arriva il sapientone, quello che ne sa. E che ne sa, si nota.

Libriccino va con due c.

I grammar nazi sono notoriamente dei rompicoglioni, rompicoglioni due volte se non la imbroccano. Libricino va con una c o due. “A sentimento”, direbbe mia nonna. Ah, già, ma lo dicono pure qui.

Pubblicare nel senso vero, con codice isban,

Magari isbn, e senza volerti rompere le balle, ché qui quello bravo sei tu.

lo devi fare a tue spese.

Uellà, un genio! Per il nostro Magis la pubblicazione “nel senso vero” è quella a pagamento.

Be’, certo, noi non ci facciamo mai mancare niente.

Tuttavia ora ci sono molti siti che ti pubblicano anche una sola copia, però sono giri che non conosco bene e bisogna stare attenti alle trappole e alle lusinghe.

Occorre anche stare attenti al primo che passa e ti consiglia di pagare la pubblicazione.

No, tranquillo, l’EAP mangia i quattrini.

Credo che si possa fare un’autopubblicazione, ma non so dirti i particolari.

Quindi, oltre a essere qui per dirci che libricino vuole due c…

Eh, poverino, avrà bisogno di sentirsi utile. Almeno all’editoria a pagamento.

Le case editrici sono in crisi e accettano, se a pagamento, però non so il limite di copie, perché queste cose cambiano in continuazione.

E detta così parrebbe quasi vera, se non teniamo conto delle case editrici che – seppur in crisi – ancora accettano di sobbarcarsi il rischio d’impresa: senza chiedere soldi all’autore.

Se invece lo vuoi solo stampare, costa relativamente poco e te lo fa una copisteria.

Ecco, scordatevi le minchiate precedenti e tenete buona solo questa grande verità rivelata.

Poi arriva tamas, anche lui ha qualcosa da dire. E da ridire.

Sì, certo, vallo a dire a Erri De Luca.

Cinquantasei pagine. Ma fitte fitte e scritte in piccolo.

E se Erri de Luca si ferma a cinquantasei, il nostro tramista farà certamente meglio. Ma Ocean non concorda sulle ottanta pagine.

Lasciamo gli utenti rispondenti ad accapigliarsi su quel “può farcela” e teniamo presente che Solo andata ha 96 pagine, La musica provata ha 98 pagine, L’ultimo viaggio di Sinbad ha 49 pagine – sì, sono 49 –, Il torto del soldato ha 88 pagine, Napòlide ha 96 pagine, E disse ha 89 pagine. Insomma, quando Erri De Luca pubblica tomi che vanno oltre le cento pagine, a casa mia stappiamo lo spumantino.

Fine storia?

Muoiono tutti e ci leviamo il pensiero.

Devo concludere la mia storia ma non so come far fare pace ai due, lei è incinta. E non so come farr la situazione che a lei si rompono le acqua e lui deve correre dalla sua amata.
La storia si intitola innamorata del mio idolo e se vi va di leggerla la troverete su wattpad

Attenti che arriva l’utente rispondente…

Devi scrivere che:
Il bambino era un mostro, che nasce già morto e deforme con i vermi che gli divorano il corpo e la madre impazzisce e fa un patto con satana e quando incontra il suo amato tenta di tagliargli la gola e di mangiarlo perchè

Visto l’impegno, gli abbuoniamo il “perché”.

così pensava che Satana sarebbe stato contento e il bambino sarebbe tornato in vita, ma il ragazzo era armato e le spara 3 colpi di pistola in testa

Ne bastava uno, ma lui è un precisino.

e poi si uccide buttandosi dal 4 piano dell’ospedale, cadendo su una fiat punto dove ci sono 2 transessuali brasiliani che fanno sesso anale.

Che muoiono, forse di vergogna.

Un po di sesso ci va sempre in questi racconti, per attirare gli adolescenti romanticoni, perchè

Amico, fai pace con quel “perché”.

altrimenti è sempre la solita solfa trita e ritrita.

Bene, grazie. Abbiamo fatto morire un po’ tutti, incluso il “perché”.

Su, bel bambino, non fare così che poi ti spettini.

Sto scrivendo un libro dal genere drammatico/ romantico, IL TITOLO LO GIÀ.

Abbiamo un debole per gli scrittori analfabeti.

Che ne dite di questa trama potrebbe piacere?

Se è scritta da te, con le tue sante manine, vedrai che mamma e nonna l’apprezzeranno.

Questa è la trama:
Heidi McCarthy è una quindicenne ingenua e buona

La poverina non ne sa ancora niente, ma conto d’avvertirla con un messaggio su Facebook.

vive a Dawson’s City è una cittadina fittizia che si trova a New York,

Mentre Dawson City sta in Canada e fa un freddo della miseria.

vive insieme al padre Ryan è un’uomo

Signore, fermami!

Ma mica gli volevo fare male, eh? Solo sopprimerlo.
Allora, dicevamo di questo Ryan, un tale…

riservato e misterioso, ha anche due fratelli che si chiamano Liam e Matt.

Sono i fratelli di Heidi, non lasciatevi confondere dallo stato confusionale del tramista.

Liam è un adolescente scontroso e menefreghista nasconde anche la sua propria omosessualità ma verrà scoperto da suo fratello Matt, ha anche qualche problema con la droga.

Voglio sperare che almeno i trigliceridi…

Matt è un ragazzo studioso e gentile,

State sbadigliando anche voi?

La madre è scomparsa dodici anni fa’

Che pazienza con ‘sti “fa’ nfaroni”…

e nessuno da dove sia andata solamente Ryan e Matt lo sa e lo tengono nascosto,

Tramista, ne imbroccassi una, almeno per sbaglio!

Heidi è follemente innamorata di Cliff Vincent un ragazzo intelligente e affascinante

Glielo dite voi o glielo dico io? Ma, soprattutto, chi lo dice al moroso di Heidi, quello ritratto in foto?

ma lui è fidanzata

Cavolo, ma non ne becca una giusta nemmeno a scivolarci sopra!

con Brooke Forest una ragazza snob e viziata.

Che fa un pochino Brooke Forrester, ma proprio poco poco.

Heidi ha anche due amiche con le quali si confida e chiede consigli.
Ma alla fine la ragazza si fidanzerà con Cliff

Ohhh… finalmente!

ma lui gli spezzerà il cuore.

No, niente, anche le serali hanno fallito.

Vediamo il parere degli utenti rispondenti. Magari a loro la trama è piaciuta un sacco…

La trama è interessante…

Eh, da non dormirci la notte!

peccato che tu non sappia scrivere.

Anche tu l’hai notato.

Quindi tesoro abbandona il tuo intento XD impara ad usare punteggiatura, congiunzioni, e a costruire frasi di senso compiuto con connettivi logici… Solo allora ne potremo riparlare :’)

Se avremo fortuna, deciderà di passare il tempo costruendo tamburelli in midollino.
Sentiamo cosa ne pensa il prossimo utente rispondente.

“Il titolo lo gia’”, “Dodici anni fa’ ” “… gli spezzera’ il cuore” riferito ad una ragazza… Prima di pensare a scrivere un libro, dovresti come minimo ripassare molto bene la grammatica elementare.

Watson.

Il parere di Aria non si discosta di molto: Trama troppo scontata e già sentita, ma se davvero ci tieni a scriverlo impara almeno a scrivere correttamente in italiano! 

Sì, certo, hai detto niente!

Sara è più ottimista: Per quel poco che io possa capirci di letteratura io trovo la trama abbastanza banale e probabilmente troppo complicata (troppi personaggi),

Sarina nostra soffre di deficit d’attenzione, o di qualche altra roba analoga. O forse è solo scema.

per quanto mi riguarda non so se riuscirei arrivare alla fine. Con questo non voglio assolutamente che ti offenda è solo un parere da esterna. Secondo me se togliessi un pò

Che scritto così ci piace tanto.

di personaggi potrebbe già migliorare 🙂

Tralasciamo il parere di Diego perché non abbiamo intenzione di premiare un utente commentante che si sforza di dire cose sensate rispondendo a una simile brodaglia. Vediamo allora cosa ne pensa Smile.

Smile che, tutto sommato, non ci ha capito un cazzo.

E Luca lo sa!

Meglio la terza persona specialmente se è un libro di carattere scientifico. E’ preferibile usare la prima persona solo per le autobiografie.

Un geGNo della lambada! Ma chissà come fa a sapere tutte ‘ste cose…

Sono uno storico dell’arte.

Ah, be’, allora.

Annunci

Tag:,

About Gaia Conventi

Scrivo, ma posso smettere quando voglio.

43 responses to “Tramisti sul trespolo (prima parte).”

  1. 17lastella says :

    ho iniziato a ridere ininterrottamente su 50 sfumature, pensando a tutte le mamme delle mie amiche (over 60 – le mamme, non le amiche ) che l’hanno letto. Ora ho il singhiozzo.

    Mi piace

  2. ophelinhap says :

    mi fai ridere. E in questo periodo ci riuscite tu e Gli Eurocrati (se non sai chi siano, corri a sbirciare la loro pagine FB)
    😀
    O.

    Mi piace

  3. ilcomizietto says :

    Una ragazza che legge le 50 sfumature può ancora salvarsi. (Voglio dire: a tutti capita di leggere una ciofeca.) Se dice che le piace è già passata al lato oscuro. Va soppressa, purtroppo. 🙂

    A proposito: io per la rubrica libridimmerda di domenica lo cerco, ‘sto “sfumature”. Se volete liberarvene, è l’occasione giusta.

    Mi piace

  4. Bia says :

    Questo Cliff Vincent sarà pure intelligente, ma a giudicare dalla foto direi che sull'”affascinante” non ci giurerei…

    Mi piace

  5. minty77 says :

    No, Gaia, non è accettabile che tu non conosca “Supernatural”!
    E no, l’anagrafe non c’entra nulla. Occorre che tu ponga rimedio alla lacuna, preferibilmente subiterrimo. Diventa anche tu una grande fan dei fratelli Winchester e del loro mondo amabilmente paranormale. ^___^
    I due sono – circa, più o meno, giù di lì – cacciatori di demoni. C’è di che imparare tante cose, ti assicuro. Spero sempre, prima o poi, guardandoli, di imparare un esorcismo contro i tramisti…

    Riferimenti: http://it.wikipedia.org/wiki/Supernatural_%28serie_televisiva%29
    http://www.supernaturalwiki.com/index.php?title=Main_Page

    (No, seriamente, la serie merita. Ha dei dialoghi ottimamente scritti, ironia a pioggia e una colonna sonora da paura! ^^)

    Per il resto, si può dare una medaglia ad Agent Smith? La sua risposta sul bambino-mostro mi ha risollevato una giornata partita malissimo ^^

    Ma lo storico dell’arte che dà consigli di scrittura non lo avevamo già incontrato da qualche parte? O_o

    Mi piace

  6. mozart2006 says :

    Il codice Isban? Sará mica un tramista talebano?
    Divertitevi al pranzo, sibariti 😀

    Mi piace

  7. tibi says :

    Giù le mani da Supernatural. Santa miseria, tra un po’ mi strappo tutti i capelli! Povero Gabe! Scusate, momento fangirl. Sì, sono una grandissima fan del suddetto show. Giuro che non è una cavolata, è davvero uno dei pochi telefilm fatti bene e che mi piace guardare.

    Il codice isban mi ha uccisa xD

    Mi piace

  8. adelemarini says :

    Diavolo, ma cos’hanno gli italiani che tutt’a un tratto hanno deciso di posare vanga e rastrello per mettersi davanti a una tastiera? Questa moda sta durando troppo. Spero che qualcuno ne lanci presto un’altra, tipo ‘siamo tutti trapezisti’ oppure ‘che bello fare il formaggio in casa’, perché qui la concorrenza sta facendosi asfissiante.

    Mi piace

  9. mosco says :

    siete già sbronzi?? no? datevi da fare accidenti! 😀

    buona giornata, banda di matti!

    Mi piace

  10. newwhitebear says :

    I tramisti non vanno in vacanza? Dimenticavo che poi ti serebbe mancata la materia prima per farci sorridere dopo le abbuffate dei giorni scorsi.
    Meglio che i tramisti lavorino anche nei festivi e feste comandate

    Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: